ESPERIENZA VISSUTA CON AUTOCARAVAN NORMALE IN ISLANDA

(FordTransit gemellato)

 

Anno 1999: Islanda, esperienza di una famiglia con tre bambini piccoli al seguito (Laura 1998; Giuseppe 1993; Francesca 1992). Di Elena Franco e Filippo Sogaro soci Caravan Club Gorizia.

 

Limiti del mezzo:

Ø      difficoltà di percorsi e limitazione degli stessi per itinerari obbligati; il mezzo va comunque messo a punto con la massima pignoleria per affrontare terreni non preparati; di rigore una seconda ruota di scorta.

Ø      Pericolosità effettiva in caso di forte vento, evenienza non rara, ma è sufficiente ridurre la velocità (anche a 30Km/h se serve)

Ø      Difficoltà nell'attraversamento di zone di cantieri di lavoro: talvolta il fondo stradale è molto dissestato con reale possibilità di “toccare di sotto”: vanno affrontati con la massima attenzione.

 

I BAMBINI AL SEGUITO

Ø      Ambiente assolutamente stimolante e privo degli usuali pericoli, completamente diverso dal nostro e per questo, come per tutte le novità è necessario un tempo di adattamento.

Ø      Problemi di tipo alimentare non ci sono ma talune volte difficoltà a reperire alimenti graditi, problema “superabile” se i figli presentano un adeguato interesse “naturalistico”.

Ø      Passeggiate ed escursioni facili, assolutamente non pericolose se affrontate con abbigliamento ed attrezzatura adeguata.

Ø      Per gli amanti dei cavalli c'è solo l'imbarazzo della scelta, ma attenzione, con esperienza del tutto diversa anche se totalmente appagante. Cavalcare fuori del maneggio in Islanda è “d’obbligo” e del tutto normale anche con bambini molto piccoli come lo sono i nostri !!!.

 

PRECAUZIONI SANITARIE

Ø      Non sono molte le precauzioni da prendere se non quelle connesse a una grande prudenza che deve accompagnare qualunque viaggio; l'Islanda è di per sé un posto a basso rischio sanitario: le condizioni climatiche, avverse sono superate da un abbigliamento adeguato, le malattie da raffreddamento possono essere evitate se si affronta il tutto con prudenza e buon senso. Una grande attrattiva è costituta dalle piscine di acqua calda naturali o "artificiali”: sono tutte all'aperto, l'usarle è doveroso ma si raccomanda di essere coperti adeguatamente quando si esce dall'acqua calda (si passa da +30° a +8°…quando va bene!).

Ø      Nelle escursioni il pericolo, come ovunque, sono le cadute, distorsioni, abrasioni. Particolari pericoli locali sono tutti ben segnalati con cartelli evidentissimi in più lingue europee: non vanno sottovalutati.

Ø      Lungo i laghi possono essere noiosi gli insetti, peraltro innocui, che possono essere ovviati con "veline parasole"

Ø      Nei luoghi dei fanghi o nella zona dei geyser attenzione deve essere posta per scottature: bisogna ricordare che anche il vapore se emesso con una certa velocità può essere ustionante, se ci si attiene alle indicazioni che sono frutto di esperienza di migliaia di turisti non ci sono pericoli

Ø      Il cibo è ovunque sicuro e la temperatura fa sì che sia estremamente raro il pericolo di contaminazioni batteriche degli alimenti; vale comunque la regola di usare cibi freschi, usare solo acqua potabile, peraltro facilmente reperibile ovunque e “disinfettare” il tutto con un buon vino portato in quantità dall’Italia (quello reperibile sul posto è carissimo e mediocre)!!!.

 


LA DOTT.SSA FRANCO (MEDICO PEDIATRA & ANESTESISTA/RIANIMATORE)

PER L’ISLANDA CONSIGLIA

 

PRESIDI SANITARI INDISPENSABILI DA AVERE CON SE’

I farmaci da avere con sé non sono molti, ma considerando le distanze, in particolare verso il centro del Paese (praticamente disabitato) non sempre è facile trovare una farmacia e/o un medico: è sufficiente una confezione per farmaco, poi c'è la possibilità di reperire in loco lo stesso farmaco.

 

FARMACI ESSENZIALI

(ATTENZIONE ALLE VARIE ALLERGIE DEL SINGOLO AL FARMACO SPECIFICO)

Ø      ANTIFEBBRILI:               Tachipirina, Aspirina, Novalgina

Ø      ANTIDOLORIFICI:           Tachipirina, Aspirina, Novalgina, Synflex

Ø      ANTIINFIAMMATORI:     Synflex, Aspirina, Oki

Ø      ANTIBIOTICI:                      Augmentin, Macladin o Clarytin

Ø      ANTISPASTICI:               Alginor, Buscopam

Ø      ANTIEMETICI:                  Xamamina, Travelgum, Transcop

Ø      ANTIISTAMINICI:            Clarytin, Zirtec

 

EVENIENZE PIU’ FREQUENTI

Ø      FEBBRE:                             Antipiretici, acqua fresca, liberarsi da troppi indumenti

Ø      ALLERGIE:                           Antistaminici, Cortisonici (Bentelan, Deltacortene forte)

Ø      EMICRANIA:                     Antidolorifici

Ø      MAL DI DENTI:              Antidolorifici

Ø      CONGIUNTIVITI:               Colliri antibiotici (Tobral ) e decongestionanti (Imydazil)

Ø      OTALGIE:                       Antidolorifici sistemici e locali (Anauran)

Ø      EPISTASSI:(Sangue dal naso):    Ugurol, Tamponamento (con cotone o garze emostatiche)

Ø      RINITI:                            Antistaminici sistemici (Actifed)e locali (Narlisim, VixInex)

Ø      FARINGITI :                       Antiinfiamatori e disinfettanti (Tantum verde) ev. antibiotici

Ø      TORCICOLLO:                      Antiinfiammatori, Miorilassanti (Muscoril)

Ø      DOLORI ARTICOLARI:     Antinfiammatori e miorilassanti

Ø      GASTRITI:                               Antiacidi (Malox, Gaviscon, Bicarbonato)

Ø      COLICHE ADDOMINALI :     Antispastici

Ø      COLICHE RENALI:               Antispastici

Ø      CISTITI:                              Disinfettanti vie urinarie (Monuril, Furadantin)o Augmentin

Ø      ABRASIONE:                    Disinfettanti allo Iodio (Betadine) o Clorexidina,

                                                     Pomate Antibiotiche (Aureomicina, Gemtalyn Beta)

Ø      SCOTTATURE:                  Sofargen, garze grasse, pomate antibiotiche e cortisoniche                                                                      (Temetex)

Ø      DERMATITI:                      Pomate antibiotiche se c’è infezione o semplicemente cortisoniche

Ø      DISTORSIONI:                  Voltaren pomata o Cerotti Transact, immobilizzazione.

Ottima pomata per svariati problemi connessi con i traumi quella a base di ARNICA

Ø      Oltre ai farmaci:            bende, cerotti stery streep, garze sterili, garze grasse. Surgifix varie                                              misure; qualche paio di guanti sterili.

 

Consiglio una dotazione personale di farmaci antifebbrili e antidolorifici, per quel che riguarda invece gli antibioti, gli antispastici, gli antistaminici gli antiemorragici i cortisonici, le pomate in genere sarebbe meglio una dotazione collettiva e solo per gli antibiotici una dotazione “da copertura” vale a dire di diverse confezioni, in quanto costosi e in Italia mutuabili e quindi gratuiti, gli altri non sono particolarmente costosi ed anche facilmente reperibili in loco.

 

BUON VIAGGIO A TUTTI E SE AVETE BISOGNO PER QUALCHE CONSIGLIO DEL MEDICO 24ORE SU 24 (o quasi) CHIAMATEMI PURE AL (+39) 3284712025