CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Baviera e i castelli

Baviera e i castelli


5 giorni in 7 con un solo camper (4 adulti e 3 bambine) per visitare i castelli di Fussen, la città di Monaco e il lago di Chiemsee. Al rientro una visita a Novacella e Bressanone.

Periodo del viaggio 02/09/10 - 06/09/10 (4 giorni)
Pubblicato da MeneguzVisita il profiloContattaInvia una mail il

Resoconto del viaggio

Diario di viaggio: Fussen, Monaco e Chiemsee
Periodo
dal 02 settembre al 06 settembre 2010
Equipaggio
Marina e Andrea con Emma (7 anni) e Chiara (5 anni)
Daniela e Alberto con Giovanna (5 anni)
Camper
Rimor Katamarano Sound del 2010 (7 posti) (affittato)
KM percorsi
1.300 circa
Tappe
§ Castelli di Fussen (venerdì)
§ Monaco, Deutsches Museum, Zoo  (sabato e domenica)
§ Castello reale di Herrenchiemsee sul lago Chiemsee (domenica)
§ Abbazia di Novacella e Bressanone (lunedì)
Pernottamenti
§ Camping Bannwaldsee (Schwangau-Fussen): 1 notte - 46,00€
§ Camping Thalkirchen (Monaco): 2 notti – 73,00€ (più gettoni acqua calda)
§ Camping Chiemsee (Ubersee, a sud del lago Chiemsee): 1 notte – 40,00€
 
 
Premessa. L’equipaggio non è di certo esperto, solo Alberto e Daniela hanno fatto una precedente esperienza in camper in Campania l’anno precedente, rimanendone così entusiasti da contagiare Marina e Andrea che vogliono fare una prova. E così decidiamo di fare un viaggio insieme prima dell’inizio delle scuole e, per risparmiare ma anche per far felici le bambine, noleggiamo un solo camper da 7 posti!! Tutti ci dicono che siamo pazzi (considerato anche che la nostra amicizia non è di certo di vecchia data... ci conosciamo appena e solo da due anni poiché le nostre bimbe di 5 anni sono all’asilo insieme!)…ma ormai siamo convinti!! Prepariamo il viaggio durante tutta l’estate e finalmente siamo pronti e molto emozionati!
 
1° giorno (giovedì 2 settembre) – trasferimento Mestre-Schwangau (vicino a Fussen) (7 ore circa)
Partenza ore 7.30 da Mestre, direzione Schwangau, camping Bannwaldsee, vicino ai castelli di Fussen (circa 5 km).
Percorriamo l’A4 e quindi la A22, alla stazione prima di Vipiteno acquistiamo la Vignette (7 euro) e alle 14.00 circa siamo al campeggio.
Il campeggio è proprio sul lago, ben curato, spazioso e con piazzole sull’erba. All’ingresso c’è una zona camper sulla ghiaia, con piazzole più strette e più economica. Noi scegliamo di stare dentro il campeggio. Il tempo è bello e mite, così tiriamo fuori il tavolo e pranziamo godendoci il paesaggio e il profumo della Baviera. Purtroppo siamo riusciti a portare solo due bici ma ci verrebbe tanta voglia di fare un giro per le stradine ciclabili che abbiamo visto nei dintorni. Così, dopo aver perlustrato a piedi il lungo lago, scopriamo che il camping affitta bici e seggiolini. Così ci equipaggiamo e ci dirigiamo verso il paesino di Schwangau e ci godiamo il sole, i prati con mucche e cavalli, le casette ordinate e colorate di fiori e affreschi, e ci stupiamo nel notare tra due normali case anche una piccola stalla, ma ancor di più nell’osservare due mucche che, diligentemente, si dirigono verso la stalla lungo il marciapiede e da sole!!!
Comincia a far freddo, ritorniamo al camping e ceniamo al ristorante. Quindi prepariamo i letti per le bimbe e .. buona notte!
2° giorno (venerdì 3 settembre) – castelli di Ludwig II (Fussen) e trasferimento a Monaco
Visita ai castelli.
Alle 9.00 siamo già al park dei castelli (7 euro le prime 8 ore, 1 euro ogni ora successiva, fino al max di 15 ore). Al ticket point ci danno i biglietti per il primo castello di Hohenschwangau per le ore 9.30 e alle 11.50 per il secondo di NeuSchwanstein (tot. 68€) (solo con audio guida in italiano, altrimenti avremmo dovuto aspettare di più per la visita con guida italiana). La visita al primo castello (quello della madre di Ludwig e dove lui ha passato l’infanzia e l’adolescenza) dura circa 30 minuti e ti consente di entrare nello spirito di questo eccentrico e unico Re, e ti prepara alla visita del suo capolavoro, il castello di NeuSchwanstein cui Disney si è ispirato per i suoi cartoni animati (le bambine hanno disquisito a lungo su chi fosse la principessa del castello: Aurora? Cenerentola? Biancaneve?). Per salire al secondo castello si può andare a piedi (circa 40min), oppure in carrozza (troppo costosa, secondo noi) oppure in autobus. Scegliamo quest’ultimo mezzo, più economico (tot. 12€) che impiega meno di 5 min per portarci nelle vicinanze del castello. Siccome abbiamo un po’ di tempo, prendiamo il sentiero di destra che ci porta al ponte sul torrente da cui si gode di una splendida vista del castello e delle cascate formate dal torrente.
Quindi ci dirigiamo al castello (10 min a piedi) dove entriamo esattamente alle 11.50 (da ammirare l’organizzazione tedesca!). Le sale del castello sono una rievocazione di miti e leggende cui Ludgwig si sentiva molto vicino (come Parsival, Tristano e Isotta, Lowergrin) insieme all’esaltazione di re diventati santi … cui Ludwig voleva assomigliare! E pensare che Ludwig costruì questo castello, come gli altri, per restarci da solo (al più con l’amico Wagner). e ora sono visitati da migliaia di turisti!!
Ritorniamo al park verso le 13.00, pranziamo e quindi ripartiamo alle 15.00 con direzione Monaco.
Trasferimento Fussen-Monaco. (2 ore e mezzo)
                L’intenzione era di percorrere la Romantic Strasse fino a Landsberg per poi svoltare a est vs Monaco, ma il navigatore non ne vuol sapere e alla fine ci ritroviamo a percorrere la B2. Siamo però riusciti a fare una sosta per vedere la Weiss Chirch poco a nord di Schwangau, famosa per essere un esempio di Barocco e annoverata tra i patrimoni dell’Unesco… sinceramente ci è sembrata molto pacchiana…
Continuiamo per Monaco, direzione camping Thalkirchen sull’omonimo fiume, dove arriviamo vs le 17.30 (colpa anche del traffico).
Il campeggio (che è fortunatamente fuori dalla zona “plakette” di Monaco) non è granché, le piazzole sono piccole (poiché non c’è il pienone ci lasciano sostare su una piazzola per roulotte che sono un po’ più grandi), i bagni non sono riscaldati e l’acqua calda va a gettone (1 euro x 4 min. di doccia, e 50cent x lavare i piatti) ma comunque sono puliti. Il market ha poco di tutto, niente di speciale tranne il pane nero che si sposa bene con la birra! Mentre le bambine si divertono al piccolo parco giochi, gli uomini vanno in esplorazione con la bici dei dintorni del camping, trovando un despar ben più attrezzato dove fanno la spesa per la sera. Ceniamo in camper (fa troppo freddo per stare fuori) e poi a nanna.
3° giorno – visita a Monaco (città + museo)
La mattina siamo pronti per le 9.00, compriamo alla reception del camping il biglietto bus+metro valido 24 ore (in 5 spendiamo meno di 10€, le bimbe di 5 anni non pagano). Il bus si prende proprio fuori del camping e ti porta alla fermata delle metro (linea U) che ci conduce in Marien Platze, il tutto in meno di mezz’ora. Il tempo è grigio (è piovuto tutta la notte) e fresco, alternando numerosi piovaschi più o meno intensi. Girovaghiamo per la città (ps: in Marien Platze c’è un punto informazioni dove prendiamo una piantina della città a 40 cent!!!) per tornare al punto di partenza alle 11.00 quando si può assistere al carosello della torre del Nuovo Municipio (molto turistico..ma carino per i bambini). Nel frattempo ci raggiunge un amico di Alberto che vive a monaco da 9 anni e che ci fa da cicerone per la città. Monaco è una bella città, molto verde, con ampie zone pedonali ricche di movimento e di negozi, fiancheggiate da palazzi in tipico stile bavarese alternati da palazzi costruiti dopo la guerra e i bombardamenti, e il contrasto tra i due stili è evidente. Non possiamo dire che Monaco offra alti esempi di arte, ma è di certo una città piacevole da “passeggiare”. Dopo un lauto pranzo in una tipica gasthof bavarese, ci dirigiamo a piedi al Deutsches museum della Scienza e della Tecnica dove arriviamo alle 15.00 (17 euro per famiglia). Le mamme e le bambine si godono il piano dedicato ai bambini, dove, con vari giochi, si cerca di far fare esperienza delle principali leggi della fisica (carrucole, specchi, suoni, acqua). Intanto i due papà vanno a visitare i settori preferiti (ci dispiace però far notare che la maggior parte delle didascalie è solo in tedesco!). Purtroppo alle 16.30 bisogna uscire perché il museo chiude (!?!?). Intanto il cielo si è aperto e dopo tanta pioggia finalmente ci godiamo un bel sole. Torniamo al campeggio, doccia, cena e nanna.
4° giorno – zoo di monaco e castello di HerrenChiemsee
Zoo di monaco
L’intenzione per domenica era di visitare “velocemente” lo zoo di Monaco (Tierpark) che è proprio vicino al camping e poi dirigersi ad est vs il lago di Chiemsee per visitare il castello reale di re Ludwig, per cui ci dirigiamo a piedi allo zoo passeggiando lungo il fiume (15 min). Appena entrati (25 euro a famiglia) ci rendiamo conto che lo zoo è molto grande, le bambine sono super entusiaste nel vedere così tanti animali che fortunatamente non sono tenuti in gabbia, ma in zone ricostruite con il loro habitat naturale e ovviamente recintate. Lo zoo è molto ben organizzato, anche con diversi punti ristoro e aree attrezzate con giochi x i bambini, insieme all’irrinunciabile occasione di fare un giretto su un pony!! (3 euro x baby). Simpatiche le due zone in cui i bambini possono stare a diretto contatto con le caprette che si lasciano accarezzare e sono molto socievoli. E’ già mezzogiorno e mezzo e siamo ancora dentro lo zoo… per cui decidiamo di mangiare qualcosa di veloce lì dentro e poi torniamo al camping dove prepariamo il camper e alle 15.00 siamo già in partenza direzione Gastd sul lago Chiemsee.
Lago di Chiemsee
Ci dirigiamo a Gstadt da dove partono i traghetti x l’isola Herrenchiemsee dove si trova il castello reale. Gstadt  è un piccolo paesino sul grande lago, e abbiamo fatto fatica a trovare un posto dove parcheggiare il camper. Ci sono infatti grandi parcheggi lungo la strada ma con divieto di sosta x i camper. Finalmente capiamo che bisogna scendere per la strada che porta al molo, sulla destra c’è un park x auto ma dove la custode (una gentilissima signora) ci fa            salire x una strada che finisce appunto in un prato dove sono parcheggiati altri camper e rimorchi barca, invisibile dalla strada principale! Comunque paghiamo 5 euro alla distinta signora e corriamo al molo dove, alle 16.45 parte l’ultimo traghetto per l’isola. Il viaggio è molto breve, meno di dieci minuti. Sbarcati sull’isola, decidiamo di non fare il biglietto per visitare il castello (visto che chiude alle 18.00 e l’ultima visita è alle 17.30), ma ci dirigiamo con gran calma a piedi verso il castello sperando di poter almeno ammirare i giardini. Ricordiamo infatti che Ludwig fece costruire questo castello ispirandosi a Versailles. La passeggiata è piacevole e in 15 minuti arriviamo al giardino. In sostanza ci siamo solo noi, il cielo ha un bellissimo colore azzurro, l’atmosfera ideale per ammirare giardino e palazzo…constatando ovviamente che Versailles è sicuramente tutta un’altra emozione. Questo luogo sembra..triste, ma di certo affascinante. All’improvviso cominciano anche i giochi d’acqua delle numerose fontane del giardino. Le bambine sono felicissime. Con calma ritorniamo al molo per prendere il traghetto delle 18.45 che in 20 minuti (perché ferma anche nell’altra “isola delle donne” Frauenchiemsee) ci riporta a Gstadt. Si parte destinazione camping Chiemsee a Ubersee dall’altra parte del lago.
Il campeggio è una meraviglia! Piazzole larghe e su manto erboso, disposte in pratica a raggiera intorno al nucleo centrale di bar, ristorante e bagni (il market è minuscolo e ha l’essenziale). E’ tardi, decidiamo di cenare nel ristorante del camping. Verifichiamo i bagni: bellissimi! Caldi, accoglienti (con lavandini e wc a misura di bambini e zona riservata al cambio e lavaggio dei neonati). Molto bene, a nanna!
5° giorno – ritorno a casa con sosta a Novacella e Bressanone
La sera avevamo intravisto una bella zona giochi per le bambine così decidiamo, prima di partire, di visitare bene questo meraviglioso campeggio. Oltre al campo da calcetto e tennis, c’è un attrezzato parco giochi e una struttura coperta dove i bambini possono trovare libri da leggere , disegni e colori, e tutto il materiale per costruire con le loro mani (pannolenci, forbici, colla calda, perline, costruzioni….) E in più c’è una signora che aiuta i bambini…. Incredibile!!!!
Alle 10.00 facciamo CS e con tristezza lasciamo questa meraviglia di camping affacciato sul lago, dove l’uomo convive in armonia con la natura.
Alle 13.00 siamo all’abbazia di Novacella (vicino a Bressanone) dove parcheggiamo e ci prepariamo una pastasciutta. Visitiamo l’abbazia e quindi ripartiamo per Bressanone. Lì visitiamo il delizioso e curato centro regalandoci un gelato super e un buon caffè!!!
Alle 16.00 ripartiamo, e stanchi ma soddisfatti delle tante belle cose viste e della bellissima esperienza di amicizia, ritorniamo a Mestre (ore 20.00)

.


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.

Camper nuovi disponibili in pronta consegna
608 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita

Accessori in primo piano
HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEGHEVOLE HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEG...
In polipropilene. Dimensioni aperto: 315x3...
www.camperonsale.it
THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEMENTARE PER WC THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEM...
Per il nuovissimo WC Thetford Cassette C220!!...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina