CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Tra sole, terra e mare

Tra sole, terra e mare


Questo è il racconto del nostro viaggio, lungamente sognato, nelle terre del Grande Nord. Posti magici... dove i paesaggi si confondono tra sole, terra e mare.

Periodo del viaggio 13/06/08 - 04/07/08 (21 giorni)
Pubblicato da donataberettaVisita il profiloContattaInvia una mail

Resoconto del viaggio

Questa è la storia del nostro viaggio!

Questo viaggio mi riporta indietro di 9 anni, quando io e Omar ci siamo sposati e sognavamo il Grande Nord come meta della nostra luna di miele. Ma il periodo dell'anno aveva sconsigliato tale meta e poi...erano arrivate subito due cose meravigliose: i nostri bimbi!
Così il nostro sogno era stato rimandato, fino a Settembre scorso, quando abbiamo preso la decisione di farlo nel periodo estivo del 2008. Ma come lo facciamo? Io premevo per qualcosa in grande stile, Omar era perplesso.
I tour proposti dalle agenzie viaggi (per 4) avevano costi proibitivi; in macchina il problema era mangiare. Il camper? Il camper! Noi però non ci siamo mai stati in camper. Ci organizziamo un paio di weekend: ai bimbi piace e anche a noi l'idea inizia a convincerci. Si comincia a mettere giù un programma di massima e vengo a conoscenza di camperonline.it.
A Febbraio noleggiamo un Rimor Katamarano 5 con garage, un "bestione” da 7.20 m, nuovissimo... e il sogno inizia a prendere forma!!
 
 
EQUIPAGGIO: Omar (papà e autista) di 33 anni, Donata (mamma e organizzatrice) di 34 anni, Elena di 8 anni e Francesco di 6 anni.
 
MEZZO: camper Rimor Katamarano 5 con garage, noleggiato, motorizzato Ford, gemellato, di 7.20m, immatricolato Febbraio 2008, con 8154 Km al momento del ritiro.
 
13 Giugno 2008                            MONZA-CHUR                                    225 Km
Sono le 14. Da un paio di giorni sono tesa e nervosa. Il grande giorno è arrivato, quello che aspetto da 9 anni, ma non so ancora a che ora partiamo. Finalmente ritiriamo il camper (in provincia di Bergamo) e...piove! Figurarsi! Omar si bagna come un pulcino a trasportare tutte le valigie, intanto io metto in ordine dentro nel mezzo. Passiamo a prendere i bimbi a Seregno dai nonni...e alle 21 si parte!!! I bimbi sono elettrizzati, noi stanchi e bagnati!
E continua a piovere! Troviamo traffico. Entriamo in autostrada a Como e procediamo fino alla frontiera di Chiasso, poi dritto sulla A13/E 43. Smette di piovere...e i bimbi crollano addormentati. Preparo il lettone posteriore e almeno loro possono dormire. Noi cerchiamo una zona sosta; fuori è molto scuro, passiamo il passo di S. Bernardino e il tunnel ma non riusciamo a trovare il punto sosta che mi ero segnata (...l'inesperienza...) e così andiamo avanti fino all' 1.00, quando vediamo un'area sosta vicino a Chur, con tanti camion e camper. Stanchi, prepriamo il nostro lettone e ci addormentiamo. Domani ci aspetta un tappone di trasferimento: la Germania. Fuori ci sono 6°C!!!
COSTI: pieno: 81 euro (il mezzo aveva il serbatio pieno per un quarto)
              autostrada A/R da Bergamo e Como: 8.30 euro
              vignetta Svizzera annuale: 40 franchi
 
14.06.2008                                     CHUR-HAMBURG                                                                      891 Km
Sveglia presto, alle 6.30, e i bimbi....anche loro!! Ma no!! Il cielo è decisamente nuvoloso ma non piove. Proseguiamo in Svizzera: fortunatamento nessuno ci ferma: sicuramente saremmo fuori con il peso! Passiamo la frontiera ed entriamo in Austria.
Dopo pochi Km eccoci in Germania sulla A7/E45. Ci fermiamo alle 8.45 in un'autogrill bellissimo "Illertal Ost", che sembra fatto da Gaudì, dove servono un'espresso buonissimo! Ci sono i giochini e i bimbi si divertono. Sono orgogliosa di me: gli MP3 che abbiamo fatto funzionano, preparo il caffè, sistemo l'inverter per la telecamera e telefono a casa. Ore 11: 15°C.
Alle 13 sosta pranzo in un'area presso Fulda. Conosciamo una coppia di italiani. Strada facendo abbiamo visto un sacco di mulini. Alle 15 ci sono 13.5°C e...piove! Siamo a Kassel, in orario sulla tabella di marcia.
Per le 19.30 siamo ad Hamburg ma qui abbiamo una doppia "disavventura": l'area Holmoor Ost sulla A7 è piena di zingari e io sbaglio strada. UFF! Dopo giri vari ( e vari Km in più) ci fermiamo alle 21 all'area Stillhorn Ost sulla A1 (GPS:  53.483881-N, 10.026383-E), dove decidiamo di mangiare in Autogrill per ritemprarci dopo la lunga prova di guida.
Conosciamo una coppia di danesi simpaticissimi e nel prato davanti vediamo leprotti e perfino un cerbiatto! Con gioia immensa dei bimbi...
COSTI: pieno + vignetta Austria: 70 euro circa
              caffè+pane: 8.40 euro
              pieno: 150 euro
 
15.06.2008                                    HAMBURG-GOTEBORG                                        621 Km
Ore 6.30: 8°C.
Partiamo per Puttgarden: c'è il sole. Alle 7.45 arriviamo al punto di imbarco. Aspettiamo 20 minuti e finalmente saliamo sul traghetto. Ci godiamo la traversata sul ponte, anche se c'è un po' di vento. Sbarchiamo alle 9.15 e decidiamo di andare a visitare Copenaghen ( che io ho già visto due anni fa) ovviamente al volo. Parcheggiamo in centro ,in un parcheggio a pagamento (ma oggi è Domenica e per noi è gratis), a 5 min. da Tivoli.
Ma i bimbi sono felici: tiro fuori le loro bici e così facciamo un breve giro del centro, tra sole, pioggerella e vento. Alle 13 ripartiamo e mangiamo panini mentre attraversiamo il ponte sull'Oresund. Bellissimo! Ci fermiano una mezz'oretta in un'area sosta verso le 15. Arriviamo a Goteborg alle 18 ma il nostro navigatore (da adesso soprannominato "Tomtom Boh"), ci fà impazzire. Il nostro "piccolo" mezzo non è facile da parcheggiare, comunque troviamo un posto in un parcheggio a pagamento in centro e facciamo anche qui un giretto di un'oretta anche a Goteborg, vicino al porto.
Di nuovo navigatore impazzito in uscita, perchè Goteborg è pieno di lavori in corso. Così invece della 45 ci ritroviamo sulla E06. Vabbè! Cambio di programma e ci fermiamo in autostrada, in un'area con i servizi igienici, insieme a tantissimi camion.
COSTI: traghetto per mezzo di 7.20m: 88 euro
           pieno: 505 DDK
           ponte Oresund: 71 euro
           varie: 10 euro
 
16.06.2008                                    GOTEBORG-MORA                                                     473 Km
Partiamo alle 6.30, intanto che i bimbi dormono. 8°C, pioviggina
Prendiamo la E4 e ci dirigiamo verso Lidkoping. Esce il sole. Dappertutto inizia il paesaggio tipico con casette colorate di rosso o con colori pastello e prati verdi perfetti. Decidiamo di fermarci alla Husaby Kirke e alle rovine vicine per colazione. Questa zona è una piacevolissima scoperta. Siamo nella zona di Kinnekulle, piena di boschi e prati fioriti.
Proseguiamo sulla strada 26, fino a Kristianehamn, fra boschi e laghetti, poi più su fino a Mora, un paese sulle sponde del lago Silian. Anche qui il Tomtom Boh impazzisce e ci manda per i campi, invece noi vogliamo andare a visitare il museo della Vasaloppet (una famosa gara di sci di fondo), che cattura l'interessa di Elena e Francesco. Ci arriviamo giusto in tempo; a Mora compriamo anche due cavallini di legno (simbolo della Svezia e prodotti in questa regione), delle ottime fragole e quattro brioche favolose per la merenda.
Andiamo al Mora Camping: bellissimo! Quattro stelle strameritate! Finalmente in campeggio. I bimbi possono giocare fuori, liberi dalle quattro mura del camper. Ceniamo e andiamo a nanna presto.
COSTI: pieno: 90 euro circa                                                           CAMPEGGIO: Mora Park e Camping
           museo Vasaloppet 6.50 euro circa                                                           Parkvagen,1  Mora                           
           fragole+brioche: 12 euro circa
           cavallini di legno: 20 euro circa
 
 17.06.2008                                    MORA-STORUMAN                                               617 Km
Ore 6.30 7°C   abbastanza sereno
Si riparte. I bimbi dormono e il nostro camper si avvia lungo la strada 45, tra boschi e laghi. Forse il panorama può sembrare noioso, ma i boschi sono a infiniti, si perdono all'orizzonte e anche i laghi sono specchi che li riflettono. Arriviamo nella cittadina di Ostersund alle 11.15.
Sulla mia inseparabile guida della Lonely Planet era segnalato il Museo Jamtli. Decidiamo di andarlo a vedere anche per far sgranchire un po' le gambe a Elena e Francesco che si sono svegliati alle dieci. Mai decisione fu migliore!
A parte lo splendido arazzo vichingo (punto forte del museo), questo è un vero museo a misura di bimbo. Vengono ricostruiti con suoni, immagini, figure in movimento, oggetti che i piccoli possono toccare, la vita dei popoli del nord nel corso dei secoli, come cacciavano, come vivevano in casa. Appena rientro scrivo a quelli della Lonely: devono assolutamente segnalare meglio questo punto di interesse.
Pranziamo in riva al lago. Oggi fa caldo, alle 13 ci sono 17°C.
Ci rimettiamo in marcia e.......devo dire che è vero!! Assolutamente vero!!! Tra camperisti ci si saluta!!! Tutti ci salutano: italiani e stranieri (anzi, forse di più gli stranieri..) ed è bellissimo.
Facciamo spesa alla COOP di Vihlelmina. Volevamo andare a vedere la più grande chiesa in legno di Svezia a Stensele: ci arriviamo che la chiesa è già chiusa ma è bella anche da fuori.
Finalmente il campeggio! Lo Storuman Camping è piccolino ma pulitissimo e ultra fornito (perfino la sauna!): doccia per tutti e una bella lavatrice. Ceniamo alle 21 con il sole che splende sullo splendido lago. Chiaccheriamo poi fino a tardi con una coppia di svedesi, di rientro da un viaggio in Italia e apriamo una bottiglia di vino bianco che beviamo in compagnia.
Ore 22.10: vado a recuperare la biancheria dall'asciugatrice: ODDIO IL LOCALE E' CHIUSO e non c'è più nessuno in reception. Riaprono domani alle 8: vabbè vorrà dire che domani si parte tardi e stanotte si potrà fare tanta nanna!
 
COSTI: pieno: 150 euro circa                                                CAMPEGGIO: Storumans Camping
            Museo Jamtli: 12 euro                                                                 Lokgrand,3      92331 Storuman
            spesa: 30 euro circa
            campeggio: 20 euro circa
 
18.06.2008                                    STORUMAN-KIRUNA                                              521 Km
ore 8  14°C     sereno
Alle 7.30 apre la reception e dopo un po' di giri riesco a recuperare tutta la biancheria. Partiamo alle 8, con i bimbi che dormono ancora. Il nostro amico svedese di ieri sera ci dice di stare attenti alle renne! La strada 45 ha un po' di lavori in corso e.....vediamo davvero le renne! Belle, tranquille, con i cuccioli, che brucano sul bordo della strada.
Alle 12 ci fermiamo vicino a Jokkmokk per pranzo ma pioviggina e rimaniamo dentro. Tiriamo sulla tappa: vogliamo arrivare a Jukkasjarvi per vedere le renne al Gardi. Ci arriviamo alle 16, con i bimbi un po' stufi di camper, ma poi si ripigliano subito quando danno loro da mangiare alle renne e visitano un accampamento Sami. Facciamo merenda nel bar, dentro un tenda Sami, con un bel braciere acceso e visitiamo poi la chiesina vicina, che ha un particolare dipinto moderno nell'abside.
Dopo 18 Km arriviamo a Kiruna e qui...il camping ( meraviglioso all'esterno...) è pieno! Così ci fermiamo con altri 4 camper davanti ad un bel lago. E' nuvolo e il panorama delinea montagne innevate ed è decisamente nordico. Cena e serata giocando a shangai e PC.
 COSTI: pieno: circa 99 euro                                                                                    
               Gardi + merenda: 30 euro circa
 
19.06.2008                                   KIRUNA-ANDENES                                                  423 Km
ore 6.30  7°C     piove
Uff! Comincia bene la giornata! Fuori piove e dal benzinaio (ancora chiuso) non va la carta di credito e allora via...
Alle 7.15 entriamo in Norvegia. Il paesaggio è meraviglioso, così brullo e invernale. C'è neve a bordo strada (...e il nostro noleggiatore non ci ha dato le catene tanto mica c'è neve a Giugno!?!), piove e vi è una nebbiolina stile pianura padana.
Facciamo il pieno alla ESSO di Bjerkvik. Qui il profumo di mare è penetrante: abbiamo davanti agli occhi il nostro vero primo fiordo! Le isole Vesteralen si avvicinano!
Sbagliamo strada ma stavolta non è colpa del navigatore o nostra: stanno costruendo una strada nuova e quelle già esistenti sono state tutte rinominate! Ci perdiamo quasi due ore, per cui sosta pranzo bordo strada. Ripartiamo; il paesaggio cambia quando arriviamo nelle isole: esce il sole, prati fioriti, scogliere scoscese, il mare con sfumature acquamarina e la bassa marea.
Arriviamo ad Andenes alle 16. Ci accoglie il suo faro rosso. Il paese è ancora un po' addormentato: la stagione turistica vera e propria inizia settimana prossima e scopriamo che i Musei sono ancora chiusi.
In compenso la nostra prenotazione al WhaleSafari di domani alle 11 è confermata: perfetto! Facciamo un bel giretto, compriamo cartoline, francobolli, pane e brioche per la merenda (torneremo a casa grassi come...balene!), salmone affumicato da un pescatore e facciamo un po' di spesa.
Cerchiamo il camping che mi ero segnata a Stave ma a Bleik.....c'è un sogno! Impervie scogliere sotto un cielo blu, con spiaggia bianchissima e un mare da far invidia ai Caraibi! Ci fermiamo qui: al "campeggio"di Bleik. Campeggio è una parola grossa: più che altro è un punto sosta con l'allaccio elettrico; il bagno e la doccia sono quelli del campetto comunale di calcio 300m più in là....ma un panorama così è impagabile!
I bambini raccolgono conchiglie in spiaggia per un paio d'ore. Ceniamo e andiamo a dormire tardi, dopo le 23, con il sole alto e splendente sul mare.
COSTI: pieno: 110 euro circa
              spesa: 30 euro circa
              campeggio: 10 euro circa
 
20.06.2008                                        ANDENES-TROMSO                                           474 Km
Ore 8.30  12°C    quasi sereno
Ieri pomeriggio il tizio del Centro Informazioni ci aveva preannunciato che oggi e domani ci sarebbe stato vento forte e che probabilmente il WhaleSafari non si sarebbe potuto fare...ma non l'abbiamo detto ai bambini! Andiamo al Whale Center per le 9, a chiedere e purtroppo...è vero! E anche per l'indomani le condizioni meteo non sarebbero migliorate.
Ci appare inutile perdere un giorno intero ad Andenes e anche il giorno dopo. I bambini sono delusi, Elena piagnucola, io sono proprio giù. Imbuchiamo le cartoline e sospinti da un forte vento a rafffiche, risaliamo sul camper e decidiamo di partire per Tromso. Rientriamo sulla E10, fino a Bjerkvik, lasciando così le isole Vesteralen, e imbocchiamo la "mitica" E06, direzione Tromso/Alta.
Alle 16    14°C         piove
Strada facendo, all'altezza di Bardu, vediamo un cartello: Polar Zoo. Cosa sarà? Però dobbiamo qualcosa ai bimbi che, ancora delusi, si sono rintanati nel loro lettone in coda al camper. Proviamo a scendere anticipando che non sappiamo cosa ci aspetta davvero. Invece vediamo orsi, volpi artiche, buoi muschiati, lupi, una splendida alce, anatre artiche, linci e mufloni, tutti in enormi recinti verdi e alberati.
La sorpresa è andata benissimo: i bimbi si sono divertiti e la giornata, anche se piovosa, si raddrizza.
Ripartiamo per Tromso. Sembra di attraversare le Alpi, con montagne innevate e cascate bordo strada. Speriamo nel campeggio perchè siamo tutti piuttosto stanchi...invece anche oggi è pieno!
Troviamo un grande spiazzo, proprio davanti alla Cattedrale Artica. Siamo in tanti, quasi tutti francesi. Lo spiazzo ha un divieto di sosta dalle 23 alle 7; ci teniamo l'incubo del vigile fino alle undici di sera poi, visto che non viene nessuno a cacciarci via: buonanotte!
COSTI: pieno 45 euro circa
          Polar Zoo + merenda: 36 euro + 4 euro circa
 
21.06.2008                                        TRO">
Ore 7    16°C    sereno e sole
Oggi è bello e fa caldo. Alle 7.30, mentre i bimbi dormono ancora, ci spostiamo dal piazzale al parcheggio del Museo Polaria, che visiteremo alle 10. I nostri cuccioli dormono tanto. Il parcheggio a pagamento è deserto. Alle 9 li svegliamo, rapida colazione, facciamo una piccola spesa nel supermercato vicino (pane e latte e pile per la macchina fotografica) e alle dieci siamo i primi ad entrare al Polaria.
Vediamo subito uno stupefacente filmato su 4 megaschermi sulla natura delle Svalbard di Ivo Caprino (autore che ritroveremo in altri filmati meravigliosi qui al Nord). E poi via fra pesci, foche e ambienti artici. Per un paio d'ore ci divertiamo; Elena e Francesco guidano, su un simulatore nautico, un Hurtigruten nel mare di Tromso e salgono su una motoslitta. Compriamo i primi souvenir e cartoline.
Alle 12 ripartiamo per Alta: la strada E06 prosegue più lenta ma semplicemente spettacolare. Acqua, neve, cielo e monti fusi in un'unica luce morbida.
Sosta pranzo alle 13 e poi via di nuovo. Elena e Francesco fanno i compiti. Visiti i giorni scorsi pensiamo di iniziare a cercare il campeggio 100Km prima di Alta ma poi ci ritroviamo lì e speriamo in un po' di fortuna.
Meno male, stavolta va bene e ci fermiamo all'Alta River Camping: lavatrice e doccia per tutti! Scopriamo due capanne con le panche ricoperte di pelli di renna e un bel braciere e decidiamo di festeggiare il "Midsommar" (la festa di mezz'estate) con wusterl e formaggio cotti sulla legna; la cosa viene un po' approssimativa perché non siamo attrezzati per il barbecue ma è un'esperienza.
Oggi la gente qui in Norvegia fa’ festa e i bimbi norvegesi stanno svegli fino a tardi...ma i miei alle 22 tirano su gli scuri del camper e dormono!
COSTI: pieno 60 euro circa                                                                      CAMPEGGIO: Alta River Camping
           Museo+souvenir: 120 euro circa                                                                        Steinfossveien,5
           spesa: 10 euro circa                                                                                         9518 Ovre Alta
           parcheggio Polaria dalle 8 alle 12: 15 euro circa
           campeggio: 256 Nok
 
22.06.2008                                        ALTA-NORDKAPP                                             237 Km
Ore 8   10°C     pioviggina
Oggi è il mio compleanno e lo festeggeremo arrivando a Nordkapp. Per via del tour delle balene saltato siamo in anticipo sulla tabella di marcia: una fortuna!
Comunque piove! Io e Omar ci svegliamo, facciamo colazione, sistemiamo i serbatoi e ci portiamo al Museo di Alta (solo pochi Km dal camping) per le 9. Svegliamo i bimbi che, ancora un po' insonnoliti, tirano in lungo. Fà freddino e la pioggerella non ci incoraggia in lungo giro per le belle Incisioni Rupestri di Alta (patrimonio dell'UNESCO) che risolviamo in un'oretta e facciamo concludere davanti ad una cioccolata calda.
E qui cominciano le nostre disavventure con la Carta di Credito Mastecard: oggi non vuole andare (dicono perchè il cielo è nuvoloso). Sarà! Paghiamo in corone svedesi.
Partiamo verso le 11 per Nordkapp e i bimbi si riaddormentano. Che ghiri! Imbocchiamo la E69 per Nordkapp alle 12.45; ha smesso di piovere, il cielo è grigio e la tundra che ci circonda dà un senso di solitudine.Alle 13.30 ci fermiamo per mangiare in un'area sosta in riva al mare.    9°C      sereno
Vediamo uno splendido arcobaleno e un sacco di renne che brucano bordo strada. Era ora, era un po' che non si incrociavano. Attraversiamo con un po' di cuore in gola il sorprendente tunnel di Nordkapp: una ripida discesa sotto il mare per 3 Km, 1 Km in piano e un'altrettanta ripida risalita di altri 3 Km.
Facciamo il pieno a Honnisvag e la carta di credito fà di nuovo i capricci (ma adesso è sereno...), così cerchiamo un Bancomat e preleviamo contanti.Avanti ancora, paghiamo l'ingresso all'area di Caponord e finalmente alle 17
                                                          SIAMO                 A               NORDKAPP
Siamo arrivati. Siamo qui. Sono qui.
Qui dove tutto inizia e tutto finisce, dove mare, cielo e terra si uniscono, dove non si può più andare avanti.
Il contachilometri segna 13350.
Scendiamo esultanti dal camper, mentre un turista tedesco ci guarda un po' stranito. Dietro a noi c'è un camper italiano (alla fine siamo solo in tre) e andiamo  a salutare in un impeto di gioia.Sono due nonni con 4 nipoti di un paese a pochi Km da Monza, chiacchieriamo un po'.
Ci sono 6°C. Facciamo il giro del piazzale, foto di rito sotto il globo. Il Mare Artico sotto di noi è liscio come l'olio e nebbia e nuvole vanno e vengono...speriamo!Guardiamo le sculture nel piazzale, entriamo nel Centro, lo giriamo tutto e guardiamo un altro fil m su 4 megaschermi di Ivo Caprino sulla natura di Nordkapp (bellissimo…!), facciamo acquisti e ci soffermiamo nella Cappella: oggi è Domenica e ne abbiamo di motivi per ringraziare Qualcuno dopo tutti i nostri Km!
Prendiamo l'aperitivo al Grotte Bar e una cioccolata ai bimbi: in fondo oggi è la mia festa! E alla fine scopriamo che il tutto non è per niente caro. Torniamo al camper: la nebbia è sempre più fitta. Cena con zuppa di lenticchie, carrè di maiale e patatine. L'amico italiano bussa e ci mettiamo a festeggiare anche con lui.
Alle 23 ci salutiamo e...andiamo a dormire, tanto sole non se ne vedrà senz'altro per stanotte. Anzi piove.
COSTI: Museo Alta+ cartoline+bar: 35 euro circa
          Tunnel Nordkapp per camper 7.20+guidatore, 1 adulto e due bambini: 555 Nok
          pieno: 45 euro circa
          Ingresso Nordkapp: 525 Nok
          varie: circa 60 euro
 
23.06.2008                                     NORDKAPP-SODANKYLA                                               470 Km
Ci svegliamo alle 7. Ieri sera ha piovuto e abbiamo fatto andare per un paio d’ore la stufa; stamattina ci sono 3°C ed è decisamente nuvolo. Le previsioni danno brutto anche per stanotte per cui decidiamo di non usare il secondo giorno (il biglietto d’ingresso vale infatti 48 ore), ma di partire subito. Lasciamo Nordkapp un po’ intirizziti ma con la consapevolezza di lasciare un luogo unico.
I bambini dormono. Per strada troviamo tantissime renne con i cuccioli, molte di più di ieri sera. Proseguiamo tranquilli, riattraversando il tunnel. Elena e Francesco si svegliano verso le 10 e ci fermiamo a Karasjok, la capitale dei Sami.
Dopo vari programmi, optiamo per la visita al Sami Park (ma molto interessante doveva anche essere la visita gratuita al Parlamento Sami…) e un’eccezione: oggi pranzo al ristorante per mangiare la carne di renna.
Il parco a tema è molto carino, più grande di quello di Jukkasjarvi e i bimbi si divertono. Il pranzo a base di renna, presso il ristorante Gammen (interno al parco e ricostruito come una enorme capanna lappone ricoperta di erba all’esterno) , è superbo e caratteristico,con porzioni abbondanti e anche il salmone ottimo: spendiamo parecchio ma ne vale la pena!
Ci rimane un’ultima sorpresa: al Sami Park assistiamo al teatro magico: una ricostruzione cinematografica tridimensionale riguardante la cultura e la religione Sami; rimaniamo letteralmente affascinati dall’atmosfera.
Ripartiamo e, visto che è presto, decidiamo di andare avanti con il camper fino alle 19. Entriamo in Finlandia e…ci accoglie un bel sole. Nuovi problemi con la Mastercard ad un distributore e ci arrangiamo con gli euro.
Ci fermiamo in un piccolo campeggio sulla statale a circa 30 Km a nord di Sodankyla; qui incontriamo il primo vero attacco delle zanzare del nostro viaggio. Ci circondiamo di zampironi, Vape Open Air (che in altri punti è stato molto efficace) e Autan ma non ci rimane che chiuderci in camper per tutta la sera, giocando con il PC.
COSTI: tunnel: 555 Nok
             Pranzo ristorante 135 euro circa
             Pieno: 44 euro
            Camping: 18 euro
 
24.06.2008                                        SODANKYLA-ROVANIEMI-LULEA                                       400 Km circa
Ho puntato la sveglia alle ore 6.30 locali (in Finlandia si è avanti di un’ora) ma ci alziamo alle 7.20. Omar rischia la “morte” per punture d’insetto mentre scarica i serbatoi. Si parte alle 7.45, sulla strada E75/4, direzione Rovaniemi: i bambini dormono.                             17°C   parzialmente nuvoloso
Passiamo il cartello del Napapjri e arriviamo alle 10.30 al Santa Park a Rovaniemi. Parcheggiamo e svegliamo i bimbi. Ci rendiamo conto che la casa di Babbo Natale per quanto affascinante, è una gigantesca macchina commerciale, ma la magia per loro resta grande, soprattutto quando Elena e Francesco incontrano Babbo Natale che parla anche un poco di italiano.
Foto di rito, cartoline, visita alle sculture di ghiaccio e un paio di souvenir. Ce la sbrighiamo in fretta: pensare che io vi avevo dedicato un giorno intero nella programmazione e ci mangiamo i panini nel camper.
Ripartiamo per Lulea. Ci fermiamo in un grosso supermercato a fare anche un’abbondante spesa poco prima di rientrare in Svezia: il frigo era quasi vuoto. Rientrando in Svezia alle 16.45, torniamo anche indietro di un’ora. Ci fermiamo alle 18 al First Camp Lulea: molto bello e con tanti giochi per i bimbi, persino i gommoni dove saltare.  Doccia per tutti. Oggi per la prima volta si riesce a mangiare  fuori, sotto la veranda.
COSTI: pieno: 100 euro                                                                                CAMPEGGIO: First Camp Lulea ****
             Spesa: 65 euro                                                                                                         lat: 65 35 742 N
             Santa Park: 40 euro l’ingresso + 50 euro                                                                 long: 22 4 328 E
             Francobolli (quelli di Natale, da collezione): 11 euro                                                954 31 Lulea
             Camping: 38 euro
 
25.06.2008                                        LULEA- ORNSKOLDSVIK                                                   375 Km
Oggi dormiamo e ci svegliamo alle 8. Andiamo a visitare Gammelstad, cioè una zona a 18 Km da Lulea, la sua “parte vecchia”. Anticamente Lulea era spostata lì e la sua chiesa era l’unica nel raggio di 200Km: i fedeli provenivano quindi da molto lontano verso Lulea per partecipare ai riti religiosi ma anche per scambi commerciali e momenti amministrativi. Si venne così a creare un villaggio intorno alla chiesa, fatto per accogliere i fedeli quando arrivavano a Lulea.
Tantissime casette tutte uguali, dove ogni locale (non casa, ma locale!) era abitato da una famiglia (sempre quella..) quando arrivava al villaggio. Tutto ciò, ora Patrimonio dell’UNESCO, esiste ancora: le casette sono state ovviamente risistemate ma sono abitate da discendenti degli antichi abitanti. E la chiesa, divenuta luterana, ha mantenuto la sua attività ed è usata pienamente per momenti religiosi e concerti.
Stranamente qui funziona la carta di credito. Troviamo una guida svedese (solo per noi 4!) gentilissima; è una ragazza che parla con noi in inglese e cerca di comunicare con i nostri bimbi in spagnolo. Il risultato è un po’ ridicolo ma funziona e tutti siamo impegnati per più di un’ora in un bel giro.
Alla fine la convinciamo ad accettare un “extra”: il giro infatti è gratis per i bimbi e per noi solo 6 euro a testa!
Alla fine del tour, cerchiamo un bancomat e facciamo il pieno. Ci fermiamo in una bellissima area sosta in strada, vicino a Pitea, attrezzata anche con l’elettricità a pagamento ( coord.   N. 63.8400815    E. 20.2178124), tavolini, giochi. Il purè e le polpette finlandesi non sono niente male.
Rientriamo sula E4. Ci fermiamo alle 18 in un bel campeggino lungo la statale. Doccia e lavatrice, cena fuori e…nanna! …dopo però un meraviglioso tramonto sul laghetto.
COSTI: visita gammelstad +souvenir: 120 sek+ 550 sek                   CAMPEGGIO: Overhornas Camping
           Pieno: 86 euro circa                                                                                Lat 63 17 301
           Campeggio: 21.5 euro circa                                                                     Long 18 34 726
                                                                                                                                   89440 Overhornas
 
26.06.2008                                       ORNSKOLDSVIK- STOCKOLM                                           532 Km
 
Tra una cosa e l’altra partiamo alle 8.   12°C       sereno
Rientriamo sulla E4 e proseguiamo spediti, con raffiche di vento. I bimbi dormono fino alle 10. Passiamo Sundsvall che ci appare proprio bella, sotto il sole, ma oggi tappone di trasferimento verso Stockholm. Il nostro camper sembra uno stendibiancheria: ieri ho litigato con l’asciugatrice e oggi tutti i panni sono a turno sul cruscotto ad asciugare!
Sosta alle 13.45 a 15 Km da Uppsala. Ci concediamo anche un pisolino e ripartiamo alle 15.    22°C    sole
Entriamo a Stoccolma alle 16. Oh! Finalmente dopo 10gg un po’ di sano traffico! Ma nel campeggio…non c’è posto! E Tomtom Boh ci manda in piena periferia fuori di 25 KM! UFF!
Decido di “navigare a vista” e dopo 20’ siamo all’altro campeggio ma sono ormai le 18.30. In un modo o nell’altro ci sistemiamo, il campeggio è quasi pieno ma i bimbi trovano subito l’area gioco e spariscono con un gruppetto di bimbi svedesi e sloveni : come fanno ad intendersi non si sa…
Prendiamo la tessera per internet WIFI e la Stockholm Card da 24 ore per domani (tutti i mezzi di trasporto e 70 musei gratis). Lavo i piatti di mezzogiorno, cucino, rilavo i piatti, stendo le cose che non sono ancora asciugate. Si va a letto alle 23 (i bimbi alle 22).  E finalmente per qualche ora appare la notte!.
 
COSTI: pieno: 106 euro circa                                                                CAMPEGGIO: Bredang Camping Stockholm***              
             Campeggio per 2 giorni: 440sek                                                                       Stora Sallskapets vag
             Tessera internet 50 sek                                                                                    12731 Skarholmen
             Stockolm Card per 3 persone (francesco è gratis): 800 sek                             Lat 59 17 735
                                                                                                                                                    Long 17 55 38
 
27.06.2008                                      STOCKHOLM
Stoccolma ci regala uno splendido sole.    Ore 8   18°C      sereno
Partiamo alla volta del centro alle 9. Prendiamo il metrò, che si trova a 200m dal campeggio (con la Stockholm Card non paghiamo i mezzi) e dopo 10 fermate siamo in centro a Gamla Stan. Bellissima!
Giriamo in lungo e in largo il Palazzo reale ( il “Kunsliga Slotten”), con la cappella, il museo dei cavalli, delle carrrozze, gli appartamenti reali e quelli dei vari Ordini Cavallereschi. Gli Appartamenti di Bernadotte sono sotto restauri. Vediamo il cambio della guardia, visitiamo il Museo della Posta e quello delle Monete. Io compro qualche souvenirs nel negozio del Castello (che bello lo stemma sul sacchetto!)
Ci fermiamo in un ristorantino dove ci concediamo una pizza (direi più che decente!) e del salmone.
Nel pomeriggio decidiamo per un bel giro in battello, anche perché i bimbi sono davvero cotti! Fa caldo. Il giro comincia alle 16.30 e vi sono le cuffie con tutte le lingue. La gita è piacevole e ci dà un po’ di respiro.
Alle 17.30 prendiamo un gelato, un paio di cartoline. Vogliamo vedere il National Museum …ma è già chiuso! (chiude prestissimo, alle 16.30 mi pare).
Riprendiamo il metrò, facciamo una velocissima spesa nel supermercato della nostra fermata di arrivo e alle 19 siamo in campeggio. Riesco a connettermi a Internet e così leggo la posta e aggiorno camperonline.it. Ceniamo fuori sui tavolini del campeggio. Alle 22.30 si va tutti a nanna!
COSTI: pranzo 73 euro
             Souvenir: 35.90 euro
             Spesa: 30 euro
 
28.06.2008                                       STOCKHOLM-MALMO                                                       615Km
Ore 7   14°C     nuvolo
Ore 9.30   16°C    parz. Sereno
Partiamo verso le 7. La strada è veloce e si viaggia benissimo; i bimbi dormono fino alle 10, quando metà del viaggio è già stato fatto. Si fa colazione in un’area sosta: se tutto va bene mangeremo in campeggio. Poi si mette a piovere.
Oggi “Tomtom Boh” è affidabile e alle 14 siamo già belli e parcheggiati a Malmo. Mentre i bimbi giocano fuori, io cucino e…finalmente oggi possiamo concederci un bel pisolino pomeridiano! L’idea era quella di andare a fare un giro ma i bambini non vogliono e noi, un po’ stanchi, non insistiamo. Doccia, lavatrice, cena alle 20 e nanna alle 22.30, dopo aver speso le nostre ultime corone svedesi in gelato e un paio di birre (qui costa pochissimo).
COSTI: pieno: 40 euro circa                                           CAMPEGGIO: Malmo Feriecenter****
             Campeggio: 24 euro circa                                                          Strandgatan,101
             Varie: 15 euro circa                                                                    21611 Malmo/Limhamn
 
29.06.2008                                   MALMO-HANNOVER                                                               497 Km
Partiamo alle 7.15, dopo un bel caffè.   15°C    nuvolo
Riattraversiamo il sempre stupefacente ponte sull’Oresund (la carta di credito dà di nuovo problemi…ci salva il Bancomat!)In Danimarca ci accoglie il sole.
Ore 8   17°C   sereno
Svegliamo i bimbi in fretta e ci imbarchiamo “al volo” a Rodby: non c’è coda e arriviamo proprio mentre stanno salendo i camper. Sbarchiamo a Puttgarden dopo aver assaggiato a bordo panini con gamberetti e dolcetti. Non avevamo ancora fatto colazione! In Germania fa un pochino più caldo e iniziamo a preoccuparci: da casa arrivano notizie di 35°C ma noi stiamo così bene qui, al fresco!
Iniziamo la lunga “discesa” della Germania lungo la A1. Alle 15   25°C.
Anche oggi “Tomtom Boh” fa il bravo e ci porta in un meraviglioso campeggio, adagiato sulle rive di un lago…dove si può fare il bagno. I bimbi ne approfittano e buttano via jeans e maglietta maniche lunghe per un bel costume! E sguazzano alla grande tutto il pomeriggio!
Stasera c’è la finale degli Europei: Spagna-Germania. Decidiamo di sentirci tedeschi, mangiare una bella wiener schnitzel con patatine e birra e tifare Germania alla partita. I 30 tedeschi con cui guardiamo il megaschermo sono simpaticissimi; loro non parlano inglese, noi non capiamo il tedesco e allora? Una signora mi parla in francese e il marito ci risponde in spagnolo! Chi dice che la lingua è un problema?!?
I tedeschi perdono la partita e tutti tranquilli ognuno torna al proprio camper o roulotte. Buonanotte!
COSTI: ponte 650 sek                                                                    CAMPEGGIO: Irenensee****
             Pieno: 586 ddk                                                                                           Dahrenhorst,2A
             Traghetto 88 euro + 18 euro (varie)                                                           31311 Uetze
             Pieno 85 euro                                                                                            
            Campeggio: 34.50 euro
            Cena: 41 euro
 
30.06.2008                                    HANNOVER-GUNZBURG                                                      553Km
 
Ci alziamo con calma alle 8. Vorremmo andare a dare un’occhiata al centro di Hannover…ma i bimbi se la prendono comoda, vogliono giocare fuori e così…anche noi ci adeguiamo. Colazione, lavo a mano qualcosa, giochiamo al PC e fuori nel parco.
Partiamo alle 10.30   21°C   sereno
C’è un bel sole ventilato. Questo camping ci è proprio piaciuto tanto! Puntiamo vicino a Gunzburg. Abbiamo anche trovato gratis la guida dei campeggi della Germania.
Ci fermiamo in autostrada in una bella area sosta, piena di giochini, poi si prosegue sulla A7/E45.
Ore 17   27°C   sereno
Anche oggi il “Tomtom Boh” ci azzecca e arriviamo in un mini-camping, quasi una fattoria, trovato sulla guida dei campeggi tedeschi, a 15 Km da legoland. Ed è una fattoria: cavalli, caprette, mucche, tori, galline, cani e gatti.
Il campeggio è piccolo, ma tutto sommato c’è tutto (anche le uova fresche…); i proprietari sono simpatici e fanno fare un bel giro sul cavallo a Elena e Francesco. Loro sono entusiasti e danno da mangiare agli animali.
COSTI:pieno 97 euro                                                                                        CAMPEGGIO: Schwarzfelder Hof
            Camping x 2gg: 57 euro                                                                                                Schwarzfelder Weg,1
                                                                                                                                                   Leipheim
 
01.07.2008                                     GUNZBURG (LEGOLAND)
Ore 8   22°C   sole
Alle 9 si parte per Legoland; siamo vicini, solo 10 min di autostrada.
Oggi fa caldo: legoland è fantastica; sembra un po’ Gardaland ma più adatta a bambini finoa 12 anni. L’unico difetto è che è un po’ cara e diverse attrazioni richiedono un supplemento ( e noi ci guardiamo bene dal farle…). Ci sono un sacco di giochi.
Continuiamo a rinfrescarci con i giochi d’acqua; il caldo è tanto e ci mettiamo dosi generose di solare. Ci rifugiamo a vedere diversi spettacoli e la fabbrica del LEGO.
A pranzo mangiamo dentro e Elena e Francesco si comprano spada e scudi per giocare ai cavalieri.
Alle 18 siamo cotti e poi…Legoland chiude presto…MEGLIO!
Così torniamo in campeggio per una bella doccia, cena e meritatissima nanna!
COSTI: Legoland (2 adulti e 2 bambini): 131 euro
             Pranzo: 30 euro
             Varie: 50 euro
 
02.07.2008                                     GUNZBURG-FUSSEN                                                         144 Km
Lasciamo la fattoria alle 8. C’è sole ma prendiamo anche un bell’acquazzone. Siamo in anticipo di due giorni sulla tabella di marcia quindi decidiamo di fermarci a Fussen per vedere il famoso castello di Neuschwanstein.
Quando arriviamo al parcheggio scopriamo (ma che ignoranti che siamo…!) che i castelli da vedere sono due: c’è anche quello di Honenschwangau. Così decidiamo di vederli tutti e due. Nella biglietteria tu puoi decidere quali vedere e se fare la strada a piedi, in bus o in calesse. Ci decidiamo per una salita a piedi e una in calesse.
I nostri tour saranno alle 11.20 e alle 13.20. Al castello di Honenschwangau ci si arriva con soli 10 min di passeggiata. La guida ci fa sentire la spiegazione in italiano. Il castello è bellissimo e a Elena e Francesco piace molto. La visita dura circa 25 min.
C’è poco più che il tempo di un panino, poi ci mettiamo in fila per il calesse per andare a Neuschwanstein. Poi ci vuole una corsa indiavolata per arrivare senza fiato ma in tempo all’altro tour. Prendiamo le audioguide.
Il castello di Neuschwanstein è meraviglioso, veramente meraviglioso, pieno di ori e colori. Elena ne rimane affascinata. All’uscita prendiamo un puzzle per la cameretta. Anche qui la visita dura circa 25 min.
Alle 16 stanchi morti ci dirigiamo verso il campeggio che mi ero segnata ma… è pieno! Tentiamo nell’altro, a 3 Km, ma qui non ci possono dare l’elettricità ( per un guasto, dicono…). Un po’ nervosi riprendiamo la strada che dovremmo prendere domani e dopo 30’ seguiamo un cartello che indica un campeggio.
Qui la carta di credito non viene accettata (ma uffa…!) comunque ce la caviamo ovviamente con i contanti: tanto sono gli euro. Il campeggio è molto carino e il bar è gestito da un greco che ci fa un espresso MERAVIGLIOSO!
Ci gustiamo due birre weiss e facciamo due chiacchere; nel frattempo ennesimo temporale con acquazzone. Ma i bimbi giocano lo stesso. Cenetta e nanna.
COSTI:castelli: 34 euro                                                                        CAMPEGGIO: Grundelsee Camping
            Calesse (2 adulti e 1 bambino sopra i 7 anni): 17.50 euro                               Wertach
            Puzzle 8.90 euro
            Camping: 16.50 euro
            Pranzo: 10 euro
            Varie: 10 euro
 
03.07.2008                                     FUSSEN-MAIENFELD-S.BERNARDINO                              268Km
Ore 8   21°C   sereno
Rientriamo sull’autostrada per Kempten, all’uscita 136 imbocchiamo la statale 12 per Lindau. Siamo alla ricerca di un benzinaio. Lo troviamo e per una volta funziona la carta di credito (con il chip).
Dopo un po’ di lavori in corso e deviazioni, entriamo in Austria alle 9.45 e compriamo la vignetta.Per usare il nostro secondo giorno di anticipo, decidiamo di andare a vedere la casa di Heidi a Maienfeld.
Ci arriviamo per le 10. Parcheggiamo vicino alle stazione: non ci sono molti posti ma riusciamo a starci. Cerchiamo il sentiero che ci porta, in circa 20’, alla casa di Heidi. I bimbi sono eccitati, noi meno; in fin dei conti non è niente di che: una casa di montagna ma niente di eccezionale e si paga pure per entrare.
Poi scopriamo che si può arrivare anche ad una casa sull’Alpe, ma sono due ore di camminata e noi siamo senza cibo e acqua e sono già le 11. Saliamo un po’, ma poi decidiamo di tornare indietro, con grande rabbia di Elena.
Compriamo pane buonissimo e mangiamo panini nel camper; sono già le 14.30. Partiamo verso il S.Bernardino: l’idea è di fermarci lì per un’ultima notte al fresco. Comincia a piovere. Cerchiamo un campeggio e ci impieghiamo un po’ a trovare qualcosa del genere subito dopo il tunnel del S.Bernardino.
E’ un punto di appoggio alla buona, ma abbiamo il bagno e l’allaccio elettrico. In realtà non è un campeggio per camper ma solo per roulotte stanziali comunque ci fanno entrare e sono tutti molto gentili. Di fianco c’è a capanna Genzianella, con una signora gentilissima e decidiamo di fermarci per cena. Ci strafoghiamo di minestrone, pizza, pollo arrosto con patate e torta per la folle cifra di 9 euro a testa!
Conosciamo anche una coppia di Varese, con un bimbo: Elena e Franci ci giocano tutta la sera e un camionista offre ai bimbi tavolette di cioccolato perché è diventato nonno!
Fuori diluvia e ci sono 8°C! Domani ci aspettano i 33° di monza. Per intanto però ci infiliamo sotto i piumini e…buonanotte!
COSTI: pieno: 102 euro
             Vignetta: 7.70 euro
             Casa Heidi: 21 franchi
             Campeggio: 18 franchi
             Cena: 30 euro
 
04.07.2008                                     S.BERNARDINO - MONZA                                                    166Km
Notte da Rigoletto! Abbiamo dovuto spostare 2 volte il camper perché c’era un ramo che, a causa del vento, sfregava sul camper facendo un cigolìo tremendo.
Partiamo alle 7. Dobbiamo rientrare presto per riportare il camper al noleggio.
Alle 8.30 siamo in ITALIA! E dopo caldo e code alle 10.15 siamo a casa.
Finalmente a casa! Il contachilometri segna 17661 Km.
 
Questa è la fine del nostro viaggio: sognato per tanti anni, preparato in tanti mesi e fatto in tre settimane. Tutto è andato benissimo: il camper, i bimbi e noi.
Gente meravigliosa, posti meravigliosi, paesaggi meravigliosi fusi insieme
TRA CIELO, TERRA E MARE
           
             
 

Galleria fotografica


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.

Camper nuovi disponibili in pronta consegna
851 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita

Accessori in primo piano
HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEGHEVOLE HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEG...
In polipropilene. Dimensioni aperto: 315x3...
www.camperonsale.it
THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEMENTARE PER WC THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEM...
Per il nuovissimo WC Thetford Cassette C220!!...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina