CamperOnLine.it Home Page
Camping Sport Magenta

Francia del Sud e Spagna del Nord

Francia del Sud e Spagna del Nord

Francia - Mentone, Carcassone, Lourdes, St. Jean de la Luz..., Spagna - San Sebastian, Pamplona, Saragozza, Tarragona, Barcellona...
Intorno ai Pirenei, Oceano Atlantico, Paesi Baschi. Tra il sacro e il profano

Periodo del viaggio 02/08/19 - 21/08/19 (19 giorni)
Pubblicato da peanto64Visita il profiloContattaInvia una mail il

Leggi il resoconto completo

Resoconto del viaggio

Confucio dice: "ovunque tu vada, vacci con tutto il tuo cuore".
 
Questo è quello che mi ha spinto a preparare il viaggio di agosto senza ridurlo ad una semplice vacanza. In ogni posto che andrò lascerò un pezzo di me e ogni luogo che vedrò arricchirà la mia anima. Siamo cinque camper, questo mi entusiasma e mi preoccupa allo stesso tempo: ho il camper da dicembre ma nasco viaggiatore.
 
Venerdì 2 agosto. Si parte da Napoli alle 16:00. Giusto per spezzare la nostra bella Italia in due, ci fermiamo subito dopo Firenze al parcheggio Villa Costanza, 10€ per pernottare in un enorme piazzale sorvegliato da telecamere e senza servizi, con possibilità di raggiungere facilmente in tram Firenze.

Sabato 3 agosto arriviamo a Ventimiglia al camping  Por La Mar altra tappa solo di avvicinamento che scopriamo piacevolmente essere un appoggio per visitare la Costa Azzurra. I gentilissimi gestori ti accompagnano a Mentone con 2,5€ a persona da dove con il treno ci si può spostare ovunque. Noi decidiamo di sgranchire le gambe e cominciare a respirare aria di Francia a Mentone, molto carina e turistica che vale un pomeriggio a zonzo.
 
Domenica 4 agosto ci aspetta la tappa più lungaS 513 km di autostrada fino a Carcassonne. Meglio metterle prima le tappe lunghe dove l’entusiasmo le fa pesare meno. Comunque arriviamo cotti. Ai tantissimi caselli francesi il telepass europeo di cui eravamo tutti forniti, spesso non apre la sbarra e bisogna chiamare al citofono l’operatore spiegando che sei un camper e non un autobus.
Il paesaggio è un po’ monotono e non allevia la lunghezza del viaggio ma alla vista della meta, un sorriso di sorpresa ci ripaga dello sforzo. Alla nostra destra si staglia tra gli alberi un enorme castello: l’antica Carcassonne. Il Camping de la Citè non è proprio vicino, ma appena svolte tutte le operazioni per la sosta, raccogliamo le forze e ci incamminiamo lungo un percorso che costeggia un ruscello verso il castello. Non tutti vengono ma chi ce la fa, viene ripagato dal tramonto che con i suoi colori rende ancor più magica l’atmosfera fiabesca. All’interno  delle mura, tutto è mantenuto alla perfezione turistica compresa la ricostruzione, con luci proiettate sui muri, delle atmosfere medievali. Il resto è tutto "pappatoria" e souvenir.
 
Lunedì 5 agosto, relax totale in piscina aspettando gli altri che hanno preferito Carcassonne di giorno. Si parte alle 15:00. Solo 260 km per la nostra successiva tappa: Lourdes. Anche qui giusto il tempo di sostare al fantastico Camping la Foret (già prenotato con anticipo) che si va a piedi al santuario: sarebbe ingiusto  raccontare un’esperienza che ognuno vive in maniera diversa. Quello che mi sento di dire è che non si va a Lourdes solo per dire: ci sono stato anch’io.
Il giorno dopo ancora Lourdes con bagno nelle piscine di acqua santa e giretto cittadino per acquistare i ricordini da portare ai parenti. Una menzione al Camping immerso nel verde e nella pace. Due notti passate a rigenerare il corpo e l’anima.
 
Mercoledì 7 agosto, si parte in direzione dell’atlantico e i paesi Baschi. La meta sarebbe stata San Sebastian già in terra spagnola ma non ero riuscito a trovare disponibilità nei camping vicini e rischiare di girare alla ricerca di un posto con 5 camper in colonna non mi sembrava igienico. Decidiamo di ripiegare sul confine francese dove l’unico Camping ad avermi dato un barlume di speranza è il Larrouleta ad Urrugne. Alla fine si è rilevata la scelta giusta con i bus a 200 metri per raggiungere Saint Jean de Luz, gradevole cittadina sul mare dove abbiamo battezzato il primo bagno nelle acque dell’oceano atlantico e la sera passeggiare lungo le stradine del porto con le case dalla particolare architettura e i luoghi storici dove si è sposato Luigi XIV.  E’ stato facile anche spostarsi  in Spagna con l’autobus che arriva a Hendaye e da lì parte la ferrovia spagnola che in 30 minuti ti porta a San Sebastian (Donostia per i baschi).
 
San Sebastian varrebbe una settimana di vacanza e in due giorni riesci a fare l’essenziale, soprattutto se capiti nella Semana Grande. E’ una città viva, giovane e turistica con la sua lunghissima spiaggia La Concha, la particolarità delle maree, il lusso dei tanti alberghi che richiamano la belle epoque e i ristoranti stellati, l’acquarium, la funicolare ma anche i vicoli della parte antica dove ti gira la testa solo per la scelta del locale per assaggiare i famosi Pintxos. Veramente a malincuore lasciamo questa zona che mi ha sempre incuriosito per la storia, la cultura e le tradizioni  basche. 
Anche il Camping Larrouleta vale una menzione per le attività e i servizi che offre. Ha al suo interno un laghetto dove si può pescare, fare un giro gratis in pedalò, praticare Sup e per i giovani al centro del lago un parco giochi gonfiabile.
 
Domenica 11 agosto si passa in Spagna, visto che gli spostamenti sono brevi, decidiamo di fare le statali che si rivelano scorrevoli e facili da interpretare, i paesaggi che ci accompagnano sono molto cangianti. Prima di arrivare a Pamplona, nostra prossima meta , sembra di essere tra gli Appennini e si viaggia al fresco.
Parcheggio Trinitarios vicino ai pompieri, arriviamo alle 13:00 e troviamo posto, nel pomeriggio si riempie di camper.
Due passi a piedi e ti immergi nella storia della Plaza de Toros sulle orme di Hemingway e nei luoghi degli encierros. Ci fermiamo ad assaggiare la prima paella: ottima
 
Lunedì 12 agosto. Prossima tappa Saragozza. Sempre statali ma il paesaggio cambia: diventa brullo in alcuni tratti sembrano scenari da film western. Il camping che ci accoglie è il Municipal de Zaragoza. Non offre praticamente nulla ed è anche distante e difficilmente raggiungibile il centro della città. Saragozza non mi ha colpito ma forse perché in un pomeriggio riesci a vedere poco o nulla, forse sarà la stanchezza accumulata. Tutto gira attorno alla Nostra Signora del Pilar ma c’è altro che sarebbe stato interessante vedere.
Il tour è stato impegnativo e ricco ma sta arrivando il meritato riposo.
 
Martedì 13 agosto entriamo trionfanti a Tarragona, Camping Las Palmeras. Abbiamo prenotato con largo anticipo proprio per non avere sorprese e invece di sorprese ne abbiamo avute. Due delle piazzole assegnateci erano sulla spiaggia; molto suggestivo ma arriviamo con vento forte e la sabbia che si intrufola dappertutto e per finire mi insabbio in manovra. Con l’aiuto di un cingolato mi tirano fuori e mi assegnano una piazzola più decente. Il camping è molto ben attrezzato: piscina, impianti sportivi, market e ristoranti. Un consiglio: meglio scegliere una piazzola più centrale, noi eravamo in zona cavalluccio di mare e dall’ingresso/market/ristorante la distanza è circa un chilometro.
Una piacevolissima sorpresa è Tarragona (la romana Tarraco),  con un piccolo anfiteatro e quattro pietre sparse è stracolma di turisti e io nativo di Pozzuoli non posso fare a meno che piangere. Tutti i giorni eventi dalla mattina alla sera, spettacoli in costume, rievocazione delle lotte tra gladiatori nell’anfiteatro sempre esaurito, per tutto il centro bande musicali improvvisate che seguono i gruppi folcloristici che provano le torri umane. E ancora il mercato chiuso dove i banchi di frutta sembrano gioiellerie e puoi assaggiare tutta la produzione della zona e anche una paella speciale.
 
Martedì 20 agosto. Soddisfatti e rinfrancati lasciamo Tarragona per avvicinarci a Barcellona, il giorno dopo alle 23 partiremo per Civitavecchia con un’offerta Grimaldi: 371€ 4 adulti in cabina interna uso esclusivo con camper da 7 metri e mezzo. 
Scegliamo l’Area camper Barcelona Beach vicino alla ferrovia regionale e in 20 minuti siamo a Barcellona e un pomeriggio in giro per la Rambla senza perdersi l’ultima paella (la migliore), innaffiata con un’ottima sangria da “El Quim de la Boqueria” nel famoso mercato.
 
Posso concludere che in questi 18 giorni in cui abbiamo raggirato i Pirenei, toccato il mare nostrum e l’oceano atlantico, incontrato e parlato con i francesi, con la solita puzza sotto il naso che quasi non tollerano i chiassosi turisti italiani, i baschi che tollerano solo loro stessi e gli spagnoli con i quali a pelle c’è più affinità, è andato tutto come preventivato. A dispetto di quello che sento spesso, pur essendo 5 camper in colonna e 14 persone tra giovani e anziani, non c’è stata alcuna difficoltà. Credo sia importante pianificare, confrontarsi, concordare ed infine decidere e poi durante il viaggio pazienza, collaborazione e massima libertà di decisione.
 
TOTALE CHILOMETRI EFFETTUATI: 2.920
COSTI TOTALI PER 4 ADULTI: 1.920€ di cui
- carburante     430
- pedaggi         199
- soste              920
- traghetto        371
 
 
SOSTE:
1) FIRENZE-PARCHEGGIO VILLA COSTANZA          N 43.754710                           E 11.171990
2) VENTIMIGLIA-CAMPING POR LA MAR                  N 43.793031                           E  7.564436
3) CARCASSONNE-CAMPING DE LA CITE’               N 43.200340                           E  2.353510
4) LOURDES- CAMPING LA FORET                           N 43.095795                           W 0.075185
5) URRUGNE-CAMPING LARROULETA                     N 43.37005                             W 1.68618
6) PAMPLONA-PARK. AUTOCAR. TRINITARIOS       N 42.4916                               W 01.3925
7) SARAGOZZA-CAMPING MUNIC. SARAGOZA       N 41.38165588                       W 056348288
8) TARRAGONA-CAMPING LAS PALMERAS              N 41.7 49                                 E 1. 18 43      
9) BARCELLONA-A C BARCELONA  BEACH              N 41.30460                              E 2. 24003    
 


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.
Sosta gratuita presso 1500 aziende agricole di Francia

Traghetti per isole e Paesi del Mediterraneo, prenotabili online!

AC Vivicamper

Traghetti per Sardegna e Corsica

Parco archeologico di Classe - Ravenna

7400 aree di sosta camper in 16 Paesi Europei!


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
1020 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Accessori in primo piano
TECNOLED Plafoniera Reference a LED mm. 320X320 - 7,6 W. - Con luce calda o fredda TECNOLED Plafoniera Reference a LED mm. ...
Dotata di 24 LED a doppia luminosita, luce b...
www.camperonsale.it
TECNOLED Plafoniera Reference a LED mm. 270X190 - 5,7 W. - Con dimmer TECNOLED Plafoniera Reference a LED mm. ...
Dotata di 18 LED; tramite linterruttore po...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Oscuranti termici per camper
Teli copertura per camper
Catene da neve per camper
Pale da neve e ghiaccio per camper
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati
Istituto aeronautico Lindbergh Flying School a Milano


Casa del modellismo, negozio di modellismo online rc


Il Risveglio Popolare, settimanale del Canavese
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina