July 14, 2024

Un’azienda nata dalla passione infinita per il viaggio del suo fondatore, solide competenze e una forte motivazione, per dar vita a veicoli off-road unici, in grado di percorrere qualsiasi strada nel mondo, per viaggi on the road senza confini in completa autonomia

 

Viaggiare è una possibilità di cambiare, un modo per migliorare la propria esistenza e allargare i confini della mente attraverso la visione di nuovi luoghi e il contatto con persone e culture diverse. La vacanza itinerante e il camper in particolare, permettono di non dare limite alla propria voglia di scoprire nuovi luoghi e di muoversi in completa autonomia. Ma se volessimo allargare i limiti del nostro viaggio estendendoli a luoghi meno conosciuti o mete lontane senza, magari, darci un limite in termini di tempo? Ecco quindi che quando si decide di uscire dagli schemi classici per affrontare vacanze a lungo termine, magari off-road, la scelta del veicolo adatto diventa di reale importanza. Ogni particolare, dalla componentistica alla cura di ogni dettaglio che possa garantire autonomia, sicurezza e comfort non può essere lasciata al caso, e qui entra in gioco un allestitore come la Delta Automotive. Va sottolineato che attualmente in Italia gli allestitori di veicoli off-road oppure Overland sono davvero rari da trovare, ancor più se si è alla ricerca di una azienda in grado di garantire un livello tecnico e di personalizzazione elevato, e qui la Delta Automotive è un valore aggiunto.

L’azienda comasca con sede a Cantù, nasce dalla forte passione di Matteo Bulletti per i viaggi in generale ma soprattutto per l’esplorazione, e dalla necessità di poter garantire alla propria famiglia viaggi in tutta sicurezza e con un certo livello di confort. Bulletti ci tiene a precisare che un lavoro del genere si può fare solo se c’è una grande passione dietro oltre a una forte motivazione, non è un camper convenzionale, occorrono competenze tecniche ed esperienza per ottenere risultati di qualità. Proprio queste ultime, sono caratteristiche insite nel DNA della Delta Interior azienda dalla quale il ramo dei veicoli Overland ha preso vita. Infatti, la Delta Automotive, è nata sulle basi ben consolidate di un’azienda che si occupa principalmente di allestimenti interni di aeromobili, traendo vantaggio da una conoscenza di alto livello in merito alla progettazione e costruzione di impiantistica e arredi interni di alto livello.

Ovviamente non è stata una cosa semplice ma, come detto prima, la forte passione, la motivazione e la conoscenza tecnica, anche attraverso test pratici e qualche decina di migliaia di chilometri percorsi, hanno portato ad un continuo sviluppo e miglioramento del prodotto finale. Una crescita che però non deve fermarsi mai, continue ricerche di nuovi materiali o componenti è una costante della Delta Automotive, la collaborazione diretta con i produttori di componentistica in generale permette all’azienda comasca di essere sempre aggiornata sotto molti aspetti.

Un altro aspetto a cui tiene particolarmente con orgoglio Matteo Bulletti, e l’unicità delle realizzazioni Delta Automotive. Un livello di customizzazione talmente elevato che ogni veicolo è unico, non ha eguali, non è scelto da un catalogo con degli standard ben precisi, ma è frutto di una attenta analisi di tutte le esigenze quotidiane di una vita on the road. Un confronto tra il committente e i tecnici della factory lombarda la cui finalità è quella di comprendere quali sono le intenzioni del viaggiatore, la tipologia di viaggio che vuole intraprendere e la durata, così da poter presentare un progetto dove non manchino dettagli che possono fare la differenza in termini di funzionalità, senza però tralasciare un aspetto come l’estetica. Quest’ultima non è da sottovalutare, perché se molti allestitori di veicoli Overland hanno dei limiti nella scelta degli arredi, dei materiali oppure nei tessuti e nei colori, la Delta Automotive punta nella direzione opposta cercando, per quanto possibile, di assecondare i gusti per l’estetica del cliente così come se fosse un abito sartoriale cucito su misura.

È bene tener presente che i veicoli overland presuppongono un budget decisamente più elevato rispetto ai più tradizionali camper, ma se consideriamo la qualità, la professionalità e l’elevato livello di personalizzazione, il costo finale di un veicolo allestito dalla Delta Automotive e da considerarsi altamente competitivo ed è sicuramente un valore aggiunto con il quale l’azienda comasca punta a ritagliarsi la sua fetta di mercato senza temere il confronto con i suoi più diretti competitor.

Per quanto concerne i tempi di realizzazione, un veicolo Overland richiede tempo. Attualmente l’azienda è impegnata in tre progetti con stato di avanzamento diversi, un numero ancora sostenibile in base alle sue capacità produttive che gli consente di gestire al meglio le lavorazioni senza creare sovrapposizioni che vadano ad influenzare i tempi di consegna. Altro motivo di orgoglio per Matteo Bulletti e la sua azienda, è la collaborazione che sta nascendo con Unimog, brand tedesco facente capo a Mercedes-Benz e specializzato nella produzione di veicoli off-road, per la realizzazione di cellule abitative (anche arredate internamente) da abbinare allo chassis 4×4 della factory di Stoccarda.

Non solo camion ma anche veicoli dalle dimensioni e pesi più contenuti sono usciti dai cancelli della Delta Automotive, in particolare un Mercedes-Benz Vario realizzato completamente in monoscocca di vetroresina, compreso il mobilio interno.

Un’attenta progettazione, soluzioni per tutte le esigenze e necessità, scelta di materiali e l’utilizzo di componentistica all’avanguardia, uniti alla volontà di creare veicoli custom unici e personalizzati, sono gli elementi su cui la Delta Automotive punta con forza e decisione per spiccare in un mercato di nicchia particolarmente esigente, facendo attenzione a soddisfare ogni aspettativa così che il viaggiatore si possa sentire a casa ovunque il viaggio lo porti.

 

Delta Automotive

Via dell’artigianato 5 Cantù (CO)

www.deltautomotive.it

Foto gallery

Danilo Colombo

Comments are closed.