IL 4° GIORNO ( 02/08/2005 )

Al mattino si parte di nuovo in direzione Dieppe, il punto più vicino all'Inghilterra che visitiamo, pagamento di 7 € in un'area attrezzata comprensive della sosta per 24 ore ( che ovviamente non utilizziamo ) con carico/scarico. Visitiamo il castello spendendo 3 € a persona, molto ricco di oggetti d'avorio ed impreziosito dai quadri di Renoir e Pissarro. Proseguendo il giro normanno verso la costa passiamo a Fecamp che è un tipico paese estivo ( per modo di dire, visto che in 22 giorni non ho mai sentito nemmeno la temperatura dell'acqua dell'oceano) circondato da caratteristiche falesie( sono rocce altissime che cadono imperiose a strapiombo nell'oceano e che troveremo spesso nelle lunghe coste francesi), fonte di ispirazione di pittori impressionisti tra cui Monet. Altra perla del paese è il Palazzo Bènèdictine che è un'autentico gioiello di lusso e sfarzo dei frati dell'epoca.

il castello di Dieppe il lussuoso palazzo Bènèdectine

Qui si può anche degustare il mitico liquore con 27 erbe inventato nel 1500 e imitato in tutto il mondo, chiamato Bènedèctine, proprio come il palazzo chene custodisce i segreti. Si visita l'interno,la distilleria e parte delle cantine con la spesa di € 3,50 a persona. Vivamente consigliato! Sempre attraverso la costa si arriva a Etretat. Più famosa della precedente per la falesia simbolo della zona (che troveremo in tutte le cartoline e che si può visitare con una lunga camminata in salita, che noi non abbiamo fatto) ma il tasto dolente è che a differenza della maggior parte dei luoghi in Francia, il parcheggio per camper è molto lontano. Le strade del centro sono veramente strette e affollate, quindi non ci avventuriamo nelle viuzze con il nostro piccolo bolide ma parcheggiamo lontano e ci arriviamo a piedi come tutti.(cosa che non faremo più, rischiando però qualche volta di rimanere incastrati nel centro di qualche paesino).

Km effettuati fino a qui 73.059
Km parziali 637
Gasolio € 1,010
Spesa € 58,00
Litri 58,59
la rinomata falesia di Etretat

Passando per il famoso e suggestivo Ponte di Normandia (con un pedaggio di € 5,80) arriviamo ad Honfleur. Il parcheggio per 24 ore con carico/scarico a 7 € è all'entrata del paese, su una rotonda si gira a destra sopra un ponte. Visitiamo questo splendido paese pieno di ristoranti e bancarelle, con un movimento di gente veramente invidiabile. Iniziamo a leggere in giro che la specialità della zona sono mules e frites ( cozze e patatine fritte ). Ci fermiamo in un ristorantino dove al prezzo di 8,50 € offrono Zuppa di pesce con cozze e patatine fritte. Assaggiamo? Ok. Ci sediamo e beviamo una specie di brodo chiamato zuppa di pesce, poi delle cozze così e così ed infine il caffè. Spendiamo ben 40 € in tutto e ci rendiamo conto di aver preso la prima vera bastonata della vacanza. D'ora in poi cucinerà Silvia delle ottime cozze francesi, comprate fresche a buoni prezzi e mangiate in enormi quantità.

il moderno ponte di Normandia la vivace Honfleur