May 22, 2024

Prezzo basso per questo mansardato che nonostante una lunghezza sotto i 6 metri garantisce spazi adeguati anche a quattro persone

In sintesi

Tipologia Mansardato
Meccanica Citroen Jumper con passo da 345 cm
Motorizzazione di base 2.179 cc – 102 kW/140 cv
Motorizzazioni opt 2.179 cc – 120 kW/165 cv
Dotazioni di sicurezza ABS, airbag conducente
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 599x232x320 cm
Peso massimo ammesso 3500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.961 Kg
Prezzo base Euro 54.400,00 con IVA
 
Costruzione starYstarYstarYstarGstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarHstarGstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarGstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarGstarG
Cucina starYstarYstarYstarHstarG
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarGstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarYstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarH
 

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

 

L’analisi

Cosa trova oggi sul mercato chi cerca un camper piccolo, maneggevole, ma allo stesso tempo dotato di una buona abitabilità per quattro persone? L’offerta non è vasta, questo è certo, ma un sicuro punto di riferimento è rappresentato dal Giottiline Siena 422. E se invece qualcuno volesse una camper con quattro posti “veri” ma dal prezzo decisamente basso? Anche in questo caso il Giottiline Siena 422 è un esempio eccellente. Tutto ciò è possibile per due motivi: Giottiline (gruppo Rapido) è una delle poche, pochissime aziende europee ad avere in gamma un camper mansardato di dimensioni ridotte, ma è anche uno dei pochi costruttori ad avere svariate proposte nella fascia bassa del mercato.

Il Siena 422 è un camper dal carattere ben definito, un mezzo da vacanza che può rivelarsi vincente soprattutto per chi, magari alla prima esperienza, non vuole investire cifre elevate e allo stesso tempo non vuole impegnarsi nella guida di camper di generose dimensioni. Ma come è fatto esattamente questo veicolo? Partiamo proprio dalle dimensioni: la lunghezza è il dato più caratterizzante, perché si ferma a 599 cm. La larghezza è standard, 232 cm, e così l’altezza, certamente elevata ma nella norma per un mansardato, 320 cm. Di fondamentale importanza è la misura del passo: l’interasse tra le ruote è di soli 345 cm.

Ecco quindi che con una lunghezza sotto i 6 metri e un passo corto, inferiore ai 3 metri e mezzo, l’agilità su strada è assicurata. E non dobbiamo nemmeno temere la sporgenza posteriore, perché lo sbalzo di coda, oltre l’assale posteriore, è davvero limitato. Manovrare in spazi ristretti è facile, ma risultano semplificati anche i parcheggi, perché questo veicolo occupa poco spazio. In questa fascia di prezzo non possiamo aspettarci soluzioni estetiche al top, però dobbiamo constatare che il Siena 422 ha forme aggraziate e anche le grafiche applicate alle fiancate sono piacevoli.

Per la base meccanica, come per altri modelli Giottiline, viene adottato lo chassis Citroen Jumper, anche se è possibile avere il Fiat Ducato pagando un sovrapprezzo (2.000 euro, secondo il listino attuale) e ordinando il veicolo appositamente. La meccanica Citroen viene fornita con il motore 2200 common rail da 140 cv, un motore di potenza intermedia dunque, che si rivela perfettamente adatto al suo scopo.

Per quanto riguarda la dotazione di serie, dobbiamo rilevare alcuni “vuoti” che devono essere colmati attingendo alla lista degli optional. In realtà è più conveniente puntare dritti sul Pacchetto Siena, praticamente obbligatorio, che comprende l’indispensabile (vedi il climatizzatore cabina) e anche qualcosa di più. Ma è consigliato anche il Pack Privilege, che include la telecamera di retromarcia, abbellimenti alla parete di coda e migliorie alla porta d’ingresso (finestra, due punti di aggancio, chiusura centralizzata). Tra gli optional slegati dai “pacchetti” citiamo le ruote in lega.

L’appartenenza alla fascia entry level del mercato è evidenziata dalle finestre di tipo tradizionale, che non sono a filo fiancata e non hanno il telaio integrato. Per quanto riguarda la porta d’ingresso, come abbiamo specificato il Pack Privilege opzionale include la versione dotata di finestra e si apprezza il martinetto di apertura assistita e blocco in posizione. Per accedere all’abitacolo sono previsti due gradini integrati nel pianale, mentre in aggiunta si può avere anche un gradino estraibile.

Il Siena 422 mette a disposizione un vano di carico posteriore accessibile da due sportelli su fiancate contrapposte (più piccolo quello a sinistra). E’ un garage di dimensioni ridotte, però è apprezzabile il fatto che un garage ci sia, nonostante la lunghezza limitata del veicolo. Ha una buona portata, fino a 300 kg, e può contenere un paio di biciclette o altre attrezzature.

Il fondo è in vetroresina anti scivolo. Il garage è riscaldato, illuminato e dotato di occhielli metallici per il fissaggio del carico, oltre che di una presa elettrica a 220 V. Da notare che è prevista un’utile comunicazione tra abitacolo e vano di carico mediante un apposito sportello, con il vantaggio di avere anche una zona filtro rappresentata dall’armadio. La parte impiantistica prevede innanzitutto un serbatoio delle acque chiare da 100 litri interno all’abitacolo (sotto al divanetto) e un serbatoio delle acque grigie esterno della medesima capacità. La coibentazione e il riscaldamento del serbatoio di recupero è incluso nel Pack Siena. Nello stesso pacchetto opzionale è compreso il comando digitale CP Plus della centrale termica: di serie viene proposta la Truma Combi a gas da 4000 W, che ha una potenza adeguata alla volumetria dell’abitacolo. In opzione si può comunque avere una stufa di potenza maggiorata oppure la variante alimentata a gasolio.

All’interno del vano di carico posteriore è presente uno sportello d’ispezione della Truma Combi, mentre aprendo lo sportello di comunicazione con l’abitacolo possiamo accedere a vari elementi dell’impianto elettrico, come la batteria di servizio, il caricabatterie e la scatola fusibili. I rubinetti sezionatori dell’impianto del gas sono ubicati nell’armadio, accessibili sia dall’abitacolo, sia dal garage. Il vano bombole invece, che può contenere due bombole da 11 kg, è accessibile da uno sportello sulla fiancata sinistra.

Una rapida panoramica interna ci permette di individuare tre principali zone abitative: nella parte anteriore abbiamo il living e la mansarda sopra la cabina, al centro sono collocati bagno e cucina, mentre nella zona di coda è predisposto il letto trasversale sotto cui, in parte, c’è l’armadio. I posti omologati per il viaggio sono quattro, così come sono quattro i posti a tavola e i posti letto.

La presenza di due matrimoniali rende questo mezzo adatto soprattutto a una coppia giovane con due bambini, oppure una coppia matura con uno-due ospiti occasionali. L’arredo è piuttosto semplice nell’impostazione generale, ma gradevole, dalle forme moderne. Spiccano i pensili con ante piane di colore chiaro, abbinati a mensole a giorno sottostanti scure. L’area destinata al pranzo e al viaggio è composta da un divanetto e dai sedili girevoli della cabina. Il tavolo è sufficientemente ampio e adeguato a tre commensali, mentre una prolunga scorrevole raggiunge anche il quarto posto a tavola rappresentato dalla poltrona del passeggero in cabina.

Il piano mansarda sollevabile, con movimento assistito da un martinetto, assicura una buona vivibilità della zona living e un agevole passaggio cabina-abitacolo. La cucina è attrezzata con un fornello a gas a due fuochi e un lavello circolare dotato di una buona rubinetteria, ma notiamo anche gli accessori a parete. Il piano d’appoggio è limitato, posto davanti al fornello (che è utilmente arretrato dal bordo), ma incrementabile grazie alla mensola estraibile (occupa una parte del vano porta, senza compromettere il passaggio).

La cucina è compatta, ma il frigorifero è ampio: si tratta di un modello trivalente da 142 litri, con selezione automatica della fonte energetica, dotato di cassetto refrigerato inferiore per le bottiglie. Per quanto riguarda lo stivaggio di pentole, stoviglie e derrate alimentari non deperibili, lo spazio è più che sufficiente: ci sono tre grandi cassetti e un pensile con mensola sottostante.

Il bagno riunisce tutto in poco spazio, come è logico che sia in un camper da 6 metri, ma il regolare svolgimento di tutte le funzioni è assicurato dalla soluzione adottata, con il lavabo inserito nella zona doccia. Quando non viene utilizzata, la cabina doccia è parte integrante del bagno e il piatto doccia può essere chiuso da una pedana, quando invece deve essere utilizzata si movimentano le paretine in metacrilato per creare un vano separato.

Valido e gradevole il lavabo a semi-incasso, buona la capacità di stivaggio grazie al mobiletto (base dello stesso lavabo) e all’armadietto pensile. Apprezziamo anche la presenza dell’asta a soffitto che permette di appendere salviette, accappatoi o indumenti bagnati. L’aerazione del bagno è adeguata: possiamo contare su una finestra e un piccolo aeratore a tetto.

Il letto posteriore ha una buona larghezza, soprattutto in rapporto al layout e alle dimensioni del veicolo, ma apprezziamo anche la buona accessibilità garantita dai due gradini in legno. L’ambientazione è piuttosto semplice, con il solo rivestimento imbottito sulla parete di fondo (che non è la testiera, visto che si dorme nell’altro senso). Adeguata l’aerazione con una finestra e un oblò a tetto. Notevole la capacità di stivaggio della zona notte posteriore: oltre ai pensili nella parte alta e allo spazio interno ai due gradini, spicca la generosa volumetria dell’armadio, posto sotto al letto. C’è una parte centrale alta per i capi appesi e due spazi laterali per gli indumenti piegati. L’accesso principale all’armadio avviene dallo sportello frontale, ma è possibile accedere anche dall’alto, sollevando metà del letto.

Purtroppo, non è previsto un servomeccanismo per diminuire lo sforzo di sollevamento, ma non è previsto nemmeno un sostegno per tenere in posizione il letto una volta alzato. Come abbiamo anticipato, possiamo godere di  una comunicazione, attraverso uno sportello, tra l’armadio e il garage, e questo può rivelarsi utile in alcuni casi. L’altro letto è il matrimoniale della mansarda, anche in questo caso le dimensioni sono buone.

La mansarda è spoglia, senza elementi decorativi e funzionali, nemmeno una tasca portaoggetti. Soddisfacente invece l’aerazione naturale, visto che c’è una finestra laterale a cui si aggiunge un oblò nella parte alta.

Piantina e misure

 

Disposizione interna del Siena 422

Dotazione di serie

Paraurti in tinta, airbag conducente, stufa Truma C 4 a gas, frigorifero da 142 litri. Pack Siena opzionale: climatizzatore cabina, airbag passeggero, ESP, Traction+, Hill Holder, Hill descent control, cruise control, predisposizione radio, zanzariera porta, fodere sedili cabina in tinta, serbatoio acque grigie riscaldato, rete a doghe per letti, comando digitale Truma CP Plus.

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • Camper a 4 posti corto e maneggevole
  • Armadio: spazi di stivaggio generosi
  • Sportello di comunicazione garage-abitacolo, con zona filtro

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Necessari alcuni optional per completare la dotazione base
  • Armadio: manca sostegno per sollevamento letto
  • Mansarda: finiture migliorabili

Riferimenti e contatti del costruttore

Giottiline

Zona Industriale Località Pian dell’Olmino, 41
53034 Colle di Val D’Elsa (SI)

Email: info@giottiline.com
Telefono: +39 0577 904023

Tutto su Giottiline

Fotogallery

Renato Antonini

Comments are closed.