CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Baviera

Baviera


Romantische Strasse, Danubio, Monaco, 5 laghi, Alpi bavaresi

Periodo del viaggio 09/08/08 - 24/08/08 (15 giorni)
Pubblicato da eugeniaVisita il profiloContattaInvia una mail

Resoconto del viaggio

Romantische Strasse – Danubio – Monaco –  5 Laghi – Alpi bavaresi

  

Dal 9  al 24 Agosto 2008

 

Camper McLouis 430 Glen 2800

Equipaggio: Vanna, 47 anni, Mario,50 anni, Bingo, pinscher 4 anni

 

E’ il nostro primo viaggio in Germania e quindi partiamo con qualche certezza in meno; in precedenza siamo sempre andati nella nostra amata Francia.


Cartografia e bibliografia. Germania Guida verde Michelin

                                               Germania del Sud Rough Guide

                                              Baviera  Touring Club Italiano                                         

                                               Luoghi e Itinerari di Giugno 2008

Carte stradali: Germania 1:500000 del Touring Club

                        Atlante spirale Michelin: Germania, Benelux, Svizzera,

                        Rep. Ceca (Germania 1:300000).

Sono tutte utili: quella del Touring per gli itinerari,e dà più notizie artistiche; secondo me la più interessante è la Rough Guide. La carta della Michelin è indispensabile perché permette di tracciare l’itinerario in base alle strade più panoramiche (in barba al navigatore).


Accesso: Siamo partiti da Quiliano (SV) al mattino con meta sul Tom-tom AA Camper di Fussen: 630 km. Attraverso il Brennero e il Fernpass. Arriviamo alle 7 di sera.

 

Romantische Strasse

 

Il primo itinerario è la Romantische Strasse da sud a nord: la strada si svolge lungo 544 km. Da Fussen a Wurzburg.

Non abbiamo visitato tutti i paesi citati dalla giuda, ma solo alcuni e nessuno ci ha deluso.

FUSSEN Non è solo la base per visitare i castelli di Ludwig, ma è una piacevole cittadina con un bella via centrale, il castello e dietro un bellissimo parco rilassante.Quando siamo arrivati ala sera vi si svolgeva la festa del paese  con fiumi di birra e orchestra che ci ha fatto entrare subito nell’atmosfera bavarese.

Per andare a visitare i castelli di Hohenschwangau e Neuschwanstein dall’area camper parte la ciclabile che attraverso una pista immersa nel verde in 4-5 km pianeggianti vi porta alla biglietteria dei castelli. Come già detto da altri diari bisogna essere lì presto:noi alle 7,30 eravamo sul posto ed è stata una scelta giusta, visto dopo le interminabili code per i biglietti (17E a persona per i due castelli). In mattinata si riescono a visitare entrambi e tra le due visite, che sono programmate con l’orario sul biglietto, si riesce ad andare a vedere il Marienbrucke, un ponte in acciaio sospeso nel vuoto: un panorama bellissimo.

Tutto l’insieme della visita è magico, dall’ambiente all’interno dei castelli, al lago vicino al castello. Non ci si stanca di camminare per vedere questo e quello.

Premetto che siamo appassionati della bicicletta (nel gavone abbiamo due bici da corsa e due mountain-bike) , quindi nel pomeriggio seguendo la ciclabile del Danubio che porta a Schwangau abbiamo fatto il giro del lago intorno a Fussen ; per fare questo giro si segue la segnaletica “Forggenseerundweg”. Si fa benissimo in due, due ore e mezza, e ne vale veramente la pena: la ciclabile passa attraverso pascoli, le sponde del lago(c’erano anche dei camper che vi sostavano), e sullo sfondo le Alpi; e poi dei colori così intensi non li avevo mai visti; il tutto pur essendo una zona turistica in una calma e tranquillità irreali.

Inutile dire che alla sera siamo tornati alla festa  di Fussen a gustare altra birra.

AREA CAMPER FUSSEN:ABT-HAFNERSTRASSE, 10 :con questo indirizzo siamo arrivati all’AA Sport Studio,(12E), ma più avanti c’è un’altra AA. Vicino c’è il Lidl.

 

11 agosto, lunedì km.122 circa

WIESKIRCHE- LANDSBERG AM LECH-HARBURG

In pochi chilometri siamo alla chiesa di Wieskirche; non seguiamo il percorso che ci vorrebbe far fare il navigatore , ma andiamo per strade che attraversano i paesi. La chiesa sorge isolata nella campagna ed è molto visitata , c’è un comodo posteggio a pagamento.

LANDSBERG AM LECH

Posteggio  a sinistra prima del ponte (arrivando da sud) lungo il fiume.

Qui nella piazza centrale con notevoli palazzi d’epoca, compriamo  in una macelleria (Metzgerei) della buonissima carne già cotta che mangiamo sul camper lungo la strada per Harburg.

 

HARBURG

Pernottamento nel paese in basso sulla destra  lungo il fiume: tranquillissimo.

Vale la sosta per la visita del castello: c’è un bel sentiero che vi arriva in 10-15 minuti; noi l’abbiamo visitato solo dall’esterno perché era giorno di chiusura, ma anche solo l’esterno è ammirevole.

 

12 agosto , martedì km.80 più o meno

NORDLINGEN-DINKELSBUHL-ROTHENBURG


NORDLINGEN

Posteggio appena fuori dalla cittadina in un ampio posteggio sulla sinistra; più avanti c’è un posteggio per camper, ma è distante.

Qui da visitare è senz’altro la torre Daniel, da cui si gode un panorama meraviglioso sulla città e sul Ries. Il Ries è il cerchio nel terreno provocato da un meteorite caduto 15 milioni di anni fa; ed è interessante il Rieskrater-Museum con un documentario in italiano.

 

DINKELSBUHL

Posteggio P1 Centrum a ridosso delle mura sulla sinistra; c’è il divieto per i camper, ma siamo più noi che le auto, quindi va benissimo per un paio d’ore. Più avanti c’è un’AA Camper, ma è sterrata e lontana.

Il borgo medioevale conserva delle case a graticcio splendide, come è bella la passeggiata lungo le mura.

 

ROTHENBURG OB DER TAUBER

Pernottamento al P2 sulla destra dal semaforo. 10E a notte con carico/scarico,acqua, servizi. I 10 euro da mettere nella macchinetta devono essere tutti in moneta.P er le acque grigie bisogna avere un tubo di raccordo. L’area è bella, ampia, con spazi delimitati, ben curata . Si attraverso la strada e si è dentro la città in corrispondenza della Spitaltor. Più avanti c’è il Lidl

Che dire di Rothenburg: è magica, quasi da sembrare finta. Un consiglio: noi siamo mattinieri e quindi quando arriviamo in un posto è quasi deserto, ma se ne coglie lo spirito vero: i negozianti che aprono i loro negozi, lo spazzino che dà le ultime spazzate, e poi qui  la splendida piazza del Municipio, quando non è ancora invasa dai giapponesi , vi si possono vedere meglio tutti i palazzi affacciati.

E poi non si può non rimanere incantati dal negozio di Kathe Wohlfahrt, dove c’è ogni genere di articolo natalizio e altro.

Per una passeggiata nel verde  c’è il curatissimo Burggarten, ad ovest della piazza; vi si accede dalla Burgtor, la porta più alta della città.

Noi ci siamo stati due notti, visitando anche fuori dalle mura il Doppelbrucke, vi si scende dalla Plonlein con una belle passeggiata lontana dalla pazza folla.

 

14 agosto, giovedì

Partenza da Rothenburg per WURZBURG , km.60 circa.

Sosta e pernottamento al Campeggio “Kalte Quelle”, Winterhausenstrasse,160, E17,50 per 2 persone a circa 5 km dalla città raggiungibile in bici.

Il campeggio è in campagna sul fiume Meno. Pulito ed essenziale, non ci sono piazzole, ma il posto a noi assegnato era un grande prato.

In centro proprio davanti alla Residenz , c’è un posteggio ampio a pagamento dove si può anche pernottare; noi abbiamo preferito il campeggio per provare finalmente la veranda e tirare fuori sdraio e tavolino!

Wurzurg è diversa dalle cittadine visitate finora: è un insieme di vecchio e nuovo, ricostruita dopo la seconda guerra mondiale.

E’ molto viva ed animata; noi abbiamo visitato la Residenz con degli interni bellissimi e il lungofiume (dove c’è anche un posteggio per camper ma non siamo riusciti a localizzarla).

Peccato che la mattina dopo pioveva e non abbiamo visitato la Marienberg,il palazzo fortezza in cima alla collina ricoperta di vigneti. Sarà per la prossima volta.

 

E così la Strada romantica è finita. Abbiamo incontrato moltissimi camper italiani ed infatti in tutti i posti dove siamo stati l’italiano è capito e parlato.L’itinerario ci è piaciuto e le cittadine più belle sono state Fussen, Rothemburg e Wurzburg.

 

Ed ora per il giorno di Ferragosto BAMBERGA

La raggiungiamo sotto la pioggia e posteggiamo in una via laterale verso il centro.E’ festa e quindi è tutto tranquillo.

La Bamberga storica è protetta dall’Unesco come Patrimonio mondiale dell’Umanità e quindi inutile dire che la visita è una piacevole scoperta.

Ma un’altra notevole scoperta è stata quella gastronomica:abbiamo pranzato molto bene e poi nel pomeriggio in un locale ai piedi del Duomo, in una delle birrerie storiche abbiamo bevuto la birra più buona di tutta la Baviera: la Rauchbier, la birra affumicata, una delle cose più sorprendenti; accompagnata da una fetta di strudel è fantastica.

Ingolstadt e Danubio

Per questi posti abbiamo seguito gli itinerari segnalati dalla rivista “Itinerari e Luoghi” di Giugno 2008.

La prima tappa è INGOLSTADT,che raggiungiamo da Bamberga con l’autostrada.

Sostiamo e pernottiamo al posteggio Hallbad, Jahnstrasse. E’ segnalato posteggio per camper; in effetti circa 10 posti sono riservati ai camper con scarico e carico; però non ci sono più posti e visto che ci sono tanti altri posteggi vuoti e camper posteggiati nei posteggi auto, ritiriamo il biglietto ed entriamo; siccome il posteggio di notte è gratuito, abbiamo speso in tutto 0,50 centesimi: vicinissimo al centro, tranquillo, con servizi igienici pulitissimi, nelle vicinanze di un parco.Meglio di così.

Il centro storico di Ingolstadt è raccolto, quindi si visita velocemente e comunque merita la sosta.

 

16 agosto, sabato km.30

AUDI FORUM E BAD-GOGGING

L’attrazione principale di Ingolstadt è l’Audi Forum con il Museum Mobile; si trova appena fuori dalla città e noi lo raggiungiamo col camper , ma c’è anche l’uscita autostradale.

La visita merita ,soprattutto per le auto d’epoca, splendide.

Il secondo itinerario prevede un’escursione in bicicletta con partenza da Bad-Gogging, che raggiungiamo in breve.

La cittadina è divisa in due parti: quando si arriva al bivio se si segue l’indicazione Limes Terme si va nella parte nuova delle terme e degli alberghi e dove c’è l’AA Camper; se si va a sinistra si passa il ponte sul fiume Abens e si è nel nucleo originario.

Noi ci fermiamo qui e ci fermiamo anche per la notte. E’ il posteggio dell’Hotel Eisvogel,an der Abens,20: come dice il cartello basta recarsi alla portineria e rilasciare i propri dati e vi si può sostare; il posto è bello ed è meglio dell’area per camper.

Quindi nel pomeriggio la prevista pedalata di 40 km lungo il Danubio.

Chi volesse fare di meno, molto bello è il percorso sterrato in mezzo al bosco che porta ad Abensberg: è segnalato e parte dalle Terme.

Il percorso in bici è stupendo: si passa in mezzo alle coltivazioni di luppolo, lungo il Danubio che scorre con forza e arriviamo anche al monastero di Weltenburg che visiteremo domani. Tutto è pianeggiante e per noi che abitiamo in Liguria dove devi per forza arrampicarti, è una manna.

 

17 agosto, domenica, km.90 circa

WELTENBURG- ABENSBERG-MONACO

Il terzo itinerario prevede una gita a piedi e in battello per visitare il convento di Weltenburg.

Quindi lasciamo Bad-Gogging e in breve siamo nel posteggio del convento di Weltenburg.Il pernottamento è tollerato.

Impieghiamo la mattinata per questa piacevolissima escursione, con grande gioia anche di Bingo che può finalmente correre in mezzo ai boschi . L’itinerario è ben segnalato: dal convento si attraversa il Danubio su una delle lunghe imbarcazioni (2E a persona) e si segue il sentiero Altmuhltal-Panoramaweg , si scende lungo il Danubio e si arriva  a Kelheim dove si prende il traghetto (E4,40) e si torna al Convento. L’escursione è di circa 7 km. Molto piacevole.

Di notevole interesse è il convento benettino dove c’è anche un burrificio e dove si mangia  e si beve nella piazza in lunghi tavoli, sotto gli alberi.

Prima di partire per Monaco facciamo tappa nella vicina Abensberg : c’è una visita guidata al birrificio Kuchbauer’s Bierwelt( Romerstrasse 5-9);posteggiamo il camper davanti all’entrata. A parte la spiegazione di cui non capiamo niente, la cosa più interessante è la degustazione dei vari    tipi  di birra: ottima.

Alle 19 circa con l’autostrada siamo a Monaco al campeggio THALKIRCHEN  (GPS N48,09078 E11,54432) Zentrallandstrasse,49, indicazioni per lo zoo. A notte per due persone E16.

E’ un campeggio enorme, noi abbiamo la fortuna di trovare un posto dove possiamo tirare fuori tavolino e veranda, ma non per tutti è così, certe piazzole sono veramente strette; comunque è pulito, comodo ,tranquillo , con carico e scarico. I biglietti per la metro si acquistano al campeggio, la metro è raggiungibile in bici o col bus che fa capolinea proprio al campeggio, noi ci siamo andati anche a piedi ma è lunga. In poche fermate si è a Marienplatz nel centro.

 

MONACO

 

Ci siamo fermati tre notti. Monaco è considerata la città più vivibile della Germania e l’impressione è proprio quella.

Quando dalla metropolitana si emerge sulla Marienplatz si rimane a bocca aperta: gli edifici che la circondano sono stupendi.

Dalla piazza in breve si raggiunge il Viktualienmarkt, una serie di negozi e banchi con cibi di ogni genere, soprattutto carne; vicino è una tappa da non mancare: la Hofbrauhaus: la più celebre birreria di Monaco. A pranzo è un luogo normale, tanta gente, tanti italiani, si mangia la solita carne; ma il bello è alla sera: entri e senti l’odore penetrante della birra, il fracasso è enorme, c’è l’orchestra di tromboni, gente che canta, batte i boccali sul tavolo: da vedere. C’è il sito Internet dal quale si può scaricare il menu.Anche sapendo un po’ di tedesco è bene tradurlo per arrivare lì preparati!

Un altro posto che non avrei lasciato è l’Englischer Garten , uno dei più grandi parchi d’Europa nel centro della città attraversata dall’Isar sulle cui sponde ci si può sdraiare a prendere il sole oppure stare all’ombra sotto uno dei grandi alberi; e il bello è che i cani possono scorazzare liberi.

Mezza giornata è stata dedicata a percorrere a caso le piste ciclabili intorno a Monaco: partendo dal campeggio ne abbiamo seguito che si è inoltrata nel bosco e poi lungo il fiume: meraviglioso.

 

20 agosto,mercoledì 40 km.

 

REGIONE DEI CINQUE LAGHI (a sud di Monaco)

In questo itinerario che comincia da Andechs, oltre all’abbazia , ci fermiamo a Herrsching am Ammersee dove pernottiamo e da lì in circa 20 km tutti su ciclabile raggiungiamo Diessen.

Dell’Abbazia di Andechs (ampio posteggio seguendo le indicazioni per l’abbazia) è notevole al Gasthaus: oltre al solito boccale di birra e i brezen, ci siamo portati via uno stinco e due fette di arrosto già pronte da mangiare sul camper: ne abbiamo avuto per la cena e per il pranzo!

Ad Herrsching abbiamo sostato e pernottato nel posteggio verso nord( seguire le indicazioni del posteggio per bus: il posteggio è di fronte): è tranquillo, sulle rive del lago, è a pagamento solo di giorno.

La cittadina è tranquillissima; per noi ha fatto da base per andare in bici prima verso il Worthsee e poi a sud a Diessen: una piacevole cittadina lacustre dove rilassarsi.


ALPI  BAVARESI

21 agosto, giovedì 80 km

OBERAMMERGAU

Abbiamo sostato e pernottato nell’area camper sulla Ettaler Strasse vicino al campeggio. L’area è senza servizi e sterrata, ma a noi è piaciuta perché c’era spazio, nel verde e lungo il fiume; meglio che nel campeggio uno vicino all’altro. Il costo è di 7E a notte, se non si hanno monete si a pagare al campeggio; peccato che si può sostare solo per una notte.

Il paese merita senz’altro una visita: le facciate delle case affrescate, il paesaggio circostante di montagne, boschi e pascoli.

Per noi la cosa più bella è stata la pedalata fino all’abbazia di Ettal e poi al castello di Linderhof che abbiamo visto solo all’esterno ed è stupendo.

La ciclabile sterrata passa attraverso sentieri lungo il fiume, prati ,boschi, persino in mezzo alle mucche, è ben segnalato e parte proprio dall’area camper.Avrei voluto fermare il tempo. Uno dei posti più belli.

 

22 agosto, venerdì 20 km.

GARMISCH 

Per la visita pomeridiana abbiamo sostato allOlympia- eissport Zentrum P6; è vicino al centro, ma non si può pernottare. Per la notte siamo andati all’Alpencamp am Wank , Wankbahnstrasse,2: piazzuole delimitate, carico,scarico,servizi pulitissimi,docce, bel panorama; da lì parte la telecabina per il monte Wank e dietro l’area parte il sentiero a piedi. L’area è lontana dalla cittadina, ma è servita dal bus. Il costo è di 9E a notte + 5E per la carta turistica, che dà diritto a sconti e al bus gratuito.

Garmisch è molto bella: curata con un’ampia zona pedonale e il Kurpark dove passeggiare nel verde.

Arrivando avevamo visto che c’era cartello della ciclabile che porta a Mittenwald. Quindi sabato mattina andiamo a Mittenwald lungo la ciclabile che prima corre parallela alla strada e poi passa nei boschi, lungo il lago e sentieri. E’ impossibile perdersi perché ben segnalato. Inutile dire che è stato stupendo.

Purtroppo è la nostra ultima uscita; nel pomeriggio torniamo in Italia attraverso lo Zirlpass. Avevo letto in altri diari che non era agevole a causa della pendenza del 16%; devo dire per rassicurare altri camperisti che la strada è bella e si scende tranquillamente.


Ultimo pernottamento a Trento nell’enorme posteggio fuori dall’autostrada, insieme ad altri camper.


Considerazioni finali:

Sarebbero tante le cose che vorrei dire; provo a fare un po’ di ordine

Aree Camper o Punto sosta: pur visitando zone turistiche abbiamo sempre trovato posto. Le AA sono quasi sempre a pagamento, ma sono ben curate, con servizi puliti e vicino alle città.

Biciclette: indispensabili. In Baviera  la pista ciclabile è onnipresente, è utile sia per svagarsi, sia per spostarsi da un paese all’altro senza spostare il camper; e poi è il mezzo migliore per vedere posti che altrimenti non si vedrebbero: è tutta un’altra dimensione.

Lingua:a Monaco e sulla Romantische Strasse l’italiano è capito, altrove l’inglese è parlato largamente; comunque i gesti vanno sempre bene.

Birra: fa parte dell’ambiente bavarese e quindi è impossibile non berla. E’ buona, costa meno che da noi e il boccale più piccolo è da mezzo litro!

Ristoranti: si mangia bene.Con un conto ragionevole dai 20 ai 30 euro si mangia in due carne e birra. A differenza dalla Francia dove non andiamo mai a mangiare fuori, in Baviera siamo andati molte volte.

Le carte di credito non sono accettate da tutti. Non esistono grandi supermercati come  in Francia; noi abbiamo fatto la spesa sempre al Lidl, che va benissimo; si compra bene nelle Metzgerei, macellerie-gastronomie. 

I Tedeschi: quelli che abbiamo incontrato sono stati cordiali, affabili; amano l’Italia(si vede dai numerosi prodotti made in Italy venduti nei negozi); diverse volte vedendo che eravamo italiani ci hanno chiesto di dove e un po’ in italiano un po’ in tedesco ci raccontavano dove erano stati nel nostro paese.

In conclusione la Germania ci ha conquistato, affascinato e sicuramente ci ritorneremo.

Km totali: 2300

Spese Totali: circa 1000 euro.

Galleria fotografica


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.

Camper nuovi disponibili in pronta consegna
631 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Accessori in primo piano
FIAMMA  VENT F PRO OBLO' MM. 400X400 FIAMMA VENT F PRO OBLO' MM. 400X400
NOVITA' 2017!!! Da Fiamma, nuovo oblò d'alta ...
www.camperonsale.it
MOLLA A GAS TELESCOPICA MOLLA A GAS TELESCOPICA
Lunghezza mm. 900 - Forza 200 N (cod. 6000119...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina