CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

SCI DI FONDO IN SVIZZERA E ZONE ALPINE

Quindici giorni dedicati allo sci di fondo negli incantevoli scenari offerti dalle Alpi, in Svizzera soprattutto, ma con qualche sconfinamento in Austria, Germania e Italia.

Lo stesso itinerario si presta anche, comunque, ad un rilassante viaggio estivo lontano dalla calura e dalla calca.


24 Dicembre
CASTELLAMONTE-CHIAVENNA, Km. 308
Verso mezzogiorno raggiungiamo la località di Campodolcino, pochi Km prima di Madesimo, in Valle Spluga. Percorriamo la pista di fondo, 3 Km. mal battuti. Poi ci spostiamo a Madesimo, ma qui la pista di fondo non è battuta per mancanza di neve. Ritorniamo a Chiavenna per attendere in serata l’arrivo di amici. Sosta nel piazzale Aldo Moro adiacente al campo sportivo. Dopo cena un gruppo di cantori intonano canzoni Natalizie sfilando per il centro storico.

25 Dicembre
CHIAVENNA-PASSO DEL MALOJA, Km. 83
Raggiungiamo Silis-Maria, paesino subito dopo il Passo del Maloja, si tenta di uscire per andare a sciare, ma il vento ed il nevischio che imperversano ci scoraggiano dopo i primi passi. Si voleva raggiungere Val di Fex, impegnativa salita in mezzo al bosco, pista solo per passo alternato. Ci spostiamo a Pontresina dove si spera di celarsi dal vento. Speranza che dura non più di dieci minuti, poi il vento cambia direzione e ci colpisce anche qui. Ritorniamo al Passo del Maloja dove passiamo la notte nel parcheggio dietro all'ufficio informazioni. A notte tarda ci raggiungerà un terzo equipaggio sfidando la neve che continua a cadere ormai intensamente, e che continua per tutta la notte. Anche qui ci sono i divieti per i camper, però nessuno ci ha disturbati.

26 Dicembre
PASSO DEL MALOJA- S. MORITZ, Km. 15
La nevicata ci ha sbarrato l'uscita e dobbiamo attendere l'arrivo dello spazzaneve che ci pulisca il piazzale per poter uscire. Continua a nevicare, decidiamo di spostarci a S. Moritz (parcheggio delle funivie) per visitare qualche vetrina. Poi andiamo in piscina e attendiamo il quarto equipaggio che ci ragguingerà solo verso sera per colpa dell'abbondante nevicata. La neve ci impedisce di spostarci e decidiamo di pernottare nello stesso piazzale nonostante i divieti.

27 Dicembre
S. MORITZ-CHAMUES, Km. 31
La neve è caduta per tutta la notte, fortunatamente al mattino qualche schiarita ci permette di infilare gli sci da fondo per raggiungere Pontresina. La neve è ancora molto soffice e si scia male. In serata con qualche fatica ci creiamo un varco tra la neve per poter uscire dal parcheggio, raggiungiamo Pontresina dove presso la stazione facciamo rifornimento di acqua e poi andiamo a Chamues, in un tranquillo parcheggio per pernottare.

28 Dicembre

CHAMUES-LIVIGNO, Km. 57
La neve ha ripreso a scendere abbondante, non ci rimane che fare una passeggiata lungo l'infinito dedalo di stradine per pedoni che percorrono tutta la vallata. Nel pomeriggio ci spostiamo a Livigno passando per il traforo del Gallo. Il brutto tempo continua ad imperversare, sostiamo lungo la strada che fiancheggia il centro per visitare qualche negozio. In serata ci spostiamo nel parcheggio per camper verso il Passo della Forcola: 15000 Lire a notte senza elettricità.

29 Dicembre
LIVIGNO, Km. --
Al mattino scopriamo che vicino al parcheggio per camper c'è un campeggio che offre ospitalità ai camper a prezzi piu' vantaggiosi, 12000 Lire per notte, elettricità compresa. Ci spostiamo in campeggio, almeno per usufruire del collegamento all'elettricità. Il campeggio si chiama Polipert (tel. 0342 979363, conviene prenotare). Andiamo a sciare, il freddo è molto intenso, ma almeno ha smesso di nevicare. La pista di fondo si snoda lungo la strada che porta al passo della Forcola (circa 30 Km.). Nel pomeriggio raggiungiamo il centro con l'autobus gratuito, giro per negozi e rientro in serata al campeggio. Andiamo a cena presso il ristorante del campeggio che ci prepara Pizzoccheri, Polenta Taragna con spezzatino e salciccia, formaggi locali, il tutto per 25000 a testa, vino compreso.

30 Dicembre
LIVIGNO-GLORENZA, Km. 65
Nella notte il termometro è sceso a -22°, la partenza di uno dei nostri camper rende la mattinata movimentata, dobbiamo trainarlo. Per causa delle sue temperature molto rigide Livigno viene definita il cimitero dei camper. Attraverso il traforo del Gallo (20000 Lire di pedaggio) raggiungiamo la Svizzera, passo del Forno e Val Mustair dove ci sono delle splendide piste di fondo. Sostiamo al primo spiazzo ed inforchiamo gli sci, poi via in pista. Il tempo si e' messo al bello, ma il freddo è sempre molto rigido. Nel pomeriggio attraversiamo la frontiera Svizzera per raggiungere Glorenza. A Glorenza ci sistemiamo nel parcheggio fuori dalle mura in direzione Malles. Qui siamo in Italia, ma si fatica a parlare Italiano.

31 Dicembre
GLORENZA, Km. 27
In mattinata raggiungiamo la frontiera con la Svizzera, lasciamo i camper nel piazzale prima della frontiera ed a piedi, con gli sci in spalla attraversiamo la frontiera per raggiungere le piste di fondo che partono sulla sinistra a fianco del distributore di benzina. La pista è molto bella, inizia subito a salire per addentrarsi nella Val Mustair. Nel pomeriggio si ritorna a Glorenza. A 2 Km. di strada direzione Passo dello Stelvio c'è un complesso di depurazione. Qui, dietro richiesta al personale addetto, ci viene aperto un tombino delle fognature, dove possiamo scaricare le acque nere. In serata cenone di S. Silvestro presso il ristorante di Glorenza. (55000 Lire a persona, vino a parte). Pernottamento nel solito e tranquillo parcheggio di Glorenza.

1 Gennaio
GLORENZA-PASSO RESIA, Km. 26
Oggi, primo giorno del 2000, ci svegliamo un po' più tardi. Raggiungiamo la località di S. Valentino dove sostiamo lungo la strada nel centro del paese. Da qui parte una bella pista di fondo che percorriamo per tutta la sua lunghezza. La pista poi si collega con quella del passo Resia. Nel pomeriggio ci trasferiamo a Passo Resia nel parcheggio delle funivie che si trova sull'altra sponda del lago. E' pieno di camper tedeschi.

2 Gennaio
PASSO RESIA-VALLELUNGA-PASSO RESIA, Km. 55
In mattinata andiamo a Curon per poi prendere la strada che ci porta in Vallelunga. Sostiamo a Melago, non c'è molto spazio per fermarsi ed il sole in Gennaio non arriva mai. Da qui parte una pista di fondo che porta ad un rifugio raggiungibile anche a piedi o con slitta trainata dai cavalli. Al rifugio prendiamo una zuppa di gulasch ed uno strudel. Rientro al camper per ritornare a Curon. Sosta presso la piscina comunale, dove ci concediamo un tonificante bagno. Per la notte ritorniamo al parcheggio delle funivie, sempre ventilato, ma non troppo freddo.

3 Gennaio
PASSO RESIA-GARMISCH, Km. 154
Attraversiamo la frontiera con l'Austria, ormai sono rimaste solo più le strutture. Prima di Nauders c'è un ampio parcheggio delle funivie dove sostiamo, dal quale con gli sci ai piedi si raggiunge l'Italia e il Passo Resia. Nel pomeriggio attraversiamo l'Austra per raggiungere Garmisch in Germania. A Garmisch troviamo parcheggio vicino all'Olimpic Ski Stadium. Solo il giorno successivo scopriamo che il parcheggio per camper era stato trasferito provvisoriamente presso lo stadio del ghiaccio, dietro alla stazione ferroviaria.

4 Gennaio
GARMISCH, Km. ---
Dopo lungo peregrinare alla ricerca della pista di fondo, scopriamo che quella principale segnata sul tabellone non è battuta, pero' ci sono diversi anelli che portano verso la stazione della funivia (circa 13 Km). Purtroppo non tutta la pista è battuta per il passo pattinato, ma solo la prima e l'ultima parte, mentre gran parte è solo per il passo alternato con cartelli di divieto per il passo pattinato. Nel pomeriggio ci spostiamo nel parcheggio dello stadio del ghiaccio, che risulta anche più vicino al centro. Approfittiamo della vicinanza per gironzolare per negozi e vetrine, facendo acquisti di specialità locali e souvenir. La giornata era splendida ed al sole si stava d'incanto. In tarda serata abbiamo poi scoperto che vicino c'era anche la piscina, purtroppo era tardi per poterci gratificare con un bagno rilassante.

5 Gennaio
GARMISCH-FUSSEN, Km. 80
Ci svegliamo sotto la pioggia, che ci rovina tutta la neve. Ci spostiamo a Fussen passando per l'Austria. Dopo Reutte, in località Pflach, sulla destra, c'è un distributore di gas GPL, ne approfittiamo per fare un rabbocco del bombolone. Raggiungiamo Fussen e parcheggiamo presso il parcheggio dello ski-lift appena dopo i suoi famosi castelli. Giro con gli sci di fondo che circonda lo scenario dei castelli. Purtroppo il tempo è grigio e uggioso, talvolta pioviggina ed i castelli non appaiono nel loro massimo splendore. Nel pomeriggio ci trasferiamo nel parcheggio per camper di Fussen a pagamento. Attacco luce e docce calde a gettone (18 DM. per camper, 4 DM. per l'elettricità e 2 DM. per il gettone della doccia). Sistemato il camper ed effettuato anche lo scarico delle acque nere, raggiungiamo il centro di Fussen a piedi (poco più di un Km.). Shopping per le graziose vie del centro, rientro al camper in serata per la cena ed il pernottamento.

6 Gennaio
FUSSEN-LERMOOS-CHAMUES, Km. 206
Iniziamo l'avvicinamento verso casa, rientriamo in Austria per sostare a Lermoos. Le piste di fondo sono ovunque, basta scegliere di fermarsi da qualche parte e partire con gli sci ai piedi. Lermoos ci offre la possibilità di sosta proprio di fronte alla partenza della pista di fondo. Purtroppo la pista non è stata battuta di fresco e la pioggia del giorno precedente l'aveva alquanto rovinata. Non ci lasciamo impressionare e partiamo lo stesso per fare la nostra consueta sciata. La pista si snoda lungo una piana talvolta immersi nella nebbia. Cime imponenti offrono scenari stupendi. Nel pomeriggio riprendiamo il cammino verso la Svizzera, Engadina, per raggiungere in serata il parcheggio di Chamues dove pernottiamo.

7 Gennaio
CHAMUES-CHIAVENNA, Km. 65
Qui la temperatura è decisamente più rigida, la neve non è per nulla trasformata. Inforchiamo gli sci per raggiungere Pontresina ed un piccolo anello di pista in direzione di Val Roseg. La parte che porta a Pontresina è molto piatta e monotona, ma la neve è bellissima e le piste battute in modo perfetto. Nel pomeriggio raggiungiamo Chiavenna dove pernottiamo nel piazzale Aldo Moro.

8 Gennaio
CHIAVENNA-CASTELLAMONTE, Km. 256
Rientro a casa, traffico tranquillo e scorrevole.

Percorsi in totale Km. 1211


Viaggio effettuato per il Capodanno 2000 da Enrico Lui

Potete trovare ulteriori informazioni sulle località toccate da questo itinerario nella sezione METE.


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
678 nuovi in pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Accessori in primo piano
VICTRON ENERGY MPPT CONTROL DISPLAY PER REGOLATORE SOLARE VICTRON ENERGY MPPT CONTROL DISPLAY PER ...
Display per regolatori solari MPPT, si colleg...
www.camperonsale.it
VICTRON ENERGY MPPT 100/15 (12/24 V. 15 A) REGOLATORE DI CARICA PER MODULI FOTOVOLTAICI VICTRON ENERGY MPPT 100/15 (12/24 V. 15 ...
Specialmente quando il cielo e' nuvoloso o qu...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina