CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Capodanno a Barcellona

Capodanno a Barcellona



Periodo del viaggio 27/12/08 - 04/01/09 (8 giorni)
Pubblicato da Narciso putiferioVisita il profiloContattaInvia una mail

Resoconto del viaggio

Capodanno a Barcellona

Il sabato 27 dicembre, dopo le nevicate di Natale, partiamo alla volta di Barcellona.
Dalla nostra molto innevata Valle di Susa passiamo dal Monginevro e scendiamo a Gap per poi prendere l'autostrada che ci porterà fino in Spagna. Arrivati dopo Montpellier comincia a piovere e la cosa diventa abbastanza violenta subito dopo Perpignan, tanto che decidiamo di fermarci poco prima della frontiera Spagnola. Ci fermiamo dalle parti di Vendres e per buona parte della notte la pioggia e il vento ci fanno compagnia.

Al mattino verso le otto ripartiamo con delle nuvole ma niente pioggia. Attraversiamo la frontiera dai paesini lungo la costa e vediamo ciò che la mareggiata e la forte pioggia hanno causato. In alcuni punti il mare è arrivato in strada portando sassi, sabbia e altre cose, ciò che non è salito dal mare è sceso dai margini della strada.
Arriviamo a Figueras e andiamo a visitare il Museo Dalì (non è esattamente il mio arista preferito ma comunque ammiro chi riesce a vivere del proprio estro). Parecchi dei quadri più conosciuti al momento non sono esposti ma tutto sommato un giro si poteva fare.
Ripartiamo dopo il pranzo e arrivati a Barcellona il nostro navigatore decide di farci girare in tondo avanti e indietro per la avenida digonal. Per fortuna i nostri compagni di viaggio avevano un navigatore che non faceva le bizze e siamo comunque arrivati al parcheggio di Sant'Andria del Besos. Parcheggio pieno e bisogna aspettare. Dopo tutto sono le sei di sera e ci fermiamo vicino all'entrata approfittando per far fare un pò di compiti ai ragazzi. Alla sera erano entrati tre camper che attendevano già dal mattino, noi riusciamo ad entrare al mattino dopo verso le otto. Finalmente parcheggiato il mezzo (€ 23 al giorno, comprensivo di luce, con carico e scarico, bagni e docce) siamo vicini ad una stazione della Metrò dove approfittiamo dei biglietti in abbonamento per 3 giorni (€ 14,70 a persona senza limitazioni di uso).

Arriviamo a Barri Gotico e con dispiacere di tutti la cattedrale è ancora dietro ai ponteggi (anche 4 anni fa non eravamo riusciti a vederne la facciata), un pò piove e un pò no, e noi visitiamo, giariamo per le strette strade, guardiamo negozi e poi all'ora di pranzo accontentiamo i più giovani pranzando al Mc Donald. Al pomeriggio facciamo la rambla e poi saliamo sulla statua di Cristoforo Colombo dal quale abbiamo una visione a 360° sulla città. Ridiscesi andiamo alla rambla del mar e poi all'Acquario. Consigliato a tutti. Usciti è ormai ora di tornare al Camper per riposare i piedi e fare cena. La sera non usciamo, tutti a guardare un telegiornale spagnolo che faceva l'elenco dei danni causati dal maltempo nelle notti precedenti.

Secondo giorno, dedicata alla visita del mercato di S.ta Caterina e quello della Buqueria, a noi piace visitare i mercati perchè ci trovi la gente che abita il luogo e non solo turisti. Il pranzo lo facciamo in un ristorantino proprio sul fianco del mercato. Sono ormai le due e il locale si riempe di gente del luogo. Ci preparano una Paella che veramente non avevamo mai visto e chi di noi l'ha mangiata ancora oggi dopo dieci gioni ne parla. Nel pomeriggio convinco tutti a salire al Sacro Cuore, ma... sale la nebbia e visitato la chiesa il parco lo tralasciamo siamo in una nuvola ed è abbastanza umido, ridiscendiamo e ci dirigiamo alla Sagrada Familia. Stanno accendendo le luci e illuminata è molto suggestiva (la volta scorsa l'avevamo vista di giorno), notiamo che i lavori in effetti sono proseguiti e ci sono alcune parti in più. Scendendo verso la avenida diagonal non tralasciamo di andare a vedere la facciata dipinta di una casa. Vista di sera sembra vera. Consigliato a chi cerca anche delle piccole chicche e non solo le grandi cose. Riprendiamo la metrò e andiamo verso le case di Gaudì, sia la casa Milo che la Pedrera illuminate sono particolari. (Ma quanti Italiani ci sono a Barcellona?) Rientriamo anche questa sera per la cena.

31 Dicembre, mattinata dedicata al Parc Guell (dove ci infiliamo dietro a una visita guidata in Italiano) Finalmente c'è un bel sole e il parco è come sempre affollato e stupendo. Scesi dal parco prendiamo un pulman che ci porta in placa Catalunya e di lì un altro ci porta fino al Montjuc. Scendiamo attraverso i giardini fino a placa D'Espagna. Pranziamo in giro con un panino e poi decidiamo di andare al camper per prepararci per la sera. All'ultimo decidiamo di fare un cenone in Camper tutti assieme e andiamo a fare compere al supermercato (naturalmente a fare spesa ci sono solo più gli Italiani) Cena a base di antipasti e pesce. Decidiamo per i soliti crostini di salmone, uova di lompo , salumi spagnoli, giardiniera casalinga italianissima, peperoncini ripieni del giardino, pomodori secchi e per provare il forno facciamo dei filetti di scorfano ricoperti da fettine di patate spolverate da aromi secchi. Il buon panettone e lo Champagne (d'annata l'avevevamo acquistato l'anno scorso quando avevamo visitato la regione dello Champagne nel periodo di Natale). Alle 11.30 andiamo in Placa Catalunya per aspettare la Mezzanotte. Arriva e... delusione non fanno nulla c'è solo gente che beve. La marea della folla non ci permette di andare sulla Rambla e decidiamo di rientrare.

Alle otto del mattino del primo Gennaio usciamo dal parcheggio e decidiamo di andare a visitare Monserrat. Arrivati all'entrata del parcheggio ci dicono che a causa di una frana non è possibile arrivare al monastero. Riscendiamo e visto che non funzionava il trenino proviamo a prendere la teleferica. (non ero molto convinta non mi piacciono le altezze e i dondolii). Assieme ad un pulman che arriva da Mondovì saliamo al monastero. C'è poca gente e, tanto per cambiare, c'è la nebbia. Il panorama non si vede. in compenso comunque salire ne valeva la pena. Molto suggestiva la via crucis sulla montagna e molto bella la Basilica. Visitamo la Madonna Nera e girovagiamo per i cortili. Non riusciamo a vedere il panorama. Scendiamo e... si aprono le nuvole. (Lo fanno apposta?) Pranziamo e proseguiamo per Lloret del mar. Sul lungo mare c'è gente, ma è tutto chiuso. Ritorniamo al Camper e passiamo la notte.

Al mattiano dopo ci dirigiamo a Roses, passiamo da San Pere de Rodes sulle alture che dominano il mare sopra Cadaques,  dopo il pranzo riprendiamo la strada e ci dirigiamo verso casa. La tappa è Narbonne. Ci fermiamo nell'area di Narbonne (€ 7) e al mattino dopo prendiamo la navetta gratuita che ci porta in centro. Girovagiamo per il centro e poi rientriamo per il pranzo. Nel pomeriggio ci dirigiamo a Narbonne Plage, passando da Gruissan. Il colpo d'occhio è veramente bello. In questa stagione ci sono diversi uccelli acquatici ed è tranquillo (non penso in estate). Ci dirigiamo prima verso Narbonne Plage e poi andiamo a vedere la gouffre de l'yeux douce (è una gola con un lago sul fondo, talmente profondo che ha infiltrazioni di acqua salata del mare). Dopo la passeggiata riprendiamo la strada e la prossima tappa e Saintes Maries de la Mer. Un rapace notturno alzandosi in volo dal fosso vicino alla strada e ci prende in pieno sul fianco, per fortuna riesce a riprendersi e spicca il volo ma noi abbiamo preso un bello spavento. Arriviamo a Saintes Maries con i fuochi d'artificio. L'area è abbastanza piena e per parcheggiare ci mettiamo in un angolino con i nostri compagni di viaggio che per riuscire a parcheggiare si sono stretti a noi. Dopo cena non è consigliabile uscire, c'è un vento freddo che non invita al passeggio.

Al mattino ci svegliamo con 0°. Meno male che siamo al mare e al mare di solito non fa freddo. Girovaghiamo per il paese e poi nuovamente in viaggio verso casa. Ripartiamo nel dopo pranzo e alle 6.30 siamo a casa. Una settimana è nuovamente passata in un soffio.

Un buon viaggio a tutti.

Galleria fotografica


COMMENTI: Lascia il tuo commento prima di tutti gli altri
ATTENZIONE: Per inserire un commento devi prima effettuare l'accesso al sito.

Camper nuovi disponibili in pronta consegna
608 nuovi in pronta consegna

Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita

Accessori in primo piano
HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEGHEVOLE HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEG...
In polipropilene. Dimensioni aperto: 315x3...
www.camperonsale.it
THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEMENTARE PER WC THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEM...
Per il nuovissimo WC Thetford Cassette C220!!...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina