CamperOnLine.it Home Page Benvenuto!   Welcome!
Bienvenue!   Willkommen!
Camping Sport Magenta

Vai alla home page di www.CamperOnLine.itLA NOSTRA PASSEGGIATA IN SICILIA

di Katia Sbroggiò

 

-         PERIODO: dal 28 giugno al 21 luglio 2006

-         MEZZO: Mc Louis 560

-         Km PERCORSI: 3450

-        PARTECIPANTI: Armando, Katia, Daniele e Irene (anni: 42, 38, 13 e 6)

-        SPESE :

o        GASOLIO : 539,43 €

o       AUTOSTRADA : 78 €

o       TRAGHETTI : 161 €

o       MUSEI : 73,80 €

o       AA e PARCHEGGI : 280 €

 

 

 

I giorno Mercoledì 28 giugno                

Santa Maria di Sala – Mondragone                Km 659

 

Sono le 7 della mattina e finalmente si parte per le nostre sospirate vacanze in Sicilia, prendiamo l’autostrada a Dolo (VE) con direzione Roma; ma dopo Monselice troviamo un incidente che causa coda per 2 Km.

Nel tratto appenninico tra Bologna e Firenze – Incisa troviamo molti cantieri che, comunque, non causano alcun incolonnamento.

Il resto del viaggio prosegue bene, usciamo dall’autostrada a Cassino per raggiungere Mondragone dove portiamo a casa la nonna e passiamo la notte.

 

II giorno Giovedì 29 giugno

Mondragone – Giardini Naxos                        Km 590

 

Partenza alle 8, si percorre la statale che ci porta in autostrada a Caserta, il viaggio è buono fino a Salerno, anche se sono presenti vari cantieri; tra Salerno e Cosenza è abbastanza discreto, ma poi la strada diventa una sola corsia di marcia e ci sono molti cambi di carreggiata, causa lavori, e questo rende stancante il viaggio.

Arriviamo a Villa S. Giovanni alle 17 (Km 1169 da casa) e ci imbarchiamo con la Caronte (52 € A/R), dopo 25 minuti finalmente siamo in terra siciliana.

Nella confusione del traffico di Messina riusciamo a imboccare l’autostrada verso Catania dove usciamo a Giardini e cerchiamo l’area attrezzata Lagani. Il posto è favoloso, al costo di 15 € abbiamo piazzola con luce, acqua e lavandino, tavolino con sedie, ci sono i bagni con docce calde a gettoni e il mare a 200 metri.

La sera facciamo una passeggiata in riva al mare per mangiare un gelato.

 

III giorno Venerdì 30 giugno

Giardini Naxos                                             KM 0

 

Oggi visitiamo il paese e notiamo che la spiaggia è di sassi, tentiamo di fare il bagno ma i ragazzi hanno difficoltà a camminare così decidiamo di farlo solo dopo esserci muniti di scarpette da mare.

L’acqua è stupenda, limpida anche se scende velocemente; ci divertiamo molto a farci portare a riva dalle onde.

Nelle vicinanze dell’AA scopriamo un supermercato ben fornito.

La sera c’è la partita dei mondiali.

 

IV giorno Sabato 1 luglio

Taormina                                                      Km 0

 

Seguendo il consiglio di altri camperisti conosciuti all’AA, decidiamo di prendere l’autobus (a 500 metri da Lagani) per visitare Taormina. Il biglietto costa 2,70 € A/R a testa.

Taormina è una cittadina costruita sulla scogliera, con le strade strette e in salita; nel centro storico ci procuriamo una cartina della città all’ufficio turistico e iniziamo la nostra passeggiata.

Visitiamo il Teatro Greco (ingresso 6 € adulti) ben tenuto, una vista bellissima del mare e dell’Etna, non si vedono le coste calabresi perché c’è un po’ di foschia.

Scendendo dal teatro ci fermiamo a mangiare in una pizzeria al trancio in Piazza Vittorio Emanuele, qui la pizza è favolosa e molto fantasiosa.

Continuiamo la nostra visita lungo il Corso Umberto I, dove ci sono molte chiese caratteristiche, negozi, bar e gelaterie. Ci sediamo ad un tavolino e ci gustiamo una favolosa granita al limone.

Prendiamo informazioni per scendere alla spiaggia di Mazzarò con la funicolare (3 € A/R) ma in quello il tempo si guasta e così decidiamo di rientrare. Finito il temporale, che dura circa ½ ora, andiamo a fare il bagno.

Per chi è interessato vi è la possibilità di prenotare gite giornaliere, partenza in autobus da Giardini, con visita sull’Etna e all’Alcantara ( costo 19 € a persona).

 

V giorno Domenica 2 luglio

Giardini Naxos - Etna  - Capo Rossello    Km 271

 

Ore 9 partenza per l’Etna, percorrendo la strada di Zafferana Etnea (km 41).

Al Rifugio Sapienza c’è un grande parcheggio dove una zona è stata destinata alla sosta camper, costo 2 € al giorno con la possibilità di fermarsi anche la notte.

Qui le temperature sono molto più basse e dobbiamo infilarci una giacca, vediamo le nuvole passare molto vicine e più di una volta ci troviamo al loro interno, è una sensazione favolosa.

Si può salire fino ai crateri principali ad un costo non indifferente, altrimenti si possono visitare i crateri Silvestri ( altrettanto spettacolari) e godere dello splendido panorama.

Noi optiamo per la visita ai crateri Silvestri, facciamo molte foto e raccogliamo alcuni sassi di lava come ricordo.

Facciamo una visita ai negozi presenti sul piazzale molto caratteristici perché sono delle cassette di legno al cui interno si possono trovare: oggetti di lava, prodotti alimentari della zona, cartoline e filmati delle varie colate laviche, bar e ristoranti dove è possibile mangiare cibi tipici tra cui i favolosi arancini ( da provare).

Nel pomeriggio ripartiamo con destinazione Realmonte (Agrigento), scendiamo utilizzando la strada che passa per Nicolosi e Gravina. Ci immettiamo nell’autostrada Catania Palermo (quasi tutta gratuita in Sicilia) e quando arriviamo a Caltanissetta proseguiamo sulla SS 640 per Agrigento. Siamo arrivati alla sera al Lido Rossello, AA a 15 €/24h su un piazzale di terra, corrente, carico e scarico, bagni e docce su delle costruzioni di legno (cui non è fatta molta manutenzione), cancelletto che fa accedere direttamente alla spiaggia.

La spiaggia è di sabbia, l’acqua pulita e trasparente, ci concediamo un bagno ristoratore dopo il viaggio. Qui la gente rimane al mare fino a tardi, non hanno fretta e si godono la brezza del mare che si è alzata sempre più insistente. Nel piazzale però quest’aria ha l’inconveniente di alzare parecchia polvere che si infila dentro al camper.

 

VI giorno Lunedì 3 luglio

Scala  dei  Turchi                        Km 0

 

Visto che non ci sono mezzi pubblici che portano ad Agrigento decidiamo di passare la giornata al mare e di arrivare lungo la spiaggia fino alla Scala dei Turchi. La passeggiata è molto bella tra bagnasciuga e mare (in alcuni tratti è consigliabile camminare nell’acqua perché sono cadute delle rocce dalla scogliera sulla spiaggia) e si arriva a questa scogliera molto particolare la quale si riesce scalare fino in cima e ammirare il panorama.

Il mare tra la zona abitata e la scala è più basso, più pulito e ci divertiamo a fare tuffi e nuotate.

 

VII giorno Martedì 4 luglio

Agrigento  - Marsala                      Km 164

 

Ore 7 partenza per Agrigento dove visitare la Valle dei Templi (km 61). L’unico posto dove ci si può fermare con il camper è un parcheggio vicino ad un distributore Esso dopo l’ingresso del Museo Archeologico, a pagamento 3 €.

L’ingresso all’area archeologica inizia alle ore 9 e costa 6 € per gli adulti e 1 € per la cartina, ci sono ulteriori 2 € per gli adulti e il biglietto permette di vedere l’interno del Templio Concordia, del Museo Paleocristiano e un filmato sui Templi.

Muniti di capello in testa e acqua da bere abbiamo passato delle belle ore a girovagare tra queste meraviglie iniziando dal Templio di Giunone in modo che fosse più semplice per i figli la visita.

La nostra prossima tappa è Marsala. Lungo il tragitto ci siamo fermati alla Riserva Naturale della Foce del fiume Platani dopo Montallegro per mangiare e fare il bagno. La spiaggia è molto particolare perché non è presente nessuna costruzione, albergo,bar; qui c’è sabbia mista a sassi e l’acqua diventa profonda subito (I guardiani ci riferiscono che volendo ci si potrebbe fermare anche la notte sul parcheggio all’esterno).

Ripartiamo alle 17 e arriviamo all’AA Sibiliana Village alle 19.30. L’AA è molto grande, fornisce corrente, acqua vicino alla zona di sosta, ci sono alberi (ma sono ancora piccoli per fare ombra), bagni e docce fredde, barbecue e accesso al mare. Dentro l’area c’è anche un ristorante pizzeria molto buono. Il costo è 15 €/24 h ma si può usufruire di uno sconto per i possessori della carta Plein Air.

La sera gioca l’Italia ai Mondiali perciò decidiamo di andare a mangiare al ristorante e guardare la partita in compagnia.

 

VIII giorno Mercoledì 5 luglio

Marsala                                   Km 0

 

La giornata è molto soleggiata e perciò optiamo per passarla dentro l’AA provvedendo così alle pulizie ( camper e bucato) ed a rilassarci in riva al mare. Ci sono dei posti riservati per noi camperisti al lido omonimo.

 

IX giorno Giovedì 6 luglio

Saline di Marsala – S. Vito lo Capo       Km 96

 

La giornata è molto ventilata; la mattina partiamo per le Saline che si trovano vicino a Morzia andando verso Trapani ( km 36). Le saline risalgono al 1800 e utilizzano ancor oggi il mulino a vento per movimentare le acque salate da una vasca all’altra. Al mulino principale, che è stato ristrutturato da poco, si può fare la visita allo stesso e vedere un filmato sulla lavorazione del sale (adulti  3,50 €) o poter visitare anche le saline.

C’è la possibilità di andare all’isola di Mozia dove ci sono degli scavi e un museo Fenicio, il traghetto costa  6 per gli adulti e 3,50 € per i ragazzi.

Nel pomeriggio abbiamo proseguito il viaggio per S. Vito lo Capo punta occidentale estrema della Sicilia. Qui sostiamo all’AA Grasso appena fuori del Paese, piazzole con corrente, acqua potabile ogni 4 piazzole, telo a terra, bagni e docce calde a gettone, bus navetta gratuita il tutto per 13 € al giorno. Il proprietario, il sig. Giovanni Grasso, è una persona simpatica e disponibile. La mattina arriva un ragazzo che vende pane, pizze e cornetti.

 

X giorno Venerdì 7 luglio

S. Vito lo Capo                           Km 0

 

Il tempo continua a fare i capricci, al mattino fa un bel temporale che porta finalmente il sereno. Utilizziamo la navetta per scendere in paese e ci ritroviamo a girovagare nella zona pedonale vicino al mare; qui le case non hanno giardino e si affacciano direttamente in strada, ci sono molti negozietti di artigianato locale, ristoranti, gelaterie e agenzie turistiche. La spiaggia è da cartolina con la sabbia bianca grossolana, gruppi di palme vicino ai muretti che delimitano la spiaggia, l’acqua è trasparente e pulitissima.

La sera dopo le 19.00 la zona pedonale viene aumentata e i negozi posizionano fuori i loro banchetti.

Al porto organizziamo, con la ditta Ecodiving Service, l’uscita in barca per andare a visitare la Riserva dello Zingaro per il pomeriggio successivo. (adulti 20 € ragazzi 15 €)

 

XI giorno Sabato 8 luglio

S. Vito lo Capo                           Km 0

 

Decidiamo di rimanere tutto il giorno in spiaggia senza risalire a mangiare, ma di pranzare con arancini e pizza al trancio visto che la partenza con la barca è alle 14.00.

Saliti in barca il personale è molto cordiale e ci spiega come si svolgerà il viaggio e le varie soste che faremmo. Il mare è leggermente agitato e alcune persone assieme a noi non se la sentono di proseguire così si ritorna in porto e la gita viene rimandata a domani ( la nostra sfortuna vuole che avevamo fatto altri progetti e perciò dobbiamo rinunciare).

La sera guardiamo assieme a Giovanni la partita del 3° posto dei mondiali Germania – Portogallo e vince la Germania.

 

XII giorno Domenica 9 luglio

S. Vito lo Capo – Palermo                 Km 106

 

Passiamo la mattinata in paese a fare le ultime spese (alimentari, cartoline) e dopo pranzo partiamo per Palermo.

Arriviamo all’AA Green Car al centro di Palermo (vicino alla Piazza Indipendenza), comoda per gli spostamenti anche se però siamo sull’asfalto e il parcheggio è anche per le auto. È compreso nel prezzo di 18 € corrente, carico e scarico, docce e lavandini. Visto l’orario andiamo al centro per poter organizzare la visita dell’indomani. C’è movimento in giro visto che stasera si gioca la finale dei mondiali Italia – Francia.

Ci sconsigliano di andare a vedere la partita al maxischermo perché sicuramente sarà troppo movimentata la serata e così guardiamo la partita assieme a tutti i camperisti alla televisione del guardiano. Vince l’Italia e cosi tra trombe, clacson, fischietti e bandiere si festeggia tutti, i palermitani fanno notte fonda festeggiando.

 

XIII giorno Lunedì 10 luglio

Palermo                                   Km 0

 

Nella notte ha fatto un bel temporale che diminuisce la temperatura dell’asfalto e porta un po’ di fresco. Partiamo alla visita con molto entusiasmo, prendiamo i biglietti per l’autobus validi 24 h 3,50 € a persona e chiediamo dove si può andare.

Pantheon, Circo Massimo…………. ma ci scontriamo con una dura realtà, non si riesce ad entrare a visitare nulla perché tra il giorno di riposo, la ristrutturazione delle stanze, la sospensione del museo troviamo le porte chiuse. Si riesce a vedere il mercato di Ballarò, le varie cattedrali e chiese aperte, i giardini di Villa Giulia e Garibaldi, il Duomo e la cappella Palatini. Abbiamo camminato in riva al molo dove ci sono dei giardini stupendi.

Alla sera in Piazza Indipendenza vediamo la processione per la festa di S. Rosalia.

Quello che ci ha deluso di Palermo è la poca informazione che viene data ai turisti sulle visite ai vari luoghi, il traffico caotico di auto e persone, la presenza di pochi cartelli turistici. Cosa più insidiosa è la presenza di molti cani randagi di grossa taglia e i loro escrementi un po’ ovunque.

 

XIV giorno Martedì 11 luglio

Palermo – Tindari – Oliveri               Km 180

 

L’uscita da Palermo è complicata come il suo ingresso, ma con le indicazioni dateci dal guardiano riusciamo nell’intento e prendiamo l’autostrada.

L’autostrada è libera e tranquilla, facciamo una sosta per pranzo ad un area di sosta e usciamo dall’autostrada a Patti per poter arrivare a Tindari dove visitare il Santuario della Madonna Mora e gli scavi che sono presenti lì.

La visita al santuario è bellissima, rimaniamo affascinati dalla storia di questa statua e dalla devozione della gente. Passiamo il resto del pomeriggio a girovagare tra gli scavi (2 € per gli adulti) dove si trovano i mosaici e la basilica.

Più tardi ci spostiamo ad Oliveti dove c’è l’AA Azimut (è in riva al mare, ci sono alti alberi di Eucalipto, bagni e docce con l’acqua calda (panelli solari), lavandini, carico e scarico, il tutto per 15 € nelle 24h). Andiamo alla scoperta del mare e troviamo una bellissima spiaggia di sassolini, l’acqua trasparente e calda, è bellissimo stare dentro a farsi portare a riva dalle onde.

 

XV giorno Mercoledì 12 luglio

Oliveri                                   Km 0

 

Passiamo la mattinata al mare, scopriamo che c’è una ragazza che porta il pane e altri generi alimentari all’AA.

Nel pomeriggio arriva un temporale e rinfresca l’aria perciò poi decidiamo per una passeggiata fino al centro del paese; qui è abbastanza movimentato, ci sono negozi alimentari, gelaterie, abbigliamento, ecc.. ci sono anche agenzie di viaggi per le isole Eolie.

Noi prendiamo accordi con la ditta Eolian Line s.n.c.(ha un banchetto sul marciapiede ed è presente solo la sera) per visitare Lipari e Vulcano venerdì prossimo (adulti 36 €, ragazzi 4-11 26 €, ragazzi 0-3 11€, ci fa lo sconto per la bassa stagione per un totale di 109 €).

Decidiamo di festeggiare andando a mangiare alla pizzeria vicino all’AA ( 4 pizze e bibite 34,50 € non male!!).

 

XVI giorno Giovedì 13 luglio

Oliveri                                   Km 0

 

Ci alziamo alla mattina con una giornata favolosa, calda ma ventilata, il mare è caldo e calmo e così passiamo la giornata a rinfrescarci dentro l’acqua.

Nel pomeriggio ci facciamo la doccia presto (circa le cinque) per andarci a prendere in paese la brioche con il gelato, una vera squisitezza ( per 2 € ti danno un panino dolce e morbido con dentro una quantità di gelato a tua scelta, noi lo consumiamo in due e arriviamo alla fine con difficoltà).

 

XVII giorno Venerdì 14 luglio

Isole Eolie                               Km 0

 

Ore 8.15 partenza dal molo destinazione Isole Eolie e noi siamo puntualissimi (cosa molto rara per i nostri figli). L’attraversata fino a Lipari è affascinante, Daniele scopre un amore smisurato per la navigazione.

Alle 9.20 siamo già arrivati a Lipari, scendiamo e facciamo un giro per l’isola; abbiamo il ritrovo alle 12.00 all’imbarco. Prima tappa la facciamo in un panificio dove prendiamo cornetti caldi (maxi) e poi un caffè ad un bar lì vicino.

 L’isola è molto carina e veloce da girare, ci sono scavi preistorici con musei, varie chiese da visitare e un caldo soffocante soprattutto al porto. Ci prendiamo un ricordino io ed Irene (pareo con il geco molto di voga qui nell’isola) e tutti una granita fresca.

Ripartiamo e ci spostiamo a Vulcano dove si può consumare il pranzo in un ristorante convenzionato con loro o come abbiamo fatto noi ci siamo trovati un altro ristorante “Al Castello” con menù turistico abbondante, buono e pure economico(38 € in 4 completo di bibite).

Prima però ci siamo fatti il bagno alle spiagge; quella vicina al porto dove l’acqua è mista a quella sulfurea e quella nera che però ci ha molto delusi perché sporca.

Il ritrovo per terminare la visita era per le 17.00, ci hanno visitare i Faraglioni, la piscina di Venere (dove quelli con le imbarcazioni più piccole si erano avvicinati e stavano facendo il bagno) e le grotte Cavallo.

Quando siamo rientrati vi assicuro che eravamo veramente stanchi ma soddisfatti. Per completare la giornata ci siamo lavati e siamo andati a mangiare al Afigazzara dove la pizza è ottima ed abbondante, abbiamo festeggiato la nostra ultima serata in terra siciliana perché da domani si inizia il nostro rientro a casa.

 

XVIII giorno Sabato 15 luglio

Oliveri – Villa  Piana Lido               Km 340

 

Alle 8.00 partenza per Messina, qui abbiamo difficoltà di trovare l’uscita giusta dalla tangenziale per la mancanza di segnaletica. Comunque arriviamo al porto e troviamo coda perché non sono organizzati nel dividere chi già ha il biglietto di ritorno e chi invece deve farlo; io scendo a timbrare il biglietto e Armando intanto sta in fila per l’imbarco.

Alle 9.45 finalmente saliamo in traghetto e salutiamo a malincuore la Sicilia ( Irene versa anche alcune lacrime e protesta a viva voce) ma la strada del rientro è lunga e perciò non possiamo fare altrimenti.

Scendiamo alle 10.20 e prendiamo l’autostrada fino a Fascinato, da qui proseguiamo per la strada provinciale fino a Villa Piana Lido ( arrivo alle 14.00) dove ci fermiamo per una sosta tecnica, ma troviamo altri camper e la zona ci piace così decidiamo di fermarci anche la notte. Facciamo il bagno, la spiaggia è di sabbia, il mare scende lentamente e passiamo tutto il pomeriggio al sole.

 La sera cena a base di pesce al Maritato che però ci delude molto. Alla sera il lungomare si riempie di bancarelle e di persone che guardano, comprano e chiacchierano.

 

XIX giorno Domenica 16 luglio

Villa  Piana Lido - Alberobello           Km 163

 

Mattinata al mare, verso le 11.00 si alza molto vento che fa scappare tutti dalla spiaggia. Dopo pranzo si guardano le corse e poi si parte per Alberobello ( sono ormai le 16.00).

Percorriamo la strada statale fino a Taranto e poi attraversiamo la Valle D’Itria che passa per Martina Franca fino ad Alberobello, è uno spettacolo di trulli immersi nel verde degli aranceti e degli ulivi.

Arrivati ad Alberobello, ore 19.00, cerchiamo l’AA “nel verde”(la segnaletica c’è ma non in tutti gli incroci) che si trova vicino l’area archeologica dei Trulli, è su uno spiazzo in pendenza, c’è carico e scarico, il parcheggio è per auto e camper ma molto tranquillo, il costo è 8 €/6 ore,10 €/12 ore e 15 €/24 ore, danno la cartina della città.

Facciamo una piccola passeggiata nei dintorni e decidiamo di cenare al Trullo del Conte con i piatti tipici del posto, complimenti al cuoco perché erano veramente squisiti spendendo solamente 68 € di un pranzo completo e abbondante per 4 persone.

 

XX giorno Lunedì 17 luglio

Alberobello – Fossacesia Marina           Km 334

 

Iniziamo la nostra passeggiata, vista la cartina decidiamo di iniziare dalla metà più lontana che è il Trullo Sovrano per terminare vicino all’AA.

Il Trullo Sovrano al suo interno è una mostra del modo di vivere del posto con arredi e suppellettili tipici, ci sono spiegazioni in ogni stanza e il costo è 1,50 € per gli adulti e 1 € per i ragazzi. Scendendo ci fermiamo alla Basilica di SS. Cosma e Damiano molto suggestiva e tranquilla. Passeggiamo per quelle viuzze strette cercando il Trullo Siamese.

Comunque quasi tutti i Trulli sono stati trasformati in negozi con l’ingresso libero per poter ammirare la struttura della casa e magari prendere qualche ricordino.

Per ultima abbiamo fatto la Chiesa Trullo perché vicino all’AA ma siamo rimasti delusi essendo una costruzione nuova che non dà la stessa sensazione delle altre costruzioni.

Dopo pranzo siamo partiti alla ricerca di un supermercato visto che le nostre scorte erano quasi finite. Siamo arrivati a Gioia del Colle e dopo la spesa ci accorgiamo di aver forato, una bella vite si è infilata nel pneumatico anteriore destro, attraversiamo tutto il paese fino al gommista che gentilmente lo sistema subito e possiamo ripartire.

Prendiamo l’autostrada e usciamo a Val di Sangro per Fossacesia Marina dove c’è un’AA ( arrivati alle 19.30). L’area è sui sassi, il costo è 3 € per la corrente e 7 € per la sosta. La signora che gestisce l’area prepara anche gli arrosticini, un piatto tipico del posto e sono molto appetitosi.

 

XXI giorno Martedì 18 luglio

Fossacesia Marina - Mirabilandia          Km 353

 

Ci alziamo e c’è molto vento, il mare è agitatissimo. Optiamo per fare un po’ di pulizie e fare una passeggiata in riva al mare.

Dopo pranzo ci facciamo una doccia, carico e scarico, controlliamo tutto e ripartiamo alla volta di Mirabilandia.

Ad Ancona troviamo un incidente e ci fanno uscire dall’autostrada, per percorrere il tratto da Ancona Sud ad Ancona Nord ci mettiamo un’ora e mezza. Al rientro in autostrada ci fermiamo in un’area di sosta per cenare e poi ripartire, siamo arrivati a destinazione alle 23.00.

 

XXII giorno Mercoledì 19 luglio

Mirabilandia                              Km 0

 

Entriamo al parco divertimenti, oggi decidiamo di andare anche a Mirabilandia Beach. La giornata trascorre in modo stupendo, bisogna essere attrezzati di costume e pranzo al sacco anche se all’interno sono molti i posti dove mangiare e bere.

 

XXIII giorno Giovedì 20 luglio

Mirabilandia                              Km  0

 

Oggi l’ingresso è gratis e ne approfittiamo per rifare le attrazioni che più ci sono piaciute e quelle che siamo riusciti a vedere. Abbiamo pagato 8 € di parcheggio per 48 ore. C’è la possibilità di carico e scarico all’interno del parcheggio.

 

XXIV giorno Venerdì 21 luglio

Mirabilandia - casa                       Km  194

 

Partenza alle 8.00 e percorrendo la SS16 ci avviamo verso casa. I figli dormono e noi ci fermiamo ad un Bar per un caffè e un cornetto. La strada è molto bella, tranquilla e senza buchi ( non come la Romea).

Troviamo indicazioni di un CS ad Argenta e decidiamo di fermarci per svuotare le acque grigie (area comunale gratuita).

A Monselice il traffico si fa sostenuto e perciò decidiamo di rientrare in autostrada anche perché siamo molto stanchi, ci ha distrutto di più Mirabilandia che la Sicilia.  

Alle 11.30 siamo a casa, le nostre vacanze si sono concluse.

 

Conclusioni: quello che ci è rimasto come ricordo più bello è la cortesia e la simpatia della gente siciliana, ci sono stati momenti che non trovavamo la strada (consigliano l’uso di un  navigatore satellitare per facilitare il percorso) ma abbiamo trovato sempre persone molto disponibili a dare indicazioni e suggerimenti su quello che si poteva vedere nella zona e gli itinerari più belli.

I nostri figli sono rimasti delusi dal pane che in quasi tutto il territorio è al sesamo e loro non lo apprezzano per niente.

Comunque una visita soltanto alla Sicilia non è sufficiente perché varie zone non siamo riusciti vedere e il nostro pensiero è di tornarci nei prossimi anni.

Un consiglio ancora è di portarsi le biciclette visto che molte AA sono lontane dal centro e ci sono posti che si possono visitare più facilmente in bicicletta.

 

 

 

 


Viaggio effettuato a Luglio 2006 da Katia Sbroggiò

Potete trovare ulteriori informazioni sulle località toccate da questo itinerario nella sezione METE, e i più recenti aggiornamenti alla situazione delle aree di sosta nella sezione AREE DI SOSTA.


Camper nuovi disponibili in pronta consegna
690 nuovi in pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Guarda le proposte sul nuovo e pronta consegna
Camper usati e d'occasione
Usato Km.0 Nuovo
Post noleggio Conto vendita

Accessori in primo piano
HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEGHEVOLE HABA FOLDABLE DISH RACK SCOLAPIATTI PIEG...
In polipropilene. Dimensioni aperto: 315x3...
www.camperonsale.it
THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEMENTARE PER WC THETFORD CASSETTE C220 SERBATOIO SUPPLEM...
Per il nuovissimo WC Thetford Cassette C220!!...
www.camperonsale.it
In Evidenza Laika Kreos nuovi e usati
Traduci questa pagina
Stampa questa pagina Stampa
Stampa questa pagina
Seguici sui social!

Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Facebook Seguici sulla nostra pagine ufficiale di Twitter Visita la nostra pagine ufficiale su Flickr Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Instagram
Seguici sulla nostra pagina ufficiale di Pinterest Seguici tramite la nostra pagine ufficiale su Google+ Segui il nostro canale ufficiale su You Tube

Scarica l'app CamperOnLine App CamperOnLine per IOS App CamperONLine per Android App CamperONLine per Windows
Link consigliati Istituto aeronautico Lindbergh Flying School
Ritorno alla pagina precedente COL Magazine, per approfondire i temi dei viaggi in camper CamperOnLine.it, tutte le informazioni in rete per il turista pleinair Il tuo prossimo camper nuovo o usato ti sta aspettendo qui CamperOnSale CamperOnRent
Ritorno all'inizio di questa pagina