Cuneo 3 ottobre 2003

 

Al Signor Presidente

del Consiglio dei Ministri

On. Silvio Berlusconi

Roma

 

Al Signor Ministro

dell’Economia e Finanze

On. Giulio Tremonti

Roma

 

Al Signor Ministro

del Lavoro e Politiche Sociali

On. Roberto Maroni

Roma

 

 

OGGETTO: Finanziaria anno 2003 – Camper ed handicap, una questione di giustizia e di solidarietà, nell’anno che la Comunità Europea ha dedicato alle persone con disabilità

 

Pregiatissimi Onorevoli,

il 2003 è l’anno che la Comunità Europea ha dedicato alle persone con disabilità: i convegni si sono sprecati, le promesse anche, i fatti però denotano una linea di tendenza ben diversa.

La Finanziaria 2004 varata dal Consiglio dei Ministri il 29 settembre ed il Decreto Legge di accompagnamento nulla riservano ai disabili, se non tagli ed appesantimenti negli accertamenti.

Da anni il Camper Club “La Granda” si batte perché venga riconosciuto ai disabili il diritto a fruire del tempo libero e sia concesso ai loro famigliari di “uscire dal chiuso” che il dolore e la diversità li hanno costretti, per realizzare quel diritto all’uguaglianza, alla dignità, alla vita che la Costituzione Italiana loro riconosce, al pari di tutti gli altri cittadini.

Ci aspettavamo che almeno nel 2003 un minimo di attenzione al diritto ad una esistenza dignitosa ed alla fruizione del tempo libero venisse riconosciuta a quanti, non per colpa loro, soffrono per gravi menomazioni.

Questo non è avvenuto, e la cosa ci dispiace non poco.

L’autocaravan rappresenta il mezzo più comodo e razionale per assicurare una dignitosa mobilità ai portatori di handicap, permettendo agevoli spostamenti in ambito cittadino e consentendo di poter usufruire di quello svago che la condizione di menomazione purtroppo rende già molto difficile.

Per le famiglie dei disabili, poi, il poter assicurare una dignitosa esistenza ai propri famigliari e nel contempo il non dover sempre e comunque rinunciare a momenti di sollievo rappresenta un ulteriore fattore positivo.

La finanziaria 2001, in questo senso, con il 3° comma dell’articolo 81, ha riconosciuto la funzione sociale del camper ed ha esteso, in parte, i benefici fino ad ora riconosciuti alle sole autovetture.

Si tratta ora di completare l’opera e di equiparare l’autocaravan all’automobile, estendendo anche i benefici dell’IVA agevolata sull’acquisto.

Poiché la legge consente un solo acquisto nell’arco di quattro anni, non si accrescono le spese a carico dello Stato, si amplia esclusivamente la gamma degli autoveicoli che possono essere individuati per assicurare una miglior mobilità ed una più degna vivibilità a chi é affetto da una grave menomazione fisica, sensoriale o psichica.

Il Camper Club “ La Granda, che é una tra le maggiori associazioni europee di turismo all’aria aperta, lo scorso anno fu in prima linea  nella battaglia per il riconoscimento della funzione sociale che l’autocaravan svolge.     
L’articolo 81 della Legge 23 dicembre 2000, ha dato una prima, sia pur parziale risposta alle sollecitazioni che provengono da larghi strati della popolazione, soprattutto di quella maggiormente sensibile alle tematiche sociali, si tratta ora di completare questo lavoro.

La proposta che avanziamo é quella di prevedere nella Finanziaria 2004, se non é possibile in sede di manovre di attuazione della finanziaria del corrente anno, il seguente articolo di legge.   

 

 

“Le disposizioni di cui alla Tabella A, parte II, punto 31  “Beni  e servizi soggetti all’aliquota del 4%) del D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633, modificato ed integrato con l’articolo 8 comma 3° della legge 27 dicembre 1997 numero 449, con l’articolo 50 della legge 21 novembre 2000 numero 432 e con l’articolo 30, comma 7, della legge 23 dicembre 2000 numero 388, si applicano anche ai veicoli di cui all’articolo 54, comma 1, lettera m) del Decreto Legislativo 30 aprile 1992 numero 285.

 

Ai  veicoli di cui all’articolo 54, comma 1, lettera m) del Decreto Legislativo 30 aprile 1992 numero 285 sono estesi i benefici di cui all’articolo 8, comma 7, della legge 27 dicembre 1997 numero 449”. 

 

Uno sforzo comune in questo anno particolare, dimostrerebbe la sensibilità e l’attenzione certe tematiche da parte di chi, per volontà elettorale, è stato chiamato a governare il nostro Paese.

 

Certo della sensibilità delle SS.LL alle vaste problematiche del settore dei disabili e a quello del turismo e del tempo libero che debbono essere assicurati anche a chi si trova in condizioni disagio, mi dichiaro a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

 

Dr Beppe Tassone

Presidente del Camper club “La Granda”

 

 

Camper Club “La Granda”

Via E. Filiberto 18 bis

12100 Cuneo

 

Telefono              0171 630976

Fax                       0171 697557

e.mail                   beppe@cnnet.it

sito internet         www.camperclublagranda.it