CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Corfù, Lefkada, Cefalonia e Peloponneso

Corfù, Lefkada, Cefalonia e Peloponneso


30 giorni in Grecia tra isole e Peloponneso

Periodo del viaggio 25/07/11 - 27/08/11 (33 giorni)
Pubblicato da antonio700Visita il profiloContattaInvia una mail il

Resoconto del viaggio

Diario di bordo Corfù, lefkada, cefalonia, Peloponneso.
 
Equipaggio :
Antonio (41), Marilena (38), Alessio (11), Samoa (8), Iside (22 mesi).
 
Camper : Fiat 2.300 su Devil, 7m 20cm.
 
Luogo di partenza San G.la Punta (CT).
 
25 Luglio: Partenza da casa alle 19.00, alle 20.40 traghettiamo da Messina per Villa San Giovanni (euro 78 A/R), abbiamo la nave per Corfù da Brindisi giorno 28 alle 12.00 con imbarco alle 10.00, (biglietti aquistati prima 458 euro con la ENDEAVOR LINES), quindi avendo due giorni liberi, decidiamo di passarli a Miragica, parco divertimenti che si trova a Molfetta (Puglia). Ci fermiamo per dormire in un'area di servizio vicino Bari e sono già le 03.00 di notte.
26 Luglio: alle 07.00 con tre ore di sonno riparto e alle 08.00 siamo a Miragica, a Luglio il secondo giorno si entra gratis. Tutto il giorno al parco.
27 Luglio: Intera giornata passata al parco. Alle 22.30 usciamo dal parco, mettiamo a letto i bambini, stravolti dalla stanchezza, e mi metto alla guida, direzione Brindisi. Alle 01.30 arrivo al porto, ben segnalato, ci sistemiamo per la notte nel grande parcheggio della biglietteria, dove erano già presenti altri camper.
28 Luglio: sveglia alle 06.45, i bambini dormono e la biglietteria apre verso le 08.30, abbiamo tutto il tempo per una comoda colazione. L'imbarco che era previsto per le 10.00 si prolunga fino alle 12.45. Si parte finalmente alle 14.00, il viaggio è tranquillo e si arriva a Corfù alle 21.30. Appena usciti dal porto sulla sinistra troviamo un parcheggio a pagamento comodissimo, dove fermiamo il camper e facciamo una bella passeggiata tra i vicoli straripanti di negozzi di souvenir. Qui mangiamo la nostra prima pita  ghyro, dormiamo nel parcheggio dove avevamo lasciato il camper.
29 Luglio: sveglia alle 06.30, di parcheggio pago 3 euro, subito in marcia verso nord. Passando i chilometri mi rendo conto che la strada diventa sempre più complicata, troppo stretta, inoltre il mare si trova lontano dalla strada principale. Decido di tornare indietro e di cercare un camping almeno per un giorno. Troviamo posto al camping Karda, ( 39 euro per una notte). Tranquillià e mare discreto ci accompagnano fino a sera.
30 Luglio: fino a pranzo in campeggio, alle 13.30 ci dirigiamo verso Paleokastritsa, che dista una diecina di chilometri, ci fermiamo a fare il bagno in due posti spettacolari, nel primo scogli con mare blu cobalto nel secondo, sabbia con acqua limpidissima. Alle 19.00 visita al monastero, e poi ritorno a Corfù, per passeggiata tra i negozi, e cena con pitas gyros. La notte la passiamo nel parcheggio della sera prima.
31 Luglio: oggi Sidari, per vedere il canale dell'amore. Sveglia alle 07.00, con i bambini che dormono mi metto in marcia, la strada è piena di curve ma buona. Arriviamo alle 09.00, prima di  entrare in paese ci fermiamo in un parcheggio alla sinistra dell'entrata. Per arrivare al canale c'è un po' di strada da fare a piedi, ma ne vale la pena, lo spettacolo naturale che appare ai nostri occhi dopo una leggera salita è unico. Alle 15.00 ripartiamo per Corfù, dove visiteremo questo pomeriggio la spianada e i due bastioni.
Alle 16.30 siamo davanti al primo bastione, la visita è interessante, (3 euro per adulto, i bambini non pagano), il secondo bastione lo troviamo chiuso ma in parte si può visitare. La notte la passiamo sempre nello stesso parcheggio.
1 Agosto: partiamo presto, direzione Sud, tutti ci sconsigliano la visita al sud, perché non interessante, vedremo!!! Ci fermiamo in una spiaggia attrezzata con lidi e docce di cui non ricordo il nome, affettivamente il panorama è bello, ma il mare non tanto, comunque è giusto scendere a sud per dare un'occhiata.
Alle 14.30 siamo al porto per prendere la  nave per Igoumenitsa. Costo un camper più equipaggio 76.00 euro. Arriviamo alle 16.00 ad Igoumenista e subito ci dirigiamo verso Parga. Il posteggio è difficoltoso, ma trovato posto, la baia ed il paese sono veramente splendidi, consiglio vivamente una sosta. Alle 22.10 mi metto in marcia verso Preveza dove conto di passare la notte.
2 Agosto: abbiamo dormito in un parcheggio di Preveza in un punto non ben definito vista l'ora in cui siamo arrivati. Alle 07.30 attraversiamo il tunnel sotto il mare che ci collega con Lefkada. A Lefkada è mia intenzione andare ad agios Nikoter, splendida baia dove passeremo l'intera giornata. La sera ritoniamo a Lefkada paese per una bella passeggiata notturna, dormiamo in un bel parcheggio dentro la cittadina stessa, molto comodo.
3 Agosto: Questa mattina partiamo alla volta di Gialos, spiaggia molto bella e grande, ma per arrivarci discese mozzafiato con tornanti mozzafiato, e di conseguenza salite mozzafiato, povero camper, per scendere e salire ci vuole un po' di coraggio unito ad un po' di incoscenza. Rimaniamo sulla spiaggia di Gialos fino alle 15.00, dopo ci spostiamo a Porto Katsiki la spiaggia più famosa di Lefkada, la strada è più comoda e quando arriviamo troviamo anche un bel parcheggio (10 Euro intera giornata). Qui il mare è fantastico, scendiamo i 104 scalini per arrivare in spiaggia, dove restiamo fino alle 20.00. Risaliti dopo cena ci troviamo travolti da un milione di stelle. Tutti a letto
4 Agosto: sveglia alle 06.30, andiamo a Capo Lefkada detto anche Salto di Saffo, dove la poetessa Saffo si getto per disperazione d'amore. Dopo un migliaio di curve desistiamo e ci accontentiamo di vedere il faro da lontano, comunque la strada anche se è stretta, è buona, il nostro è solo un problema di tempo. Giriamo e ci dirigiamo a Vasiliki, dove troviamo un bel Camping  di cui non ricordo il nome, ma è l'unico, persone molto cordiali, pulito e calmo, pago 30,50 euro tutto compreso. Tutto il giorno pulizie del caso,  mare e relax, per quello che si può fare quando uno ha tre figli.
5 Agosto: mattina mare, alle 14.00, usciamo dal campeggio, direzione Nigri. Il mare non è bellissimo, il paese un po' meglio, alle 22.00 siamo al porto di Vasiliki, domani mattina alle 09.00 prendiamo la nave per Cefalonia. Le navi partono cinque volte al giorno, alle 09.00, alle 12.00, alle 13.00, alle 15.00 e alle 18.00.
6 Agosto: alle 07.00 suona la sveglia, mi alzo dopo i rituali mattutini vado a fare i biglietti. Brutta notizia , si doveva prenotare, la nave delle 09.00 è completa ci spostano sulla nave delle 13.00. Io non mi do per vinto e vado a parlare col signore che organizza il posizionamento delle macchine sulla nave, lo prego di potermi sistemare all'ultimo minuto in caso di assenza di qualcuno, così è infatti, alle 09.00 esatte ci imbarchiamo. Alle 10.00 siamo a Fiskardo, il paese non offre molto, ma ci passiamo l'intera mattinata. Nel pomeriggio ci spostiamo direzione Sami, oggi niente mare perché Samoa, detta Sami, ha qualche linea di febbre. Vicino Sami andiamo a visitare il lake Melissani, lago sotterraneo con giro in barca (7 euro adulti, 4 euro bambini), e le grotte di Drongorati (5 euro adulti, 3 euro bambini), la sera passeggiata a Sami, andiamo a dormire in un parcheggio a Antisami, con bella spiaggia attrezzata con docce e bagni (8 euro intera giornata).
7 Agosto: ci svegliamo presto e scendiamo subito in spiaggia a fare un bel bagno. Dopo ci dirigiamo a Ossos, paese per nulla  comodo per i camper, appena giunti all'ingresso del paese trovate l'indicazione per due posteggi, andate verso il parcheggio di destra, ad un certo punto la strada si allarga, posteggiate lì. Il paesino è bellino, ma nulla di più. Per la sera decidiamo di fare una passeggiata ad Argostoli, paese molto animato, parcheggiamo e dormiamo al porto.
8 Agosto: mi sveglio alle 06.30, mi rifornisco d'acqua in una fontana di fortuna trovata al porto e parto direzione Mirtos Beach, faccio la strada che da Argostoli porta a Sami  e poi direzione Mirtos, la strada che da Ossos porta ad Argostoli è piena di salite infinite e discese infinite, quando si arriva ad Argostoli c'è una puzza di freni surriscaldati che viene voglia di piangere. Alle 08.00 siamo sulla spiaggia di Mirtos, qui passeremo tutta la giornata, è bellissimo anche perché quando arriviamo noi non c'è nessuno, tutta la spiaggia è nostra. Passiamo una giornata spettacolare, la sera stanchi dormiamo lungo la strada che porta a Sami.
9 Agosto: alle 08.00 siamo d'avanti al Camping Karavomilos, credo l'unico camping dell'isola, ben organizzato con piscina, l'unico neo sono le cicale, sono talmente tante, che a fine giornata ti senti stordito, svolazzano da pertutto. Comunque passiamo una giornata di relax tra pulizie e piscina. La sera andiamo a Sami a piedi.
10 Agosto: oggi è prevista passeggiata in bici fino a Sami e colazione. Bagno in piscina, alle 14.00 usciamo dal campeggio direzione Skala,  Kaminia beach e Mounda beach, nelle ultime due spiaggie a volte vanno a nidificare le tartarughe Caretta Caretta, inoltre si possono avvistare anche le aquile. Le spiaggie sono di sabbia finissima, ma tartarughe non se ne sono viste, avvistiamo solo un'aquila. La sera andiamo a Poros, per una breve passeggiata il paese e piccolo ed offre poco. Domani ci imbarchiamo da Poros direzione Kilini, nel Peloponneso. Ci sono tre navi giornaliere alle 08.00, alle 13.00 e alle 17.00. Noi proveremo a prendere quella delle 08.00, la navigazione dura un'ora e mezza. Dormiamo al porto.
11 Agosto: sveglia alle 06.30, mi rifornisco d'acqua in una delle numerose fontanelle presenti. Alle 07.15 apre la biglietteria, dicendo che il camper è solo 6 metri pago 89,90 euro. Arriviamo a Kilini alle 09.20, visto che la giornata è un po' ventosa decidiamo di andare ad Olimpia, a circa 55 Km da Kilini in una strada molto comoda e ben segnalata. Arriviamo con molta calma alle 11.00 posteggiamo facilmente in un ampio parcheggio, ci rilassiamo facendo una passeggiata tra i negozzi e dopo pranzo ci dirigiamo all'ingresso. 6 euro visita agli scavi, 6 euro visita al museo, che resta aperto fino alle 20.00, biglietto unico 9 euro, pagano solo gli adulti. Il museo credo sia molto più interessante degli scavi.  Alle 18.30 partiamo da Olimpia direzione Kalo Nero a 75 Km, spiaggia dove vanno a nidificare le tartarughe Caretta Caretta. Arriviamo alle 19.30, strada comoda, ci posteggiamo sul lungo mare, proprio d'avanti a parecchi nidi di uova, ben delimitati e controllati dai volontari, che ci spiegano con il mio inglese molto elementare, che ogni notte può essere quella buona per la schiusa delle uova. Dopo cena ci posizioniamo sulla spiaggia per cercare di avvistare qualche tartaruga, ma nulla.
12 Agosto: sveglia alle 08.00, tutti a mare. Ci sono i cavalloni e i bambini ed io ci divertiamo come i pazzi. Alcuni camperisti ci dicono che insieme ai volontari sono riusciti a vedere le tartarughe, ci dicono che organizzano due spedizioni di verifica dei nidi, una alle 22.15 ed una alle 00.15, questa sera ci riproviamo. Alle 14.00 dopo un ottimo pranzo a base di pesce mangiato in una taverna (39.00 euro), partiamo direzione Kalamata, distante 65 Km. La città non offre nulla, solo un castello distrutto, un po' delusi torniamo a Kalo Nero per riprovare a vedere le tartarughe. Alle 22.10 siamo d'avanti al gabiotto dei volontari, partiamo alle 22.30, ci fermiamo varie volte a verificare vari nidi, fino a quando ne troviamo uno dove sono nate quattro piccole tartarughe, i bambini sono al settimo cielo, contenti andiamo a letto, dopo aver comprato alcuni gadget.
13 Agosto: sveglia alle 06.30, mentre tutti dormono, partenza verso Pilos, la strada è accettabile, qualche problema attraversando i paesi, decidiamo di superare Pilos ed andare a visitare la Cittadella a Methoni, si tratta di una città fortificata costruita dalla Serenissima dal XIII secolo sulla punta astrema del promontorio, la visita risulta veramente interessante e bella dal punto di vista naturalistico. Alle 11.30, ripartiamo verso Pilos e troviamo posteggio nella salitina che porta al Castello, pranziamo ed andiamo a visitare il castello. Pomeriggio mare, sempre a Pilos. La sera dopo una breve passeggiata nel centro, facciamo C/S nei bagni pubblici del porto e partiamo verso le 22.00, direzione penisola del Mani, ho intenzione di fermarmi per la notte a Kalamata. Troviamo  posto per dormire in un parcheggio di un supermercato 
14 Agosto:la sveglia suona alle 06.30, ci prepariamo e partiamo verso il Mani, la strada è piena di curve ma buona, superato il paese di Kardamili, prima di arrivare al successivo paese, notiamo una caletta piccolissima, posteggio il camper lungo la strada, svegliamo i bambini e già alle 08.30 siamo a mare, fantastico. La spiaggia è tutta nostra, facciamo un bagno da favola con la maschera, troviamo anche due belle stelle marine, che fotografiamo ma non tocchiamo. Dopo pranzo ci dirigiamo a Stouta, piccolo paese con due spiaggie, una grande e sabbiosa ed una più piccola con piccolissime pietroline e con fondale roccioso. Alle 18.30 partiamo verso Aeropoli, dove vogliamo trascorrere la serata, visto che domani abbiamo intensione di andare a visitare le grotte di Dourò. Parcheggiamo in un parcheggio comodissimo all'ingresso del paese, dove incontriamo Manuela ed Alberto con le due loro figlie Sara e Francesca, entriamo subito in sintonia, e passiamo la serata insieme. Domani andremo tutti insieme a visitare le grotte, dormiamo al parcheggio.
15 Agosto : la sveglia suona alle 06.45, perché anche se siamo a circa 10 Km dalle grotte, visto che oggi è festivo vogliamo anticipare un po' tutti. Alle 07.50 siamo all'ingresso, la biglietteria apre alle 08.30 (12 euro adulti, 7 euro bambini dai 3 ai 13 anni), il primo tratto si fa con una canoa e dura circa 10 minuti, la seconda parte a piedi circa 5 minuti. La visita è molto piacevole, usciti dalle grotte ci spostiamo sulla spiaggia antistante, e li passiamo l'intera mattinata. Dopo pranzo sempre con questi nuovi amici, decidiamo di andare a Porto Tenaro, punto espremo del peloponneso, e punto più a sud d'Europa. Passiamo per Vithia, città fantasma, che per la sua posizione rappresenta un punto panoramico unico. Arriviamo a Porto Kàgio alle 16.00, la baia è bellissima ma il posto in sé non merita più di un bagno, posteggiamo in un parcheggio della taverna o'portu, che non fa pagare posteggio ma si aspetta che andiate a cena. Noi facciamo un bagno e dopo due ore ripartiamo per Porto ......, la baia merita una visita, molto più bello di Porto Kagiò. Alle 19.30 riprendiamo il cammino verso Aeropoli dove pensiamo di passare la notte, per poi domani andare a Ghitio. Durante il ritorno ci fermiamo a vedere il tramonto da un belvedere, dove ceniamo, uno spettacolo. Alle 22.00 arriviamo ad Aeropoli e ci sistemiamo nel posteggio della sera prima.
16 Agosto: la sveglia suona alle 06.45, alle 07.00 si parte. Arriviamo a Ghitio verso le 08.00, superato il paese a circa 4 Km in una spiaggia sabbiosa c'è un  relitto di una grossa nave, tutta fatta di ferro di nome Dimitrios, sempre in questa spiaggia c'è un comodissimo parcheggio con annessa taverna, abbiamo passato una giornata particolare, siamo saliti sulla nave e l'abbiamo girata da cima a fondo, facendo 2000 foto. I bambini sono rimasti l'intera giornata in acqua, e la sera fatta la doccia al bar, siamo andati in paese a cena in un'ottima taverna, posta vicino al faro, abbiamo pagato 32 euro a famiglia. Il paesino, ovviamente turistico, offre la possibilità di passare una piacevole serata. La notte l'abbiamo trascorsa nel parcheggio della spiaggia con il relitto.
17 Agosto : sveglia come al solito alle 06.45, partenza alle 07.00. Oggi ci dirigiamo verso Monemvavassia, però faremo una tappa intermedia a Plitra, piccolo paese dove c'è una vecchia e piccolissima città sommersa, con pochi resti. La mattinata passa in modo piacevole, anche perché gli scogli creano un piscina naturale. Alle 14.30 partiamo verso Monemvavassia, dove arriviamo alle 16.00, la polizia non vuole che  i camper stiano al porto, ne oltre il ponte, ci fanno sistemare in uno spiazzo vicino al porto, comunque comodo. Con stupore generale nel porto c'erano due tartarughe Caretta Caretta enormi, i bambini erano al settimo cielo. La visita alla fortezza è veramente bella, rimaniamo a mangiare l'ennesimo  Pita ghiros e verso le 22.00 partiamo in direzione Elafonisis, distante 68 Km, arriviamo al porto alle 23.30 prendiamo subito il traghetto per l'isola, costo 25 euro. Arrivati al porto in quella che tutti definiscono un'isola fantastica, ci sistemiamo e dormiamo.
18 Agosto : alle 08.00 ci presentiamo all'unico campeggio presente, ci sistemano in una sorta di parcheggio assolato, dove sono presenti solo italiani, sembra di stare in punizione reparto lebrosi. Il mare è stupendo ma il vento soffia forte.  Nel pomeriggio il vento si calma un po' e finalmente facciamo un bel bagno rilassante, la sera andiamo nel piccolo porto distante quattro chilometri, usando il servizio navetta fornito dal campeggio.
19 Agosto : senza puntare alcuna sveglia ci svegliamo alle 08.00. Passiamo la mattinata al mare, peccato che alle 10.00 inizia a soffiare un vento fortissimo. Dopo pranzo usciamo dal campeggio per nulla sodisfatti, sia per il campeggio, sia per il vento, e prendiamo il traghetto, oggi pomeriggio spesa e spostamento a Sparta, per poter visitare Mistras. Passeggiata serale a Sparta, per la notte ci sistemiamo insieme a due camper di napoletani in uno spiazzo lungo la strada che da Sparta porta a Mistras. Ci separiamo da Alberto e Manuela, perché a loro non fa piacere visitare Mistras, domani pomeriggio ci incotreremo a Nafplio.
20 Agosto : sveglia alle 06.45, i napoletani sono già partiti, ci dirigiamo verso Mistras, il sito archeologico apre alle 08.00, si compone di due parti con un biglietto unico di 5 euro solo per gli adulti, conviene visitare la parte bassa, fatto il giro si prende il camper e si posteggia al castello a circa 3 Km, per visitare la seconda parte. La visita è veramente interessante, specialmente la prima parte. Restiamo al castello, dentro il camper, a mangiare, nel pomeriggio ci spostiamo verso Nafplio, dove dovremmo incontrare nuovamente i nostri amici di Torino.  Ci incontriamo a Karatona beach, spiaggia attrezzata fuori il paese. La sera a cena a Nafplio.
21 Agosto : ci svegliamo alle 06.45, ci sistemiamo a partiamo direzione teatro di Epidauro. La biglietteria apre alle 08.30, ( 6 euro solo adulti), mettendosi al centro del teatro si sente un'acustica incredibile, tutto il sito è veramente interessante. All'uscita arriva il momento dei saluti con i nostri amici di Torino, è solo un'arrivederci, perché con loro ci siamo trovati veramente bene. Riprendiamo la nostra marcia direzione Corinto. Per chi soffre di vertigini il canale rappresenta una bella prova, specie vedere i ragazzi che fanno bungee junping, verso le 16.00 ci dirigiamo verso Kiato, posteggiamo circa tre chilometri fuori il paese, in uno spiazzo in una spiaggia frequentata solo da greci e attrezzata con docce. Alle 19.00 facciamo una passeggiata nel paese vicino, Xilocastro, molto animato ma tutti greci. Alle 22.00 mi metto alla guida per andare a Diakofto, dove intendo fermarmi per dormire per poi continuare per Kalavrita, paese in cui ci sono delle grotte con laghetti sotterranei.
22 Agosto :arrivato a Diakofto, viste le molte curve che ci separano dalle gratte, decido di proseguire verso Kalavrita, a metà strada mi fermo nel parcheggio di una taverna per la notte. Alle 08.30 siamo alle grotte, (9 euro adulti, 4,50 i bambini dai 6 ai 13 anni), apre alle 09.00, alle 09,30 siamo dentro, tutto ci appare immediatamente fantastico, un'insieme di piccoli laghi all'interno di grotte piene di stalattiti e stalagmiti, tutto mentre i pipistrelli svolazzano intorno, strano che nei viaggi dei vari camperisti solo raramente se ne parla, andateci ne vale la pena. A pranzo, approfitto della posta aperta nel paese di Kalavrita e pago una multa rimediata giorno 14, (80 euro per divieto di sosta), con piacere mi fanno pagare solo la metà, perché pagata entro i dieci giorni. Dopo pranzo, approfitto che i bambini dormono, mi dirigo a Egio, dove facciamo un bagno e la spesa, nulla di speciale. La sera partiamo direzione Meteore, suggestivo il mega ponte che unisce il peloponneso alla parte alta della Grecia, in Sicilia è solo un sogno, il pedagio una volta attraversato è di 12.90, Messina/Villa San Giovanni costa A/R 78.00 euro. La notte ci fermiamo a Arta.
23 Agosto :sveglia alle 06.30, alle 10.00 siamo alle Meteore, dopo sosta colazione. Una sola parola, fantastico. L'ingresso ad ogni monastero è di 2 euro, aprono tutti alle 09.00 ma qualcuno chiude alle 16.00, altri alle 17.00, saliamo in quattro monasteri, è veramente dura con Iside seduta sul seggiolino da spalle. Alle 22.00 dopo la cena consumata sul belvedere ci mettiamo in marcia verso il lago di Ioannina, dove arriviamo alle 23.45, vista l'ora passiamo la notte in un grosso parcheggio di un supermercato.
24 Agosto : sveglia alle 07.15, ci moviamo con il camper per renderci conto di dove siamo. Troviamo posteggio lungo le mura della cittadella fortificata, mi rendo conto che li si può anche dormire, passato il certro di Ioannina lungo la cittadella girare a dx lungo il lago, pieno di divieti di sosta ma con duemila macchine posteggiate, comunque trovo un posto rientrato, senza divieti, con una fontana vicina e i bagni pubblici per poter scaricare, molto sporchi, ma per quello che devo fare, vanno più che bene. Ioannina è stata proclamata come migliore città con artisti della lavorazione dell'argento, infatti ci sono centinaia di negozietti che vendono l'argento a prezzi contenuti. Sul lago c'e un vaporetto, al costo di 2 euro a persona, solo andata, che fa arrivare su di un isolotto molto turistico, dove è simpatico andare a pranzo o a cena, acquistare argento è più conveniente sull'isolotto. La mattina la passiamo su quest'isolotto, il pomeriggio e la sera mega passeggiata in paese. Alle 22.45 tutti a letto.
25 Agosto :partiamo alle 07.00, direzione Parga, paesino di mare che molto c'è piaciuto all'andata. Passiamo tutta la giornata, alle 20.00 parto, direzione Igoumentsa dove alle 22.00 ci imbarchiamo, con partenza 23.59, destinazione Brindisi.
26 Agosto :nottata indimenticabile, una sofferenza totale e micidiale per il caldo. Arriviamo puntuali, oggi passeremo l'intera giornata a Fasanolandia.
27 Agosto :intera giornata passata in un parco acquatico a Cellino. Partenza verso casa alle 21.00. 
28 Agosto :arrivo a casa alle 10.00, stanchi ma felici.
 
Conclusioni e considerazioni: la parte della Grecia visitata è molto varia sia in termini di strade di usanze che costi, unico punto in comune è il cibo, si mangia bene in tutte le parti. Le isole sono sicuramente più care, anche il gasolio costa di più, circa 1.500 euro, le strade mettono a dura prova il camper per le troppe salite ripide e per le discese che surriscaldano i freni, sono più naturalistiche. Nel peloponneso le strade sono buone e i prezzi più contenuti, abbiamo pranzato molte volte al ristorante con pesce, pagando mediamente 35.00 euro. Non abbiamo visto una nuvola nell'intero mese, temperatura piacevole senza umidità, la notte si dormiva con un freschetto piacevole. Abbiamo percorso circa 4.400 Km, non abbiamo avuto problemi con nessuno, i greci sono molto ospitali. Voto 10 e lode, ci ritorneremo, magari con i nostri nuovi amici di Torino.


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.
7400 aree di sosta camper in 16 Paesi Europei!

Sosta gratuita presso 1500 aziende agricole di Francia

Traghetti per isole e Paesi del Mediterraneo, prenotabili online!

AC Vivicamper

Traghetti per Sardegna e Corsica

Porto Antico di Classe - Ravenna


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
939 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita

Accessori in primo piano
FIAMMA SECURITY 46 MANIGLIONE E CHIUSURA DI SICUREZZA PER PORTA INGRESSO FIAMMA SECURITY 46 MANIGLIONE E CHIUSURA...
Elegante maniglia di sicurezza realizzata in ...
www.camperonsale.it
FIAMMA SECURITY 31 MANIGLIONE E CHIUSURA DI SICUREZZA PER PORTA INGRESSO FIAMMA SECURITY 31 MANIGLIONE E CHIUSURA...
Elegante maniglia di sicurezza realizzata in ...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati
Istituto aeronautico Lindbergh Flying School a Milano


Il Risveglio Popolare, settimanale del Canavese


Shoppiland, vendita online di articoli per casa, salute ed elettronica
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina