June 16, 2024

Grandi novità in casa Weinsberg all’insegna della base meccanica del Ford Transit: svelati i primi tre semintegrali e l’inedito tetto a soffietto che potrà essere richiesto in opzione sulla nota gamma di furgonati

La scelta tra differenti basi meccaniche all’interno della nutrita collezione di casa Weinsberg è sempre più ricca. Una crescita continua dunque per il brand entry-level del Gruppo Knaus, dove ancora una volta il ruolo da protagonista per la prossima primavera spetta al Ford Transit. Una meccanica che, oltre agli ormai noti modelli di furgonati, andrà ora ad equipaggiare anche tre veicoli semintegrali. Partiamo dalle versioni che strizzano l’occhio all’equipaggio di coppia oppure alla famiglia di tre o quattro persone, grazie all’adozione del letto basculante anteriore. Una presenza facilmente intuibile già guardandole dall’esterno, complice la presenza di una curvatura del tetto, realizzata in prossimità del cupolino. Proposte che portano sempre con se le caratteristiche essenziali delle produzioni di casa Weinsberg, ovvero cura costruttiva, funzionalità e ambienti accoglienti.

Cominciamo a dare uno sguardo al CaraSuite Ford 650 MEG, il modello più corto. Un mezzo che sviluppa uno dei layout più in auge oggi sul mercato: parliamo dunque di un profilato lungo 699 cm con letti gemelli in coda e un garage dalla buona volumetria.

Al suo interno spazio a uno sviluppo piuttosto lineare dell’ambiente: da un lato ritroviamo il mobile cucina provvisto di frigorifero a colonna e piano di lavoro a ribalta mentre, dall’altro, ecco una classica semidientte integrata dai sedili girevoli della cabina di guida e una toilette caratterizzata da un box doccia separato al suo interno e un lavabo scorrevole.

Il fratello maggiore, CaraSuite Ford 700 MEG, ripropone invece un simile schema abitativo in 741 cm di lunghezza complessiva.

Centimetri che vanno a beneficio di un living più ampio, dove la semidinette guadagna una seduta laterale, e di una toilette passante organizzata in due locali indipendenti. La doppia possibilità di battuta della porta del locale bagno offre inoltre una maggior privacy a bordo, soprattutto in caso di equipaggio al completo, consentendo all’occorrenza di separare la camera padronale di coda dalla zona giorno. Il mobile cucina qui adottato è un modulo tipico di molte produzioni di casa Weinsberg, dalla forma rettangolare e piuttosto sviluppato in profondità.

Sul fronte dei semintegrali classici arriva invece il nuovo CaraLoft Ford 650 MF. E la scelta del layout per il primo modello di questa serie a debuttare sulla base del Ford Transit, non poteva che ricadere su una disposizione che ha scritto la storia di questa tipologia di veicoli, ovvero quella con letto matrimoniale longitudinale in coda alla francese.

Uno schema abitativo che, nei suoi 699 cm di lunghezza complessiva, è in grado di amplificare gli spazi vitali all’interno dell’abitacolo. Votato al turismo di coppia, il CaraLoft Ford 650 MF può però accogliere comodamente in sosta alcuni ospiti a bordo, grazie a un ampio e confortevole living anteriore, mentre due rimangono i posti letto sempre pronti per la notte. A lato del citato matrimoniale posteriore si sviluppa invece il locale bagno, provvisto box doccia separato collocato nel fondo del vano.

Ma le novità di casa Weinsberg non si fermano qui. Debutta anche il suo primo furgonato su base Ford Transit dotato di tetto sollevabile a soffietto. Un’opzione ancora inusuale da ritrovare su tale base meccanica, che qui ritroviamo installata sul modello più compatto della gamma, il CaraBus 550 MQ.

Un van che offre una disposizione interna tra le più diffuse del segmento, dove i due tradizionali posti letto garantiti dal matrimoniale trasversale posteriore, crescono ora grazie alla possibilità di richiedere il tetto a soffietto. Una presenza che rende quindi a tutti gli effetti un furgonato compatto come questo, di soli 553 cm di lunghezza, fruibile anche a un equipaggio formato da quattro persone.

Scendendo nel dettaglio, la seconda camera da letto creata dal tetto sollevabile beneficia di mensole portaoggetti, prese USB e una bocchetta del riscaldamento dedicata. Per aumentare la luminosità naturale e la circolazione dell’aria, è possibile anche disporre di un oblò panoramico inserito nel tetto a soffietto stesso, mentre esternamente quest’ultimo è raccordato alle forme del furgone originale marchiato Ford tramite un dinamico spoiler frontale.

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.