CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Eurodisney e Parigi

Eurodisney e Parigi


Un viaggio breve ma intenso di emozioni nella splendida terra francese, per la gioia dei piccoli e dei grandi.

Periodo del viaggio 28/03/10 - 05/04/10 (8 giorni)
Pubblicato da Omar69Visita il profiloContattaInvia una mail il

Resoconto del viaggio

 

EURODISNEY E PARIGI PASQUA 2010
 
Equipaggio: Giorgio 41     Emanuela 40
                   Giulia 13        Luca 5
 
Automezzo: Kea M71 del 2009 su Ducato 130 CV
 
Partenza: Sarzana (SP)
 
PREMESSA
Sono (finalmente) iniziate la vacanze di Pasqua e noi ne abbiamo approfittato per fare uno splendido viaggio a Parigi e a Eurodisney.
Circa una settimana prima siamo andati in libreria alla ricerca di informazioni su Parigi. Dopo aver consultato vari itinerari, è arrivato il giorno della partenza.
 
DIARIO
Domenica 28 marzo
Partiamo, verso le 11:00, da Sarzana, in provincia di La Spezia, prendiamo l’autostrada per Genova e poi per Alessandria, Torino, Bardonecchia.
Alle 13:30 ci fermiamo in Autogrill nei pressi di Torino, per una pausa pranzo.
Arriviamo così, alle 17:00, al traforo del Fréjus, che attraversiamo in 13 minuti. Al casello del traforo, con nostro stupore, ci dicono che il biglietto A/R costa € 58, 50 ed è valido 8 giorni (fino alla mezzanotte di domenica 4 aprile che per noi risulta perfetto, secondo i nostri programmi), contro i  € 46,50 della corsa di sola andata. Ci ritroviamo in Francia, dove ci accoglie una pioggerellina che ci fa già ricordare con nostalgia il bel sole primaverile di Sarzana.
Proseguiamo in autostrada fino a Chambéry. Durante il percorso ci accorgiamo che una strada nazionale gli corre parallela e ci rendiamo conto all’uscita del casello, che ci avrebbe fatto risparmiare 14, 80 €!!!!   
Prendiamo l’uscita di Challes-les-Eaux, dove cerchiamo il Camping Municipal che avevamo selezionato per la prima tappa.
Alle 18:30 ci troviamo davanti al camping e… sorpresa “camping fermè”. Decidiamo a questo punto di spostarci a Chambéry presso il centro sportivo “Delphine et Jonathan”, dove un comodo parcheggio gratuito con carico e scarico funzionanti, ci accoglie e quindi decidiamo di passare qui la nostra prima notte in territorio francese. Coordinate nord 46° 37’ 16’’ est 4° 44’ 20’’.
Lunedì 29 marzo
Abbiamo trascorso una notte tranquillissima; intorno alle 7:00 è cominciato il viavai delle auto degli studenti della vicina scuola, quindi sveglia, colazione, scarico dei serbatoi e partenza alle 8:30, destinazione Euro Disney.
Imbocchiamo l’autostrada A6 direzione Parigi; durante il viaggio, vediamo numerosi pascoli e piccoli paesini arroccati su qualche collina. Da questo capiamo la vocazione agricola e per l’allevamento bovino dei francesi.
Ore 10:30, pausa caffè in una delle innumerevoli e meravigliose aree di sosta, munite di parco giochi, servizi igienici molto puliti e aree per picnic.
Alle 13:30 ci fermiamo in un’altra area per il pranzo, quando ci separano ancora 225 km da Disneyland; qui incontriamo un nostro connazionale, camionista, che avevamo già superato e salutato per strada. Scambiamo quattro parole, giusto per risentire l’italiano.Dopo il pranzo ristoratore, ci incamminiamo per la nostra meta, che raggiungiamo alle ore 17 in punto, dopo 1080 km da Sarzana e dopo il salasso dell’autostrada, € 49,50.
Varchiamo l’ingresso di Euro Disney, dove paghiamo in anticipo € 15,00 per la prima notte. Troviamo la sistemazione nello sterminato parcheggio. Il tempo di organizzarci (10 minuti) e via… sui tapirulan, verso l’ingresso del parco, giusto per capire come muoverci l’indomani.
 
         
 
 
Martedì 30 marzo
L’indomani è arrivato, dopo una notte tranquilla e riposante, ci svegliamo sotto alcuni scrosci d’acqua che ci fanno temere per il proseguo della giornata,non importa. Dopo la colazione ci armiamo di k-way e ombrelli e partiamo per il parco.
Avevamo già i biglietti prenotati su internet e finalmente ci tuffiamo nel mondo incantato di Disneyland. Il tempo regge e tra una coda e l’altra, lo stupore dei bimbi, soprattutto il piccolo, riusciamo a girare quasi tutto il parco e alle 17:00 assistiamo alla tanto attesa parata delle star.
Purtroppo sul più bello comincia a piovere forte e ci disturba la favola dei personaggi sui carri allestiti a tema.
Ciò nonostante la sfilata prosegue e svela tutta la sua magia che si specchia negli occhi spalancati dei bambini incuranti della pioggia.
Terminata la sfilata, un po’ bagnati e infreddoliti, decidiamo di far rientro al camper, dove ci attendono un bel calduccio e un caffè veramente desiderati.
La giornata è stata veramente intensa e sicuramente divertente non tanto per le attrazioni, che sono molto simili ai nostri parchi divertimento, ma per l’atmosfera fiabesca e decisamente magica che si respira appena si entra nel parco.
 
     
 
Mercoledì 31 marzo
Oggi visitiamo i Walt Disney Studios. Avendo già i biglietti, non abbiamo fatto nessuna fila per entrare. Ci accoglie subito Topolino a braccia aperte; ci dirigiamo al centro informazioni per organizzare la giornata e per prenotare il pranzo con i personaggi Disney,  cosa che consiglio a tutti quelli che vogliono godere a pieno le attrazioni.
La cosa più bella degli Studios è che sembra di essere veramente dentro un cartone animato della Disney, con i personaggi in carne ed ossa che ti accompagnano in giro per il parco.
Dopo alcune attrazioni visitate, giunge l’ora di pranzo, che consumiamo nel ristorante prescelto “Restaurant des Star” in compagnia di Remy il topo del film Ratatouille che viene portato in giro su un tavolo e passa in mezzo a noi che siamo seduti a mangiare,potete immaginare la felicità dei bambini che vedono dal vivo i loro beniamini !!!!!!!!!!
Ci divertiamo ancora per un po’, ma il solito tempo francese, ci interrompe la parata dei personaggi con uno scroscio d’acqua che scatena il fuggi fuggi .
È giunto ormai il momento di lasciare questo mondo incantato e tornare con i piedi per terra,prima però dobbiamo ancora passare ad acquistare i souvenir Disney che danno una bella scossa alla carta di credito!!!
Rientriamo contentissimi al nostro camper e sono già le 19:00, scarico bagagli,doccia e corvè cucina !!!!!!!!
Nel parcheggio, incontriamo alcuni amici del forum,con i quali avevamo scambiato i numeri telefonici,e con tanto piacere ci conosciamo dal vivo, dopo esserci parlati on-line ,ci scambiamo a vicenda le impressioni della giornata e poi tutti a godersi il meritato riposo.
 
   
 
Giovedì 1 aprile 2010
Risveglio di buonora e affardellamento tattico, pronti via, sono le 11:00 !!!!
Direzione Versailles, volevamo visitare la reggia, ma a causa del traffico che incontriamo nel tragitto da Disneyland a Versailles, arriviamo al Château che sono quasi le 13:00.
A questo punto riteniamo opportuno non entrare a visitare le ville, in quanto questo posto merita sicuramente una visita più approfondita.
Decidiamo di fermarci in un supermercato a fare un po’ di spesa e poi ci dirigiamo al camping “Bois de Boulogne” che avevamo prenotato.
Velocemente espletiamo le formalità alla reception,acquistiamo la “Parì v’site card”,che è una carta che ti permette di usufruire di tutti i mezzi pubblici,metropolitana,ecc. per i giorni desiderati. Noi sciegliamo di fare quella dei tre giorni € 70,00, ci sistemiamo in piazzola, e via verso la Tour Eiffel.
Bellissima. Decidiamo, visto la lunghissima coda per salire alla Torre con l’ascensore, di prendere le scale e fermarci al 2° piano.
Parigi vista da lassù è ancora più bella, ma dato l’orario 19:30 prendiamo un caffè e due croissant al bar del 2° piano, e cominciamo la discesa.
Rientriamo al camping verso le 21:00, doccia, cena e a nanna !!!
 
     
 
 
 
Venerdì 2 aprile 2010
Ci voleva proprio il riposo di una notte per riprendere le forze, ma alle 10:30 siamo già pronti alla fermata della navetta per Porte Maillot. Oggi l’itinerario prevede l’Arco di Trionfo, Les Champs Elysees, Notre Dame e il museo del Louvre. All’uscita del campeggio troviamo gli amici del Forum di COL Andrea,Lucia e Alessia con quali avevamo già preso contatto prima della partenza da Eurodisney e visto che i nostri itinerari coincidevano, decidiamo di percorrerli insieme.
Durante la visita a Notre Dame, ci sorprende un acquazzone violento, e ci rifugiamo in un pub, dove, vista l’ora, consumiamo il nostro pranzo in compagnia di altri amici del Forum che erano già lì in avan scoperta.
Dopo pranzo la pioggia lascia spazio ad un timido sole, così il nostro gruppo di “forumisti” si dirige, per la gioia delle signore,a la Galleria Lafayette, dove liberiamo l’istinto femminile e noi uomini con piccola prole al seguito, ci rilassiamo per un’ora, in un pub. Durante il percorso ci soffermiamo ad ammirare anche il centro Pompidou,Las Halles e L’operà.
Alle 19:00 rientriamo al camping, stanchi ma felici, e ansiosi di gustarci domani l’ultimo giorno a Parigi.
 
            
 
Sabato 3 marzo 2010
 
 
Questa mattina il tempo non promette nulla di buono,infatti fino alle 10:00 piove,ci prepariamo ugualmente per uscire e fortunatamente il cielo si apre e smette di piovere. Dopo un rapido consulto con Andrea e Giuseppe,(gli amici del Forum)decidiamo di andare a Montmartre la collinetta di Parigi dove c’è la Basilica del Sacré Coeur ed il “quartiere” degli artisti.
Con la Metrò arriviamo proprio ai piedi della collinetta e saliamo lungo una strada piena ristorantini,che neanche a dirlo, sono già le 13:00,ci catturano con degli appetitosi profumi.
Dopo pranzo continuiamo la passeggiata lungo le vie di Parigi e ci troviamo al Moulin Rouge,dove chissà come mai le nostre signore ci fanno accelerare il passo!!!!!     
Attraversiamo anche il quartire Pigalle, sul quale preferisco non esprimere giudizi.!!!!!????
Alle 17:00 ci ritroviamo alla stazione della metrò e visto che le nostre gambe ormai avevano dato tutto,rientriamo al Camping.
Alle 20:00 siamo tutti al ristorante del camping dove avevamo prenotato una cena di fine vacanza,che consumiamo in allegria con gli amici del forum con i quali abbiamo passato dei giorni veramente divertenti. Dato che le pietanze offerte dal ristorante non ci hanno soddisfatto prendiamo dai nostri camper Colomba e spumante e festeggiamo in anticipo la Pasqua,visto che l’indomani molti di noi sarebbero partiti.
 
               
 
 
Domenica 4 aprile 2010
 
Purtroppo oggi è il giorno della partenza,sveglia alle 7:00,colazione ,C/S, e come promesso, sveglia di saluto a Giuseppe72 che apprezza l’iniziativa!!! Ci prendiamo in ostaggio 3 baguettes e alle 8:30 lasciamo il Bois de Boulogne.
Visto l’orario e  la giornata festiva,ci godiamo gli ultimissimi scampoli di una Parigi veramente magnifica,sicuramente unica ,tecnicamente perfetta e veramente indimenticabile.
L’autostrada A6 scorre veloce e senza traffico,maciniamo i km che ci separano dal traforo del Fréjus che dobbiamo superare entro la mezzanotte come Cenerentola !!
Alle 13:30 pausa pranzo in un’area di servizio,mai viste di cosi belle e pulite,e dopo un pranzetto leggero ripartiamo per la nostra Italia.
Durante il viaggio ci sentiamo più volte con Gianluca (Glux) che è partito più tardi dal campeggio e ci aggiorniamo sul percorso.
Ore 18:30 imbocchiamo il traforo del Fréjus,decisamente deserto,che superiamo in 13 minuti e rientriamo in Italia; AU REVOIR FRANCE !!!!
Decidiamo di fermarci a dormire a Bardonecchia in un parcheggio adibito alla sosta dei camper proprio prima di arrivare al palazzo dello sport.Il paesaggio che incontriamo all’uscita del traforo è esattamente come quello che avevamo incontrato in trentino a capodanno,solo che siamo al 4 di aprile !!! tanta neve e impianti di risalita aperti !!!
 
 
 
Lunedì 5 aprile 2010
La notte è trascorsa tranquilla e dopo la colazione di rito, partiamo in direzione Torino,Piacenza,Parma ,La Spezia,Sarzana,eccoci a casa. Tutto finito e ora ci rimane il ricordo bellissimo di un viaggio in terra Francese che senza dubbio ci rivedrà presto,molto presto!!!!
Un affettuoso saluto agli amici del forum che abbiamo conosciuto a Parigi e con i quali abbiamo trascorso alcuni giorni molto divertenti.Con la speranza di rivederci quanto prima saluto ; Andrea Lucia e Alessia ,Giuseppe Monica e Matteo, Glux ,Sadatavo, Dafarifiofo,il Mitico Quadrupede mogli e figli.
 
 
 
AU REVOIR !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
EURODISNEY E PARIGI PASQUA 2010
 
Equipaggio: Giorgio 41     Emanuela 40
                   Giulia 13        Luca 5
 
Automezzo: Kea M71 del 2009 su Ducato 130 CV
 
Partenza: Sarzana (SP)
 
PREMESSA
Sono (finalmente) iniziate la vacanze di Pasqua e noi ne abbiamo approfittato per fare uno splendido viaggio a Parigi e a Eurodisney.
Circa una settimana prima siamo andati in libreria alla ricerca di informazioni su Parigi. Dopo aver consultato vari itinerari, è arrivato il giorno della partenza.
 
DIARIO
Domenica 28 marzo
Partiamo, verso le 11:00, da Sarzana, in provincia di La Spezia, prendiamo l’autostrada per Genova e poi per Alessandria, Torino, Bardonecchia.
Alle 13:30 ci fermiamo in Autogrill nei pressi di Torino, per una pausa pranzo.
Arriviamo così, alle 17:00, al traforo del Fréjus, che attraversiamo in 13 minuti. Al casello del traforo, con nostro stupore, ci dicono che il biglietto A/R costa € 58, 50 ed è valido 8 giorni (fino alla mezzanotte di domenica 4 aprile che per noi risulta perfetto, secondo i nostri programmi), contro i  € 46,50 della corsa di sola andata. Ci ritroviamo in Francia, dove ci accoglie una pioggerellina che ci fa già ricordare con nostalgia il bel sole primaverile di Sarzana.
Proseguiamo in autostrada fino a Chambéry. Durante il percorso ci accorgiamo che una strada nazionale gli corre parallela e ci rendiamo conto all’uscita del casello, che ci avrebbe fatto risparmiare 14, 80 €!!!!   
Prendiamo l’uscita di Challes-les-Eaux, dove cerchiamo il Camping Municipal che avevamo selezionato per la prima tappa.
Alle 18:30 ci troviamo davanti al camping e… sorpresa “camping fermè”. Decidiamo a questo punto di spostarci a Chambéry presso il centro sportivo “Delphine et Jonathan”, dove un comodo parcheggio gratuito con carico e scarico funzionanti, ci accoglie e quindi decidiamo di passare qui la nostra prima notte in territorio francese. Coordinate nord 46° 37’ 16’’ est 4° 44’ 20’’.
Lunedì 29 marzo
Abbiamo trascorso una notte tranquillissima; intorno alle 7:00 è cominciato il viavai delle auto degli studenti della vicina scuola, quindi sveglia, colazione, scarico dei serbatoi e partenza alle 8:30, destinazione Euro Disney.
Imbocchiamo l’autostrada A6 direzione Parigi; durante il viaggio, vediamo numerosi pascoli e piccoli paesini arroccati su qualche collina. Da questo capiamo la vocazione agricola e per l’allevamento bovino dei francesi.
Ore 10:30, pausa caffè in una delle innumerevoli e meravigliose aree di sosta, munite di parco giochi, servizi igienici molto puliti e aree per picnic.
Alle 13:30 ci fermiamo in un’altra area per il pranzo, quando ci separano ancora 225 km da Disneyland; qui incontriamo un nostro connazionale, camionista, che avevamo già superato e salutato per strada. Scambiamo quattro parole, giusto per risentire l’italiano.Dopo il pranzo ristoratore, ci incamminiamo per la nostra meta, che raggiungiamo alle ore 17 in punto, dopo 1080 km da Sarzana e dopo il salasso dell’autostrada, € 49,50.
Varchiamo l’ingresso di Euro Disney, dove paghiamo in anticipo € 15,00 per la prima notte. Troviamo la sistemazione nello sterminato parcheggio. Il tempo di organizzarci (10 minuti) e via… sui tapirulan, verso l’ingresso del parco, giusto per capire come muoverci l’indomani.
 
         
 
 
Martedì 30 marzo
L’indomani è arrivato, dopo una notte tranquilla e riposante, ci svegliamo sotto alcuni scrosci d’acqua che ci fanno temere per il proseguo della giornata,non importa. Dopo la colazione ci armiamo di k-way e ombrelli e partiamo per il parco.
Avevamo già i biglietti prenotati su internet e finalmente ci tuffiamo nel mondo incantato di Disneyland. Il tempo regge e tra una coda e l’altra, lo stupore dei bimbi, soprattutto il piccolo, riusciamo a girare quasi tutto il parco e alle 17:00 assistiamo alla tanto attesa parata delle star.
Purtroppo sul più bello comincia a piovere forte e ci disturba la favola dei personaggi sui carri allestiti a tema.
Ciò nonostante la sfilata prosegue e svela tutta la sua magia che si specchia negli occhi spalancati dei bambini incuranti della pioggia.
Terminata la sfilata, un po’ bagnati e infreddoliti, decidiamo di far rientro al camper, dove ci attendono un bel calduccio e un caffè veramente desiderati.
La giornata è stata veramente intensa e sicuramente divertente non tanto per le attrazioni, che sono molto simili ai nostri parchi divertimento, ma per l’atmosfera fiabesca e decisamente magica che si respira appena si entra nel parco.
 
     
 
Mercoledì 31 marzo
Oggi visitiamo i Walt Disney Studios. Avendo già i biglietti, non abbiamo fatto nessuna fila per entrare. Ci accoglie subito Topolino a braccia aperte; ci dirigiamo al centro informazioni per organizzare la giornata e per prenotare il pranzo con i personaggi Disney,  cosa che consiglio a tutti quelli che vogliono godere a pieno le attrazioni.
La cosa più bella degli Studios è che sembra di essere veramente dentro un cartone animato della Disney, con i personaggi in carne ed ossa che ti accompagnano in giro per il parco.
Dopo alcune attrazioni visitate, giunge l’ora di pranzo, che consumiamo nel ristorante prescelto “Restaurant des Star” in compagnia di Remy il topo del film Ratatouille che viene portato in giro su un tavolo e passa in mezzo a noi che siamo seduti a mangiare,potete immaginare la felicità dei bambini che vedono dal vivo i loro beniamini !!!!!!!!!!
Ci divertiamo ancora per un po’, ma il solito tempo francese, ci interrompe la parata dei personaggi con uno scroscio d’acqua che scatena il fuggi fuggi .
È giunto ormai il momento di lasciare questo mondo incantato e tornare con i piedi per terra,prima però dobbiamo ancora passare ad acquistare i souvenir Disney che danno una bella scossa alla carta di credito!!!
Rientriamo contentissimi al nostro camper e sono già le 19:00, scarico bagagli,doccia e corvè cucina !!!!!!!!
Nel parcheggio, incontriamo alcuni amici del forum,con i quali avevamo scambiato i numeri telefonici,e con tanto piacere ci conosciamo dal vivo, dopo esserci parlati on-line ,ci scambiamo a vicenda le impressioni della giornata e poi tutti a godersi il meritato riposo.
 
   
 
Giovedì 1 aprile 2010
Risveglio di buonora e affardellamento tattico, pronti via, sono le 11:00 !!!!
Direzione Versailles, volevamo visitare la reggia, ma a causa del traffico che incontriamo nel tragitto da Disneyland a Versailles, arriviamo al Château che sono quasi le 13:00.
A questo punto riteniamo opportuno non entrare a visitare le ville, in quanto questo posto merita sicuramente una visita più approfondita.
Decidiamo di fermarci in un supermercato a fare un po’ di spesa e poi ci dirigiamo al camping “Bois de Boulogne” che avevamo prenotato.
Velocemente espletiamo le formalità alla reception,acquistiamo la “Parì v’site card”,che è una carta che ti permette di usufruire di tutti i mezzi pubblici,metropolitana,ecc. per i giorni desiderati. Noi sciegliamo di fare quella dei tre giorni € 70,00, ci sistemiamo in piazzola, e via verso la Tour Eiffel.
Bellissima. Decidiamo, visto la lunghissima coda per salire alla Torre con l’ascensore, di prendere le scale e fermarci al 2° piano.
Parigi vista da lassù è ancora più bella, ma dato l’orario 19:30 prendiamo un caffè e due croissant al bar del 2° piano, e cominciamo la discesa.
Rientriamo al camping verso le 21:00, doccia, cena e a nanna !!!
 
     
 
 
 
Venerdì 2 aprile 2010
Ci voleva proprio il riposo di una notte per riprendere le forze, ma alle 10:30 siamo già pronti alla fermata della navetta per Porte Maillot. Oggi l’itinerario prevede l’Arco di Trionfo, Les Champs Elysees, Notre Dame e il museo del Louvre. All’uscita del campeggio troviamo gli amici del Forum di COL Andrea,Lucia e Alessia con quali avevamo già preso contatto prima della partenza da Eurodisney e visto che i nostri itinerari coincidevano, decidiamo di percorrerli insieme.
Durante la visita a Notre Dame, ci sorprende un acquazzone violento, e ci rifugiamo in un pub, dove, vista l’ora, consumiamo il nostro pranzo in compagnia di altri amici del Forum che erano già lì in avan scoperta.
Dopo pranzo la pioggia lascia spazio ad un timido sole, così il nostro gruppo di “forumisti” si dirige, per la gioia delle signore,a la Galleria Lafayette, dove liberiamo l’istinto femminile e noi uomini con piccola prole al seguito, ci rilassiamo per un’ora, in un pub. Durante il percorso ci soffermiamo ad ammirare anche il centro Pompidou,Las Halles e L’operà.
Alle 19:00 rientriamo al camping, stanchi ma felici, e ansiosi di gustarci domani l’ultimo giorno a Parigi.
 
            
 
Sabato 3 marzo 2010
 
 
Questa mattina il tempo non promette nulla di buono,infatti fino alle 10:00 piove,ci prepariamo ugualmente per uscire e fortunatamente il cielo si apre e smette di piovere. Dopo un rapido consulto con Andrea e Giuseppe,(gli amici del Forum)decidiamo di andare a Montmartre la collinetta di Parigi dove c’è la Basilica del Sacré Coeur ed il “quartiere” degli artisti.
Con la Metrò arriviamo proprio ai piedi della collinetta e saliamo lungo una strada piena ristorantini,che neanche a dirlo, sono già le 13:00,ci catturano con degli appetitosi profumi.
Dopo pranzo continuiamo la passeggiata lungo le vie di Parigi e ci troviamo al Moulin Rouge,dove chissà come mai le nostre signore ci fanno accelerare il passo!!!!!     
Attraversiamo anche il quartire Pigalle, sul quale preferisco non esprimere giudizi.!!!!!????
Alle 17:00 ci ritroviamo alla stazione della metrò e visto che le nostre gambe ormai avevano dato tutto,rientriamo al Camping.
Alle 20:00 siamo tutti al ristorante del camping dove avevamo prenotato una cena di fine vacanza,che consumiamo in allegria con gli amici del forum con i quali abbiamo passato dei giorni veramente divertenti. Dato che le pietanze offerte dal ristorante non ci hanno soddisfatto prendiamo dai nostri camper Colomba e spumante e festeggiamo in anticipo la Pasqua,visto che l’indomani molti di noi sarebbero partiti.
 
               
 
 
Domenica 4 aprile 2010
 
Purtroppo oggi è il giorno della partenza,sveglia alle 7:00,colazione ,C/S, e come promesso, sveglia di saluto a Giuseppe72 che apprezza l’iniziativa!!! Ci prendiamo in ostaggio 3 baguettes e alle 8:30 lasciamo il Bois de Boulogne.
Visto l’orario e  la giornata festiva,ci godiamo gli ultimissimi scampoli di una Parigi veramente magnifica,sicuramente unica ,tecnicamente perfetta e veramente indimenticabile.
L’autostrada A6 scorre veloce e senza traffico,maciniamo i km che ci separano dal traforo del Fréjus che dobbiamo superare entro la mezzanotte come Cenerentola !!
Alle 13:30 pausa pranzo in un’area di servizio,mai viste di cosi belle e pulite,e dopo un pranzetto leggero ripartiamo per la nostra Italia.
Durante il viaggio ci sentiamo più volte con Gianluca (Glux) che è partito più tardi dal campeggio e ci aggiorniamo sul percorso.
Ore 18:30 imbocchiamo il traforo del Fréjus,decisamente deserto,che superiamo in 13 minuti e rientriamo in Italia; AU REVOIR FRANCE !!!!
Decidiamo di fermarci a dormire a Bardonecchia in un parcheggio adibito alla sosta dei camper proprio prima di arrivare al palazzo dello sport.Il paesaggio che incontriamo all’uscita del traforo è esattamente come quello che avevamo incontrato in trentino a capodanno,solo che siamo al 4 di aprile !!! tanta neve e impianti di risalita aperti !!!
 
 
 
Lunedì 5 aprile 2010
La notte è trascorsa tranquilla e dopo la colazione di rito, partiamo in direzione Torino,Piacenza,Parma ,La Spezia,Sarzana,eccoci a casa. Tutto finito e ora ci rimane il ricordo bellissimo di un viaggio in terra Francese che senza dubbio ci rivedrà presto,molto presto!!!!
Un affettuoso saluto agli amici del forum che abbiamo conosciuto a Parigi e con i quali abbiamo trascorso alcuni giorni molto divertenti.Con la speranza di rivederci quanto prima saluto ; Andrea Lucia e Alessia ,Giuseppe Monica e Matteo, Glux ,Sadatavo, Dafarifiofo,il Mitico Quadrupede mogli e figli.
 
 
 
AU REVOIR !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 

Galleria fotografica


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.
Porto Antico di Classe - Ravenna

7400 aree di sosta camper in 16 Paesi Europei!

Sosta gratuita presso 1500 aziende agricole di Francia

Traghetti per isole e Paesi del Mediterraneo, prenotabili online!

AC Vivicamper

Traghetti per Sardegna e Corsica


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
939 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita

Accessori in primo piano
FIAMMA SECURITY 46 MANIGLIONE E CHIUSURA DI SICUREZZA PER PORTA INGRESSO FIAMMA SECURITY 46 MANIGLIONE E CHIUSURA...
Elegante maniglia di sicurezza realizzata in ...
www.camperonsale.it
FIAMMA SECURITY 31 MANIGLIONE E CHIUSURA DI SICUREZZA PER PORTA INGRESSO FIAMMA SECURITY 31 MANIGLIONE E CHIUSURA...
Elegante maniglia di sicurezza realizzata in ...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati
Istituto aeronautico Lindbergh Flying School a Milano


Il Risveglio Popolare, settimanale del Canavese


Shoppiland, vendita online di articoli per casa, salute ed elettronica
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina