CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

LA VAL ROYA

Dal Piemonte alla Liguria, attraverso uno scorcio di Francia e tutto in appena 180 km (prendendo Torino come punto di partenza).

Un itinerario alquanto breve ma interessantissimo sia dal punto di vista paesaggistico, sia storico-culturale che ci porterà dalle montagne del Cuneese fino a Ventimiglia, attraverso un susseguirsi di pascoli, pinete, canyon e torrenti che fanno da cornice ad incantevoli paesini incastonati tra i monti.

I confini della Val Roya sono stati ridisegnati più volte nel corso dei secoli. Nel 1860 fu divisa in tre zone: quella settentrionale era italiana ed includeva Tenda e Briga; quella centrale, con Breil e Saorge era francese mentre la parte inferiore apparteneva all'Italia. Questa conformazione restò tale fino al 1947 quando, con un referendum popolare, Tenda e Briga tornarono alla Francia mentre all'Italia restò la parte terminante della Valle, quella che scende verso il mare, fino a Ventimiglia.

Se non fosse per la diversità della segnaletica non noteremo, in quest'itinerario, l'alternarsi d'Italia e Francia perché il paesaggio che si snoda in maniera suggestiva è il testimone assoluto di una splendida natura che oggi, come un tempo, si offre senza riserve al viaggiatore.

E quindi, partendo da Torino e dopo aver superato Cuneo, imboccheremo la strada statale n. 20 in direzione Colle di Tenda. Incontreremo Vernante ed io suggerirei qui una sosta che potrà rivelarsi gradita soprattutto ai camperisti che viaggiano con pargoletti al seguito. A Vernante, soprannominato "il Paese di Pinocchio" potremo ammirare i murales dedicati al personaggio della celebre favola; qualcuno è dipinto sulle case che si affacciano sulla statale, meglio però addentrarsi in paese e anche se passeggeremo col naso all'insù, non dimentichiamo di dare un'occhiata ai negozietti che propongono squisite specialità locali.

Ma la nostra strada riprende e dopo circa 7 km arriviamo alla stazione sciistica di Limone Piemonte e da qui iniziano i tornanti che salgono al Colle mentre alla nostra destra vediamo l'indicazione di Limonetto, altra località conosciuta da chi ama lo sci. Compare l'ingresso del tunnel e con esso il semaforo che regolamenta l'alternarsi dei veicoli diversi dalle autovetture; l'attesa a semaforo rosso non supera, quasi mai, i dieci, quindici minuti.

Dopo i tre km della galleria, la strada che ora è diventata la n. 204 in quanto siamo in territorio francese, inizia a scendere tra pinete e pascoli e, dopo qualche km, cominciamo ad intravedere il Roya, il fiume che dà il nome all'omonima valle. Incontriamo Vievola, dove in passato sostavano le carovane in transito e poi Tende, caratteristica cittadina addossata sul fianco del colle sovrastato dalle rovine del castello dei conti Lascaris (sec. XIII). Da non tralasciare la visita al "Musée des Marveilles" e da non dimenticare che Tende è il punto di partenza per la Vallée des Marveilles ricca d'incisioni rupestri, circa 36000 figure, risalenti all'Età del Ferro.

L'estate è sicuramente il periodo migliore non solo per visitare la Valle delle Meraviglie ma anche per effettuare passeggiate lungo i sentieri, ben segnalati, tenendo presente che si può sempre approfittare per il ritorno (naturalmente in un raggio di distanza determinato dal nostro allenamento in montagna) della ferrovia, altro elemento caratteristico della Val Roya (a questo proposito può essere comodo un orario ferroviario).

E citando la ferrovia, vorrei aprire una breve parentesi al riguardo, Questa linea di montagna, molto audace nella sua concezione, fu inaugurata nel 1928, semidistrutta durante la guerra e ripristinata quarant'anni dopo. Il trenino parte da Ventimiglia, tocca Airole, si avvicina ad Olivetta San Michele, prosegue per Fanghetto, ancora Italia, e poi passa In Francia a Piene e Breil sur Roya dove incrocia la ferrovia proveniente da Nizza. E poi si avvicina a Saorge e Fontan, raggiungibili con minibus, e prosegue per La Brigue, St. Dalmas de Tende, Tende ed infine nuovamente l'Italia. La panoramicissima ferrovia conta 81 gallerie e 407 ponti; è utilizzabile per escursioni particolari ed è veramente suggestivo vedere i paesini dall'alto; ovviamente meglio viaggiare di giorno poiché gran parte del percorso si svolge in galleria. Chiusa la parentesi.

Qualche km e siamo a St. Dalmas de Tende, località di villeggiatura e poi a sinistra troviamo la deviazione per La Brigue con l'interessante Parrocchiale romanica del sec. XIII che conserva pregevoli tavole di scuola nizzarda del '400 e '500. Ancora un'indicazione da seguire: quella che ci indica a 4 km la Chiesa di Notre Dame des Fontaines del sec. XV imperdibile per gli splendidi affreschi.

Ritorniamo sulla strada 204 e ritroviamo alla nostra sinistra il gorgogliante Roya, mentre la valle si fa più stretta. Ecco le gole di Berghe, dalle alte e suggestive pareti rocciose di colore viola superate le quali, dopo qualche km si preannuncia Fontan, deliziosa cittadina fondata nel 1612 dai Duchi di Savoia assolutamente da visitare a piedi per assaporare, nei vicoli e nelle piazzette, un'atmosfera piacevolissima. Ancora qualche km ed ecco comparire, disposto a semicerchio, il villaggio di Saorge (visitabile solamente a piedi) che nel sec. XVII era un importantissimo luogo di transito. Saorge è veramente suggestivo visto dal basso (merita comunque più di una semplice fotografia!) e precede le splendide Gorges de Saorge.

Altri 10 km e, sempre a fianco del Roya, siamo a Breil sur Roya. Sul lato destro un laghetto artificiale dove terminano la corsa i canoisti che affrontano il fiume nelle Gorges de Saorge ed una struttura che ospita numerose Manifestazioni durante l'anno; sulla sinistra invece, due colorate piazze che ci invitano a addentrarsi nel paese lungo stradine acciottolate che orlano edifici d'epoca.

Dopo Breil, alcuni tunnel, che se da un lato hanno reso più agevole il tratto terminante del Colle di Tenda, dall'altro hanno un po' diminuito il fascino di questa antica strada, ci conducono velocemente a Ventimiglia. Continuando invece sulla statale, che è ridiventata la n. 20 dopo l'ex frontiera di Fanghetto, potremo entrare in quest'ultimo paese per ammirare il ponte romano a tre archi in pietra ed il borgo medievale per visitare la chiesa parrocchiale di Sant'Antonio e la Chiesa di San Mauro a Piena. E con una breve deviazione potremo vedere Olivetta San Michele che, fino al 1862 era la principale località della Comunità di Penna, difesa dal Castello omonimo. Ripresa la statale 20 toccheremo infine Airole, paese di origine medievale posto alla confluenza della Val Nervia con la bassa Val Bevera, dalla conformazione a gironi concentrici che dal basso si avvolgono intorno ad un'altura.

La vegetazione cambia, l'aria si fa più dolce: non c'è alcun dubbio, tra poco il Roya, nostro speciale compagno di viaggio in quest'itinerario, ci lascerà per essere tutt'uno con il mare…

L'itinerario di cui sopra è un classico percorso per chi, dal Piemonte, vuol raggiungere rapidamente la Riviera di Ponente e la Costa Azzurra. Forse per questo motivo, sovente è considerato soltanto un veloce transito. Se invece si ha più tempo a disposizione, si può trasformarlo in un "viaggio nel viaggio" tenendo presente che è un percorso piacevole in tutte le stagioni.

E' bello in primavera quando l'erba si fa più verde e migliaia di primule punteggiano di giallo i pendii. E' fresco in estate quando la brezza alpina mitiga la calura ed invita a qualche sosta supplementare; l'autunno poi, sembra fatto apposta per riempirci gli occhi di tutte le tonalità di giallo, verde e bruno.

La Val Roya è bella anche in inverno perché le montagne sono oltremodo affascinanti in questa stagione. Magari con qualche accorgimento visto che saliremo fino a 1300 metri. Meglio viaggiare nelle ore del sole, avere catene a bordo e per la massima tranquillità, in caso di tempo incerto con previsioni nevose, suggerisco di chiedere conferma per la transitabilità del tunnel al Comando Carabinieri di Limone Piemonte al n. 0171 928124.

Amo molto quest'itinerario che ho percorso tantissime volte. E' stato forse il primo di molti anni fa quando io e Giovanni iniziammo a praticare il turismo itinerante con una piccolissima caravan trainata dalla sua amatissima auto sportiva. Arrivammo a Limone Piemonte sotto un turbinio di neve ma imperterriti ci fiondammo (si fa per dire) nel tunnel sperando che dall'altra parte il tempo fosse migliore. Forse per caso o meglio per l'influsso dell'aria marina, in territorio francese il tempo era decisamente mite ed il sole anche se pallido, scaldava in modo confortante quel giorno di prima primavera.
Ma ora sto divagando troppo…… meglio passare alle informazioni pratiche.

Come raggiungere la Val Roya

Da Torino autostrada A6 fino al casello di Marene, poi Savigliano o Fossano fino a Cuneo dove s'imbocca la S.S. n. 20 del Colle di Tenda. Dopo il confine la strada assume il n. 204 in territorio francese che ridiventa S.S. 20 dopo la località dell'ex frontiera Fanghetto.
Percorso totale da Torino: circa km 180

Dove sostare:

Tenda: Alcuni parcheggi in centro oltre al Camping Municipal (apertura giugno/settembre)
Fontan: Alcuni parcheggi in centro oltre al Camping Municipal (apertura giugno/settembre)
La Brigue: parcheggi antistanti la stazione ferroviaria
St. Dalmas de Tende: parcheggi antistanti la stazione ferroviaria
Breil sur Roya: parcheggio antistante la stazione ferroviaria e Place de Gaulle oppure Camping USBTP (apertura annuale)

Manifestazioni e sagre:

Nel percorso francese si svolgono, soprattutto in estate, diverse Manifestazioni come ad esempio la festa patronale in costume valligiano a Saorge, la gara dei boscaioli a St. Dalmas de Tende, la fiera di St. Eloi a Tende, oltre alle numerosissime Foires Brocante.

In territorio italiano sia ad Olivetta San Michele sia ad Airole il nutrito calendario delle Manifestazioni che include feste patronali, mercatini biologici, brocante e avvenimenti sportivi si svolge in prevalenza nei mesi da Giugno a Settembre.

Informazioni turistiche:

In territorio francese, alcuni dei punti informazioni relativi ai paesi citati nell'articolo, sono aperti solo in estate, è consigliabile quindi munirsi sempre di cartine e guide turistiche.


Informazioni disponibili grazie alla cortesia di Tosca Ferro (Febbraio 2003)

Potete trovare ulteriori informazioni sulle località toccate da questo itinerario nella sezione METE, e i più recenti aggiornamenti alla situazione delle aree di sosta nella sezione AREE DI SOSTA.


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
678 nuovi in pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Accessori in primo piano
VICTRON ENERGY MPPT CONTROL DISPLAY PER REGOLATORE SOLARE VICTRON ENERGY MPPT CONTROL DISPLAY PER ...
Display per regolatori solari MPPT, si colleg...
www.camperonsale.it
VICTRON ENERGY MPPT 100/15 (12/24 V. 15 A) REGOLATORE DI CARICA PER MODULI FOTOVOLTAICI VICTRON ENERGY MPPT 100/15 (12/24 V. 15 ...
Specialmente quando il cielo e' nuvoloso o qu...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina