CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

GERMANIA

Dalla Romantiche Strasse alla Foresta Nera

 

Km percorsi circa 2800.

Durata del viaggio dal 6 al 20 agosto 2004.

Questo che leggerete è il diario di viaggio di due famiglie partite per la vacanza nell’estate 2004.

Io sono Doriana con mio marito Guglielmo e mia figlia Eleonora con il nostro camper MC LOUIS 430.

La seconda famiglia è formata da nostri amici Mariano con la moglie Denise,le figlie Sara e  Alessandra la mamma Enedina e la sorella Giacinta con il loro camper Rimor Superbridge 678.

La destinazione era già stata decisa e progettata da più di due mesi e precisamente la Romantiche Strasse, la Foresta Nera e il Lago di Costanza.

Nella progettazione dell’itinerario l’ausilio di internet ci è risultato prezioso per individuare subito cosa dovevamo visitare.

La metà principale del nostro viaggio è vedere paesini caratteristici assaporare la natura passando attraverso boschi, laghi e monti sono quindi fuori dal nostro itinerario le grandi città.

Durante il nostro viaggio ci sono risultati utili:

  • Il progetto di viaggio;
  • La cartina stradale della Germania;
  • L’Atlante Stradale e turistico del Turino Club Italiano;
  • Il navigatore satellitare;
  • La macchina fotografica digitale con la quale abbiamo potuto scattare oltre 700 foto;
  • La telecamera digitale.

 

Cronologia della vacanza:

Venerdi 6 agosto                                  Perugia - Bressanone

Partenza alle ore 15,00 da Perugia in direzione Valdichiana con sosta tecnica per fare gasolio, proseguimento per la Firenze Bologna, sostiamo per la cena a  Mantova e ripariamo poi fino ad arrivare a Bressanone dove pernottiamo.

 

Sabato 7 agosto                                   Bressanone – Inssbruck- Garmisch

Partiamo da Bressanone e facciamo una breve sosta al Brennero per visitare i tanti negozietti (da notare anche se siamo in Italia parlano l’austriaco). Siamo poi ripartiti in direzione di Inssbruck (cittadina che peraltro avevamo visitato due anni prima e ci era molto piaciuta) dove abbiamo visitato i tanti caratteristici negozi di souvenir ed abbiamo comprato una bellissima befana. Vi è un bellissimo negozio di decorazioni natalizie dove ci sono tutte palline e uova decorate da appendere all’albero di Natale. Vi è uno stupendo negozio di Swaroski il CRISTALL GALLERY. Alle ore 16, 30 siamo ripartiti in direzione di Garmisch dove abbiamo cenato al Parcheggio degli autobus; dopo cena visitiamo la cittadina di Partenkirchen e poi torniamo a dormire al parcheggio degli autobus dove  c’è un’area riservata ai camper e dove è possibile fare carico e scarico acqua.

 

Domenica 8 agosto                             Garmisch – Fussen

Partiamo dal parcheggio degli autobus per raggiungere il parcheggio dell’ Olimpia Skistadion (era questo il parcheggio che avremmo dovuto trovare ieri sera!!!) che è gratuito per camper ed andiamo a visitare le cascate di Partrachklamm (ingresso a pagamento). Per salire fino all’ingresso delle cascate bisogna percorrere circa 2 Km di strada decidiamo quindi di prendere un Calesse. Arrivati all’ingresso bisogna percorre un sentiero con tratti all’interno della roccia dove scorre il fiume d’acqua proveniente dalle cascate formando degli scenari bellissimi.

Riscesi giù siamo abbastanza stanchi e decidiamo di fermarci in un luogo di ristoro dove si possono mangiare prodotti tipici e gli immancabili wurstel.

Inizia a fare qualche goccia di pioggia quindi decidiamo di scendere ancora con il calesse.

Alle 15,00 ripartiamo in direzione di Fussen dove visitiamo il mercatino dei polacchi. Vi è un’area di sosta attrezzata per camper con servizi ma inutile è al completo e non ci sono altre aree di sosta si può andare solo al Parcheggio P3 Morisse  a pagamento (parcheggio riservato per autobus e camper), rimane comunque vicinissimo al centro di Fussen. La sera visitiamo il centro della cittadina è veramente stupendo con quegli edifici caratteristici e tutti colorati. Questa sera c’è una festa e quindi troviamo tanti chioschi che vendono birra e specialità locali. Quello che ci impressiona è che è una cittadina molto pulita. Torniamo a dormire al parcheggio P3.

 

Lunedì 9 agosto                                   Fussen – Schongau

Di buon mattino (alle ore 7,00) ci alziamo per andare a visitare il castello di  Hohenschwangau e il Castello di  Neuschwanstein dove è possibile parcheggiare in prossimità del primo e dove si ritirano i biglietti per l’ingresso di tutti e due i castelli alle ore 8,00 all’apertura siamo già in fila per ritirare i biglietti ci vengono dati per le ore 9,40 per il primo e le 11,40 per il secondo.

Nel primo castello siamo accompagnati da una guida dove ci fa vedere e racconta la storia fortunatamente parla un buon italiano.

Per recarsi al secondo castello è possibile oltre che arrivarci a piedi prendere l’autobus vicino ai negozi di souvenir, ma c’e una fila interminabile, quindi optiamo per fare la fila per il calesse poiché è minore, dove nell’attesa facciamo amicizia con dei simpatici turisti giapponesi.

Arrivati al secondo castello (bisogna essere puntualissimi!!), quando nel diplay arriva il numero del nostro turno bisogna entrare (sembra di essere alla A.S.L.), dove ci vengono fornite delle radio guida in lingua italiana che vengono attivate dalla hostess che ci accompagna. Qui dobbiamo dire di aver visto delle meraviglie all’interno del castello dagli affreschi, ai tessuti di tendaggi e tutto l’arredamento molto ben conservato, diciamo che a  noi ci hanno fatto vedere solo una piccola parte del castello ma è grandissimo, quello che ci colpisce inoltre è la cucina, che per l’epoca a cui risale era fornitissima.

Riscendiamo nuovamente con il calesse per poi ritornare nella cittadina di Fussen.

Ripartiamo nel tardo pomeriggio in direzione di Schongau dove lungo la strada riusciamo a far acqua in una fontana; lungo la strada che percorriamo ovunque si vede verde e  grandissime estensioni di prati.

Ci fermiamo per cenare ed arriviamo a Schongau che è tarda serata e sostiamo in una grande area di sosta con possibilità di carico e scarico acque e si trova vicino al tennis Club di Schongau.

 

Martedì 10 agosto              Schongau – Landesberg am Lech – Augsburg - Ulm

Partiamo in mattinata tardi da Schongau in direzione di Landesberg am Lech una cittadina bellissima  con edifici tutti colorati, con alternanza di colori, che costeggiano una bellissima piazza con fontana risalente al XVIII secolo e dove scorre la strada che passa in un’arco di un bellissimo edificio.

Qui visitiamo una bellissima e decoratissima chiesa e la Bayertor (la porta più bella della Germania). Ciò che ci colpisce è l’abbondanza di panetterie. Vi è anche un bellissimo lungo fiume che costeggia il paese.

Ripartiamo nel pomeriggio in direzione di Augsburg dove visitiamo l’animata cittadina dove nella piazza principale vediamo il Rathaus (Municipio) risalente al XVII secolo e la Augubrunnen celebre fontana del 1575 con la statua dell’imperatore Augusto.

Quello che ci colpisce è che ovunque si vedono negozi ed edifici antichi con facciate decoratissime e ben tenute.

Ripartiamo nel tardo pomeriggio in direzione di Ulm dove arriviamo in un bellissimo parcheggio attrezzato con carico e scarico a pagamento (sosta massima 3 giorni) e dove vi è un bellissimo e enorme parco, tutto ben curato con numerosissimi giochi per bambini ed un laghetto pieno di paperelle (rimane nelle vicinanze dello stadio) pernottiamo in questo parcheggio.

 

Mercoledì 11 agosto                            Ulm – Stocccarda – Baden-Baden

La mattiamo facciamo una passeggiata nel bellissimo parco adiacente al parcheggio dove c’è la possibilità di prendere il tram per il centro.

Visitiamo prima una bellissima Chiesa e poi la splendida Cattedrale con il campanile in stile gotico che è il più alto del mondo (Mt. 161).

Fuori dalla Cattedrale nella piazza vi è un mercatino della frutta, verdura e piante e qualche bancarella di prodotti tipici.

Nel pomeriggio ripartiamo in direzione di Baden-Baden passiamo per Stoccarda ma non ci fermiamo. Arrivati a Baden-Baden parcheggiamo nel parcheggio dello stadio dove Vi è un’area riservata a camper (ma inutile è piena) decidiamo quindi di parcheggiare al parcheggio adiacente (anche se vietato a camper) e qui come in altre città c’è un bel parco con giochi per bambini.

 

Giovedì 12 agosto                                Baden-Baden – Freudenstadt

Andiamo a visitare il centro di Baden-Baden  che è veramente bello, ciò che ci colpisce è la grandissima quantità di fontane che vediamo con vari scenari d’acqua. Era nostra intenzione visitare una grande chiesa ma la troviamo chiusa.

Visitiamo il famoso Casinò un bellissimo edificio bianco ad archi con un immenso giardino, al fianco vi è un’ ufficio di informazioni turistiche con negozietto di souvenir dove di è una fontanella che scorre acqua calda delle terme da bere.

Unica nota da fare: è una città abbastanza costosa rispetto a quelle visitate fino ad ora.

E’ qui da Baden- Baden che inizia la SchwarzwaldhochstraBe, la prima e più importante via della Foresta Nera.

Ripartiamo in direzione di Freudenstadt dove imbocchiamo una strada che né un ripido serpentone dove si passa all’interno di alberi ad altissimo fusto, lungo la strada incontriamo il paesino di Gaushech dove vi sono edifici caratteristici ed una chiesa con due torri.

Lungo la strada facciamo una brevissima sosta all’interno del bosco per raccogliere more e mirtilli, fino a quando finalmente non arriviamo a Freudenstadt dove scorgiamo subito la Markplatz, ma nel cercare un parcheggio, purtroppo, per la prima volta in questa vacanza inizia un forte    temporale e non possiamo scendere, decidiamo quindi di metterci alla ricerca di un Camper Service, ma dopo molte ricerche non troviamo nulla fino a quando ci indicano di andare in direzione di Gutach a circa 5 Km da Freudenstatd dove troviamo un bel campeggio fornito anche di una bella piscina (siamo in montagna!!) dove è possibile fare carico e scarico acque a pagamento (ad € 5,00).

Dopo cena poiché non piove più decidiamo di andare a fare un giro per il centro, ma fa veramente molto freddo (17°) per fortuna i nostri Pile!!,  forse siamo anche gli unici turisti ad essere in giro!! Vediamo vicino alla piazza una bellissima birreria tutta ben arredata.

Parcheggiamo in prossimità dello stadio.

Venerdì 13 agosto                                Freudenstadt – Wolfach - Triberg

La mattina visitiamo la Marktplatz la bellissima piazza che con i suoi 225 metri di lunghezza è la più grande piazza del mercato di tutta la Germania, tutta completamente riservata a pedoni per visitare i tanti negozi all’interno dei portici che circondano la piazza.

Abbiamo visto anche il trenino (Kurbahnle) che trasporta i turisti all’interno della piazza, era veramente carino.

Ai lati della piazza abbiamo visto il Rathaus che la domina con la sua grande torre tutta la piazza e nel lato opposto visitiamo la chiesa parrocchiale dove all’interno i fedeli possono guardare l’altare da due diverse angolazioni, all’interno da vedere il Crocefisso del 16° secolo, la fonte battesimale ed il leggio con i quattro evangelisti risalenti al 12° secolo.

Vi è inoltre una bellissima fontana con giochi d’acqua ed è possibile entrare all’interno della fontana quando fa l’alternanza dei giochi d’acqua. Anche in questa piazza vi è un mercatino.

Nel pomeriggio ripartiamo e iniziamo a percorrere la strada in direzione di Wolfach.

Leggendo una guida turistica vediamo che l’indicazione che avevamo visto il giorno precedente “Panorama Bad” scopriamo che si tratta di una magnifica piscina costruita sulle colline che dominano la città dove è possibile fare il bagno nelle calde acque dell’impianto anche in pieno inverno con la neve; sicuramente valeva la pena vederla.

Lungo la strada in direzione di Wolfach quello che ci impressiona è l’enorme quantità di tronchi d’albero tagliati e pronti per essere lavorati dalle segherie.

Anche Wolfach è una cittadina che si trova vicino ad un fiume e dove alla fine del paese si può visitare un’antica vetreria che lavora il vetro soffiato, ma arriviamo in tempo utile per visitare lo splendido negozio dove è possibile acquistare vasi e vari prodotti in vetro soffiato tra cui anche delle splendide palline per addobbare l’albero di Natale, ma ciò che ci colpisce di più è l’area interna al negozio riservata agli addobbi natalizi,  una vera meraviglia!!! Si può vedere dai babbo Natale a grandezza di persona, agli alberi di Natale tutti addobbati, a tutto il necessario per gli addobbi, per non mancare i deliziosi Presepi tutti in legno lavorato. Vi è inoltre un’area riservata ad Hallowen. Purtroppo non possiamo visitare gli artigiani che lavorano il vetro (ingresso a pagamento) poiché sono le ore 17,30 in punto e quindi ci invitano ad uscire. L’orario per la visita è dalle 9 alle 17,30. Ripartiamo quindi in direzione di Gutach con l’intenzione di fermarci per vedere il famoso Museo all’aperto ma non lo possiamo fare  perché strada facendo siamo accompagnati da un fortissimo temporale.

Decidiamo quindi di proseguire per Triberg dove da prima dell’ingresso al paese iniziamo a vedere lungo la strada i numerosissimi negozi di artigianato locale e i tanto famosi Cucù tutti in bella mostra nelle vetrine. Per il pernottamento parcheggiamo nella parte alta della cittadina al Parcheggio P6 parcheggio per autobus con 4 posti riservati a camper (forse un po’ pochi per una deliziosa cittadina turistica come Triberg!!); anche se ci è stato riferito che è possibile parcheggiare nella parte bassa del paese.

Dopo cena non piovendo più decidiamo di uscire a vedere le vetrine dei negozi dove vediamo splendidi cucù, prodotti di artigianato locale nonché un negozio specializzato in addobbi natalizi. Nel vedere le vetrine scorgiamo un unico locale aperto alle 22,00 si tratta di una Gelateria italiana dove abbiamo  gustato delle buonissime coppe di gelato e yogurt (merita una sosta per chi transita per Triberg!!), ma all’uscita dalla gelateria purtroppo dobbiamo raggiungere i camper sotto un bel temporale.

 

Sabato 14 agosto                                 Triberg - Schonach – Furtwangen – Friburgo

La mattina purtroppo non possiamo visitare la cittadina di Triberg poiché, come del resto tutta la notte, pioveva e quindi non possiamo vedere neanche  le famose cascate (Triberger Wasserfall) poiché per raggiungerle è necessario percorrere dei sentieri per una buona ora di cammino.

Decidiamo quindi di proseguire per Schonach  dove possiamo vedere il cucù più grande del mondo, della dimensione di una vera casa, ingresso all’interno a pagamento (€ 1,00), sono le 11,26 e vogliamo aspettare l’uscita dell’uccello che fa cucù prevista per le 11,30 , ma nell’attesa ci prendiamo un po’ di acqua poiché piove ancora. Continuiamo quindi a visitare i negozi di Triberg equipaggiati di ombrelli fino a quando anche noi non compriamo dei cucù.

Proseguiamo in direzione di Furtwangen dove andiamo a visitare il Museo degli Orologi dove sono raccolti una grandissima quantità di orologi locali tradizionali, che sono alla base dell’industria dell’orologeria nella regione, ad altri pezzi molto preziosi provenienti da tutto il mondo: orologi a pendolo,barocchi o carillon, orologi astronomici e comunque tutta una grande raccolta di orologi storici.

Ripartiamo quindi in direzione di Friburgo dove dopo cena poiché non piove decidiamo di visitare il centro, ma il problema più grande è trovare un parcheggio, inesistente la possibilità di parcheggiare con camper. Poiché nel centro di Friburgo c’e una festa che parte da lì  ed attraversa il ponte che passa sopra Friburgo fino ad arrivare alla montagna e la festa si svolge in tutto il percorso, decidiamo di lasciare i camper in un parcheggio non adibito a camper per una breve visita della città. Alla festa prendiamo un piatto di fritto indiano

Visitiamo solo da fuori la splendida cattedrale con la grandissima piazza con un pavimento di mattoncini a mosaico. Ciò che ci colpisce più sono i cataletti dove scorre l’acqua piovana intorno a tutto il centro, ed oggi ci scorre molta acqua perché ha piovuto abbastanza.

Dopo questa breve visita decidiamo di ripartire in direzione di Titisee dove possiamo pernottare in un parcheggio riservato a camper (rimane vicino alla ferrovia) a pagamento € 10,00 per una notte.

 

Domenica 15 agosto                           Titisee - Donaueschingen

Al mattino alle 08,00 veniamo svegliati dal custode del parcheggio che ci invita a pagare il posteggio della notte trascorsa (€ 10,00 per tutta la notte il giorno successivo è gratuito).

Andiamo a visitare il Lago di Titisee dove intorno sorge tutto il centro della cittadina a ui si aggiunge un fantastico scenario delle più alte cime della Foresta Nera tutto intorno al Lago ed una cittadina pittoresca  e molto bella e molto turistica con numerosissimi negozi di souvenir. E’ una località conosciuta a livello internazionale lo si vede  dall’enorme quantità di turisti asiatici presenti. In tutta la cittadina e nei pressi del lago vi è il divieto di traffico per le automobili con tutta una bellissima area pedonale con la possibilità di fare una passeggiata nel lungo lago.

Trascorriamo tutta la giornata al lago anche perché oggi finalmente è tornato il bel tempo.!! Intorno alle 17,30 ripartiamo in direzione di Donauschingen.

Lungo la strada incontriamo il paesino di Friedenweiler un bellissimo paesino adagiato in un’ immenso verde di prati ed alberi.

Arrivati a Donaueschingen ci mettiamo alla ricerca del segnalato Camper service, girando inutilmente per molto tempo, dalle indicazioni stradali sembrava di averlo trovato ma così non era. Fortunatamente, grazie ad un gentilissimo signore tedesco fermo in un’area di sosta che ci accompagna, riusciamo a trovare il camper service, si trova nei pressi di un maneggio, campi da golf e più precisamente di fronte agli impianti di trasformazione dei rifiuti dove è possibile fare cario e scarico delle acque.

Oggi è ferragosto e quindi decidiamo di metterci alla ricerca di un ristorante e finalmente aiutati dal navigatore ne riusciamo a trovarne uno ma ci sembra con prezzi poco accessibili, quindi decidiamo di cercarne un altro il Gran Sasso dove finalmente alle 22,00 riusciamo ad ordinare, mangiamo alcuni delle pizze e altri un piatto di spaghetti alla siciliana (un bel piatto e anche buono ma ce lo fanno pagare € 15,00).

Per il pernottamento andiamo su un’area di sosta che rimane vicino alle sorgenti del Danubio dove ci sono pochissimi posti riservati a camper.

 

Lunedì 16 agosto              Donaueschingen – Tuttlingen –Beuron - Ravensburg

La mattina andiamo a visitare la Sorgente presunta del Danubio nel parco del castello residenza dei principi Von Furstengerg (presunte perché pare che le vere Sorgenti siano alla Martinskapelle nei pressi di Furtwangen  ma siccome originariamente Donaueschingen era considerata come la cittadina dove sorge il Danubio gli abitanti rimangono fedeli alla “loro” sorgente).

Bisogna seguire l’indicazione Donaquelle dove ai lati delle Sorgenti vi è un castello con un bellissimo giardino che noi comunque vediamo da fuori perché l’ingresso è a pagamento (€ 10,00), facciamo anche il lancio delle monetine all’interno della sorgente e visitiamo una bellissima chiesa vicino al castello.

Ripartiamo poi in direzione di TUTTLINGEN dove la visitiamo sotto la pioggia. Proseguiamo in direzione di Beuron dove nel percorso incontriamo la cittadina di BUCHHEIM tutte cittadine immerse in ampie vallati verdi costeggiate da un fitto bosco, da questa ultima cittadina vi è una strada che cammina all’interno di un fitto bosco con alberi ad alto fusto fino ad arrivare a Beuron dove si può visitare un’ antico convento (dove risiedono tuttora i frati) e in questa cittadina per gli amanti della canoa è possibile fare delle discese in canoa.

Ripartiti da Beuron decidiamo di uscire fuori dal nostro itinerario programmato per andare a visitare Ravensburg (lungo la strada che ci conduce a Ravensburg abbiamo anche visto passare il lepre e i caprioli). Lungo la strada ammiriamo enormi estensioni di tratti di prati, grano e foresta. Arrivati a Ravensburg parcheggiamo in un’area di sosta per camper (seguire l’indicazione per Meesburg) dove è possibile fare cario e scarico delle acque ed anche attacco alla corrente elettrica a pagamento.

 

Martedì 17 agosto                                Ravensburg – Meersburg - Lindau

Visitiamo la città di Ravensburg dove constatiamo che è una semplice cittadina e rimaniamo delusi dalle nostre aspettative di trovare negozi di puzzle e giochi di società in quantità perché di tutto questo troviamo un solo negozio nel centro della città “si abbastanza rifornito ma niente di più”. Ripartiamo nel pomeriggio in direzione di Meersburg dove visitiamo il bel Lago di Costanza e dove è possibile vedere i versanti opposti del lago e il vicino imbarco per la città di Costanza. Nota dolente purtroppo: la grande difficoltà a trovare parcheggio per camper. E’ un  vero peccato perché è una cittadina che merita di una visita. Visitiamo lo splendido paesino pieno di vicoletti stretti e caratteristici e con aree pedonali al cui centro oltre ai numerosissimi negozietti di souvenir si possono veder un magnifico Castello medioevale che è il più antico di tutta la Germania (ingresso a pagamento € 5,50) ed ai lati del castello vi è un immenso palazzo antico con bellissimi giardini dai quali si può ammirare  il paese sottostante e gran parte dello splendore del Lago di Costanza. Vediamo inoltre anche il Rathaus (Municipio) sempre in un caratteristico palazzo. Ripartiamo quindi in direzione di LINDAU dove arriviamo in una bellissima area di sosta (forse la più bella trovata in tutto il nostro viaggio) tutta su pavimento ed erba, abbastanza ombreggiata con possibilità di carico e scarico acque a pagamento e servizi toilette. Per la notte pernottiamo li.

 

Mercoledì 18 agosto                            Lindau  - Livigno

La mattina partiamo intenzionati di visitare la cittadina di Lindau ma purtroppo per la pioggia e per l’impossibilità di parcheggiare per i camper non riusciamo a visitarla decidiamo di ripartire quindi in direzione di LIVIGNO cittadina turistica già a noi nota e già visitata dove la sera decidiamo di andare presso un’area attrezzata per camper fuori dal paese (poiché le are attrezzate dentro il paese di Livigno erano temporaneamente  chiuse per ristrutturazioni) e la sera per scendere in paese prendiamo un taxi.

 

Giovedì 19 agosto                                Livigno – Lodi

Rimaniamo tutto il giorno a Livigno dove facciamo passeggiate nel verde e facciamo shopping per poi ripartire e fermarci per il pernottamento in un’area di servizio di Lodi.

 

Venerdì 20agosto                                 Lodi – Perugia

Ripartiamo da Lodi dove lungo il tragitto facciamo una sosta per un brevissimo saluto ad amici di Reggio Emilia e poi per visitare l’ Ikea di Bologna per poi rientrare nel tardo pomeriggio a Perugia.

 

Conclusioni e commenti:

Possiamo dire nel complesso che è stato un bellissimo viaggio nel verde e nella natura turbato solo da qualche giorno di pioggia.

Il nostro itinerario si è svolto in 15 giorni, con più tempo a disposizione chiaramente era possibile vedere tutte le cittadine che purtroppo non abbiamo visto od allungare la permanenza nelle singole cittadine per approfondirne la conoscenza.

Ci ha impressionato il  forte senso civico dei tedeschi:

  • persone educatissime e rispettose, alla guida si fermano subito per far passare i pedoni, non abbiamo sentito un clacson suonare;
  • alla richiesta di informazioni turistiche cercano subito di rendersi utili;
  • sono persone ordinatissime: non si vedono cartacce o rifiuti in  giro per la città o strade maltenute, anzi attuano ovunque la raccolta differenziata dei rifiuti, è tutto in perfetto ordine con prati ben tenuti, giardini stracolmi di fiori di tutti i colori e fontane fantastiche;

In gran parte del nostro viaggio abbiamo trovato buone aree di sosta o parcheggi e numerose aree dotate di carico e scarico delle acque.

Le autostrade sono tutte gratuite ed in buono stato dotate di numerosissime aree per la sosta con servizi Wc, tavoli e panchine in legno.

Il gasolio invece aveva un costo di poco  superiore al prezzo italiano.


Viaggio effettuato da Doriana Disco nell'Agosto 2004

Potete trovare ulteriori informazioni sulle località toccate da questo itinerario nella sezione METE, e i più recenti aggiornamenti alla situazione delle aree di sosta nella sezione AREE DI SOSTA.


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
523 nuovi in pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Guarda le migliori proposte dai concessionari
Accessori in primo piano
CARTINA EUROPEA ADESIVA 60x50 CARTINA EUROPEA ADESIVA 60x50
Cartina adesiva dell'Europa per esterno campe...
www.camperonsale.it
CERTEC STERILIZZATORE PER ACQUA PER SERBATOI DA 100 LT. CERTEC STERILIZZATORE PER ACQUA PER SERB...
Certec e' una combinazione brevettata in cui ...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina