July 17, 2024

Per la nuova stagione Giottiline presenta l’inedita serie Toscan, una gamma di semintegrali dallo spirito moderno e dal look personale, un nuovo profilato dedicato alla famiglia e completa la collezione GiottiVan con un modello realizzato su base Ford Transit

Per la stagione 2024 Giottiline decide di sottolineare ancor di più il legame con la terra in cui nascono i suoi prodotti e lo fa presentando una serie completamente inedita, un progetto disegnato da zero e destinato a diventare il nuovo top di gamma della sua collezione, prendendo il posto dei conosciuti Therry: Giottiline presenta gli inediti Toscan.

I nuovi arrivati riprendono in alcuni dettagli il family-feeling delle più recenti produzioni dell’azienda toscana, amplificandolo però quanto a stile e personalità. Il risultato è un semintegrale dal look decisamente moderno e lineare, addolcito dalle forme arrotondate dell’inedito cupolino anteriore, sul quale spicca il particolare sky-roof d’ispirazione automotive realizzato in vetro temperato e apribile nella sua parte centrale. Anche lo specchio di coda è stato valorizzato dall’adozione di elementi in termoformato perimetrali e di una fanaleria a LED.

Si notano poi dettagli come le finestre ultrapiatte Polyplastic con telaio in PVC e l’insolita porta cellula a larghezza maggiorata, qui non solamente provvista di chiusura centralizzata a due punti, apertura assistita e zanzariera scorrevole, ma anche di una particolare finestra apribile elettricamente, a sua volta dotata di oscurante e zanzariera. Questi tratti moderni vengono ripresi con decisione anche negli abitacoli interni dei nuovi Toscan, contraddistinti da linee tese e contrasti cromatici che, in poco tempo, riescono ad appagare la vista ricreando ambienti curati ed eleganti.

Tre sono i modelli che attualmente compongono questa gamma. Partiamo dal più corto, il Toscan 69 GC, qui in versione profilato classico.

In 699 cm di lunghezza questo modello racchiude elementi molto ricercati dal nostro mercato, come i letti gemelli in coda, un grande gavone garage, un bagno passante con box doccia completamente indipendente e un living classico, con divano a “L” e poltroncina laterale. Salta all’occhio invece la cucina che, nonostante la tipologia di living presente, si sviluppa a “L” rovesciata, così da aumentare lo spazio nel corridoio centrale. Interessante anche la tipologia di piano cottura adottato, a due fuochi e non incassato nel mobile.

Layout simile ma sviluppato in 742 cm di lunghezza per il Toscan 74 GC, qui nella variante provvista di letto basculante elettrico opzionale. Le dimensioni maggiori vanno a beneficio dell’ariosità e dello spazio dei singoli ambienti interni, oltre a consentire anche una totale separazione della camera padronale posteriore tramite due porte scorrevoli.

Pari lunghezza ma schema abitativo diverso per il Toscan 74 NF. Uno dei punti di forza di questo modello è sicuramente la zona giorno, ampia e ben vivibile, che trae beneficio dal soggiorno in conformazione face-to-face.

In coda ritroviamo invece un letto matrimoniale centrale nautico provvisto di piano variabile in altezza, così da poter regolare lo spazio di carico nel sottostante garage in base alle necessità. Sempre nella camera si notano dettagli come le particolari nicchie illuminate che fungono da comodini e un mobiletto basso posto ai piedi del letto, mentre la toilette passante fa da reale filtro tra la zona giorno e quella notte.

Cresce anche l’offerta dell’apprezzata gamma Siena, con l’arrivo di un nuovo semintegrale dedicato in tutto e per tutto alla famiglia o agli equipaggi più numerosi, prevedendo ben 6 posti letto, 6 posti omologati per il viaggio e davvero tanto spazio a bordo, parliamo dell’inedito Siena 386.

La sua lunghezza complessiva è pari a 699 cm e la base meccanica scelta per la sua realizzazione è quella del Ford Transit. Salendo a bordo invece si viene accolti da un’organizzazione degli spazi insolita da ritrovare in un profilato, un abitacolo votato al comfort e alla massimizzazione degli spazi di stivaggio e di movimento per accogliere al meglio l’equipaggio. Ecco dunque un maxi living integrato dai sedili girevoli della cabina in grado di raggruppare fino a 7 commensali attorno a un tavolo di generosissime dimensioni.

Un lungo corridoio su cui si affacciano la grande cucina dotata di frigorifero a colonna, il locale bagno con box doccia separabile al suo interno e l’armadio guardaroba a sviluppo verticale conduce poi fino ai due letti a castello trasversali collocati in coda al veicolo, in corrispondenza dei quali è anche stato ricavato un gavone di carico esterno a volume variabile.

Altri due posti letto sempre pronti sono invece garantiti dal matrimoniale basculante che discende al di sopra del soggiorno, il cui piano può anche arrivare fino all’altezza delle sedute sottostanti.

Novità anche sul fronte dei veicoli furgonati. La gamma GiottiVan si arricchisce ora del modello 60 FT, un van che, a differenza dei suoi conosciuti fratelli, adotta la base meccanica del Ford Transit. Le due caratteristiche salienti del nuovo arrivato sono la lunghezza complessiva pari a 598 cm e l’adozione di un layout con letto trasversale in coda.

Ma se lo osserviamo più nel dettaglio si notano sicuramente le dimensioni abbondanti per la categoria del matrimoniale posteriore, la cui lunghezza tocca i 190 cm, come anche l’adozione di un locale bagno provvisto di parete ruotabile per la creazione del box doccia. L’altezza maggiore del furgone originale Ford dona poi maggior spazio di movimento in corrispondenza del living anteriore integrato alla cabina di guida, mentre la profondità visiva è garantita dall’adozione di un mobile cucina che si sviluppa, senza interruzione, fino al letto di coda. Al di sopra di quest’ultimo è stato poi collocato anche il piccolo armadio guardaroba.

Vengono invece confermati i tre modelli di van realizzati sulle basi meccaniche targate Stellantis, che ricevono solo qualche piccolo aggiornamento.

Ecco ad esempio una nuova organizzazione del mobile cucina, nella cui superficie di maggior grandezza ritroviamo ora due elementi separati: un piano cottura a due fuochi non incassato nel mobile e un lavello rettangolare realizzato in acciaio inox. Nello specifico, invece, il locale bagno del piccolo GiottiVan 54 T riceve ora un lavabo a ribalta, così da aumentarne la fruibilità d’uso.

Fotogallery

Davide Bon

Comments are closed.