June 23, 2024

Per la stagione 2024 Carado schiera una collezione rinnovata e sempre più ricca: arrivano i nuovi allestimenti Edition24 realizzati su base Ford Transit dal carattere forte e contraddistinti da un ricco equipaggiamento, mentre un restyling interessa sia la linea esterna, sia l’arredo interno dell’intera gamma

Per la stagione 2024 Carado torna a far sentire la propria voce nell’affollato panorama europeo dei veicoli ricreazionali entry-level e di classe media e lo fa scendendo in campo con una collezione non solo rinnovata nell’aspetto, nell’ergonomia d’utilizzo e nella funzionalità, ma arricchita anche da alcuni modelli inediti e di forte impatto estetico: parliamo dei nuovi allestimenti realizzati a partire dalla base meccanica del Ford Transit. Si tratta per la precisione di tre semintegrali e un van, tutti proposti nella ricca versione speciale denominata Edition24 e facilmente riconoscibili a colpo d’occhio dalla particolare colorazione Chrome Blue riservata alla cabina di guida dei primi e alla scocca completa del secondo.

E partiamo proprio da quest’ultimo, una proposta destinata soprattutto a coloro che amano viaggiare agili e senza porsi troppi limiti: il nuovo Carado CV 590 4×4 Edition24. Come il suo nome già suggerisce, si tratta di un van dove la base meccanica del Ford Transit viene adottata di serie nella versione a quattro ruote motrici dotata del più potente propulsore 2.0 TDCi capace di erogare 170 CV e con massa complessiva pari a 3.500 kg. Una scelta dunque che ben si sposa l’essenza del nuovo arrivato donandogli sia una giusta potenza, sia una maggiore stabilità durante la marcia in ogni situazione.

Per quanto riguarda, invece, gli ingombri complessivi, il furgone originale a tetto alto adottato di base presenta una lunghezza pari a 598 cm e un’altezza che si attesta a 284 cm. Ad impreziosire la linea esterna, oltre alla citata verniciatura, ci pensano i cerchi in lega da 16” di colore nero e le finestre a filo carrozzeria dotate di telaio in alluminio.

L’abitacolo CV 590 4×4 beneficia sicuramente del maggior sviluppo in altezza portato in dote dal furgone originale marchiato Ford, arrivando a offrire un’altezza interna che sfiora i due metri. Per quanto concerne la distribuzione degli spazi, il nuovo arrivato può essere considerato un classico van di taglia media: prevede infatti un letto matrimoniale trasversale posteriore, una semi-dinette integrata dai sedili girevoli della cabina e una zona servizi al centro.

La parte anteriore dell’abitacolo è decisamente aperta e ben fruibile, grazie anche alla soluzione open-space adottata e all’assenza della cappelliera sopra la cabina. Si fa poi notare la conformazione del mobile cucina, suddiviso in due blocchi principali, pensati anche per agevolare il passaggio nel corridoio. Il locale bagno è servito da una pratica porta a libro e si contraddistingue per una razionale distribuzione dei suoi elementi.

In coda spazio invece al letto matrimoniale trasversale dalle buone dimensioni complessive e con piano collocato in posizione leggermente rialzata, così da guadagnare qualche utile centimetro in più in altezza nel sottostante gavone di carico esterno. Al di sotto del letto è stato inoltre ricavato un vano a pozzetto che funge da armadio guardaroba.

Passando invece ai nuovi semintegrali su base Ford, guardandoli esternamente si notano subito alcune novità portate in dote da questi allestimenti, come ad esempio le inedite grafiche bicolore, che donano un tocco di dinamismo alle fiancate, o il nuovo disegno dello specchio di coda, dove spicca un avvolgente paraurti impreziosito da una moderna fanaleria a LED dal design progressivo, grazie alla presenza di un’insolita Bridge Light centrale che regala un effetto di continuità. L’ingresso alla cellula abitativa viene ora facilitato dall’adozione di una porta a larghezza maggiorata, sulle versioni Edition24 dotata di finestra e zanzariera.

E’ stato rinnovato anche il look degli ambienti interni dei semintegrali, adottando ora un arredo che abbina una calda essenza legno a parti dalla particolare tonalità grigio sabbia e a piani chiari. Cresce anche la rosa di tappezzerie disponibili, mentre sono stati ridisegnati i pensili della zona giorno a tutto vantaggio della loro volumetria e sono state introdotte nuove mensole laterali a vista nelle camere padronali con letti gemelli, così da aumentare le possibilità di stivaggio.

Scendendo nello specifico, il semintegrale più corto prende il nome di Carado T 338 Edition24. E’ lungo 699 cm e al suo interno propone uno schema abitativo con letti gemelli in coda posizionati su garage, dallo sviluppo che però si discosta in alcuni punti dalle più classiche linee guide.

L’abitacolo gioca infatti sui concetti di ariosità e profondità visiva. Salendo a bordo ci si accorge subito della totale e insolita mancanza di elementi verticali lungo l’intera fiancata sinistra, a tutto vantaggio dell’abitabilità e dei movimenti interni. Anteriormente ecco una tradizionale semidinette integrata dai sedili girevoli della cabina, fronteggiata però da un particolare mobiletto basso, collocato proprio a lato dell’ingresso. Sempre in questa zona trova posto anche il frigorifero a colonna, al di sopra del quale ritroviamo uno spazio aperto e libero, dove sono presenti le predisposizioni per la televisione. L’ergonomica cucina si sviluppa a “L” e spicca per la sua grandezza e la sua organizzazione, nonché per i notevoli piani d’appoggio a disposizione.

Si nota inoltre l’adozione del nuovo piano cottura a due fuochi. In coda spazio ai citati letti gemelli, mentre, per quanto concerne la toilette, su questo modello è stata adottata la nuova soluzione Vario di casa Carado. In questo modulo rinnovato, la parete ruotabile non è più realizzata totalmente in termoformato, ma integra un elegante mobile lavabo. La porzione sinistra del vano, oltre al wc e all’armadietto dedicato allo stivaggio, ospita ora anche dei ganci appendiabiti e una pratica mensola superiore, che può risultare utile per riporre la biancheria da bagno.

Più lungo e dal layout più tradizionale uno dei fratelli maggiori, il nuovo Carado T 447 Edition24. Nei suoi 736 cm di lunghezza complessiva abbina una camera posteriore con letti singoli gemelli alla possibilità di separare la zona notte da quella giorno.

Ciò è reso possibile soprattutto dalla presenza di una toilette organizzata in due locali completamente indipendenti e unibili all’occorrenza in un grande e unico vano passante. Nel bagno spicca sicuramente il nuovo design del suo arredo e si fa notare subito l’inedito mobile lavabo con vasca non integrata nel piano. Completano l’allestimento un blocco cucina dalla forma a “L”, una semidinette anteriore, qui coadiuvata da una poltroncina laterale, e la possibilità di richiedere in opzione il letto basculante matrimoniale.

Una rivisitazione importante, dunque, quella messa in atto da Carado, sia del look esterno, sia degli ambienti interni, che viene estesa anche alla già conosciuta gamma di semintegrali allestiti sulle basi meccaniche del Fiat Ducato o del Citroen Jumper, sui quali spiccano ora le nuove serigrafie dedicate alle pareti esterne, l’inedito paraurti posteriore e i rinnovati arredi interni. E come modello rappresentativo di questi cambiamenti, ecco il Carado T 448, qui nella ricca versione denominata Pro+, facilmente riconoscibile dalla verniciatura della cabina Artense Grey.

Un profilato con letti gemelli posteriori che, pur presentando dimensioni piuttosto generose – la sua lunghezza è infatti pari a 729 cm – decide di donare maggior spazio vivibile alla zona giorno, adottando alcune soluzioni salvaspazio. Ne è un esempio, per l’appunto, la rinnovata tipologia di toilette con parete ruotabile, che consente la creazione di una cabina doccia separata. Il suo living, quindi, risulta decisamente ampio e confortevole e si nota come l’eventuale letto basculante opzionale non interferisca, quando in uso, con la porta d’ingresso alla cellula.

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.