18 maggio 2005

 

SI PARTE, SI ARRIVA MA per essere tranquilli ……

 

Abbiamo preparato una serie di sintetiche osservazioni alla luce dei bagliori e drammi scaturiti dall'ultimo incendio che ha fatto strage di autocaravan in un rimessaggio dove il gestore non era assicurato adeguatamente.

Sulle pagine di inCAMPER abbiamo sempre trattato adeguatamente detti temi ma lo abbiamo dovuto fare in modo completo che, purtroppo, non stimola l’attenzione del lettore.

Ecco il nostro contributo per compensare la poca attenzione prestata alle pubblicazioni complete che abbiamo dedicato al settore e per intervenire sulla mancanza di chiare spiegazioni a cura delle assicurazioni nei settori incendio, furto e famiglia. 

Con questo articolo cerchiamo di contrastare quelle assicurazioni che invitano i camperisti a sospendere la polizza in caso di rimessaggio e che, avendo seguito tale consiglio, moltissimi camperisti si sono poi ritrovati con un pugno di cenere in mano.

 

 

 

Il Problema

Il Certificato sostitutivo della Tessera Sanitaria Europea ex-E111 rilasciato dalla Azienda Sanitaria oppure la Tessera Sanitaria Europea in forma di card in quelle Regioni che lo hanno già inviato ai loro assistiti copre quanto previsto dal servizio sanitario nazionale del Paese che visitiamo.

In molti paesi comunitari le prestazioni si pagano e/o il ticket da pagare è salatissimo.

Il Certificato sostitutivo della Tessera Sanitaria Europea ex-E111 rilasciato dalla Azienda Sanitaria oppure la Tessera Sanitaria Europea NON sono valide nei paesi extracomunitari.

Il consiglio

Dichiarare per il Certificato sostitutivo della Tessera Sanitaria exE111 un lasso di tempo superiore a quello preventivato perché non è raro il prolungare la vacanza per qualche giorno.  Chi ha la Tessera Sanitaria Europea non deve passare alla ASL.

Il consiglio è di stipulare una Polizza Infortuni/Malattia che copra il periodo dichiarato e/o per i professionisti di estenderla a tutto l’anno che diventa più conveniente.

 

 

Il Problema

Sono pochi gli incidenti con l’autocaravan mentre sono numerosi gli incidenti che coinvolgono la famiglia in autocaravan in una responsabilità civile verso terzi (bambino che provoca danni, tendalino che cade in testa a qualcuno, tavolo che si rovescia, cane che morde, ecc...).

Il consiglio

Stipulare una Polizza RCTerzi o del Capofamiglia valida anche per l'Estero.

 

 

Il Problema

Un furto e/o una rapina (consumati o tentati) al proprio veicolo che causano una combustione con sviluppo di fiamma (in parole povere: incendio) che crea danni al proprio veicolo.

Il consiglio

Stipulare una adeguata copertura incendio/furto.

 

 

Il Problema

Una combustione con sviluppo di fiamma (in parole povere: incendio) causata da un difetto / uso / manutenzione di una apparecchiatura che crea danni al proprio veicolo.

Il consiglio

Stipulare una adeguata copertura specifica.

 

 

Il Problema

Una combustione con sviluppo di fiamma (in parole povere: incendio) causato da eventi socio-politici (mafia, teppismo, scioperi, ecc … ) che crea danni al proprio veicolo.

Il consiglio

Stipulare una copertura Eventi socio-politici, eventi naturali, caduta oggetti.

 

 

Il Problema

Una combustione con sviluppo di fiamma (in parole povere: incendio) dal proprio veicolo che crea danno ai veicoli di altri durante la circolazione.

I danni agli altri non sono pagati se l’autocaravan è parcheggiata in una struttura privata con limitazione della circolazione (esempio: cancello, sbarra, ecc …)

I danni agli altri (non i propri) sono coperti dal massimale della RCAuto.

Il consiglio

Verificare quale massimale abbiamo perché è facile attivare un incendio che si trasmette anche a 100 autocaravan.

 

 

Il Problema

Una combustione con sviluppo di fiamma (in parole povere: incendio) dal proprio veicolo che crea danno ai veicoli di altri NON derivante dalla circolazione.

Il consiglio

Stipulare una copertura Ricorso Terzi da incendio in modo che i danni agli altri (non i propri) siano pagati. In parole povere, siamo coperti anche in una struttura privata con limitazione della circolazione (esempio: cancello, sbarra, ecc …).

 

 

Il Problema

Molti sospendono la polizza quando parcheggiano l’autocaravan per lunghi periodi di tempo ma non si ricordano che ciò comporta che si è tenuti a pagare in prima persona i danni causati con il veicolo (movimenti per parcheggiare meglio il veicolo, per effetturare manutenzioni o riparazioni, ecc.. ) e dal veicolo (esempio: incendio, distacco di parti, ecc…).

Il consiglio

NON sospendere mai la polizza perché il risparmiare qualche euro può trasformarsi facilmente in un danno da migliaia di euro.