July 15, 2024

Non passano inosservate le mini caravan della casa francese, con le loro dimensioni estremamente ridotte e il tetto sollevabile

Le caravan compatte marchiate Mini Freestyle sono arrivate in maniera decisa in Italia a fine 2022 e hanno subito riscontrato l’interesse del pubblico. La rete di vendita e assistenza è ben strutturata e i prodotti non mancano. Ma cosa c’è dietro questo brand? Molti, quando pensano a una caravan, si immaginano un rimorchio grande, ingombrante e difficile da trainare, magari dalle forme un po’ squadrate e dal design poco accattivante. Le caravan di Mini Freestyle invece sono completamente diverse, nate proprio in antitesi alla caravan tradizionale. Sono piccole, compatte, maneggevoli e facili da trainare, ma hanno anche forme inconsuete, dinamiche, che attirano l’occhio.

 

Ovviamente non sono caravan destinate a tutti, l’utenza è diversa rispetto ai rimorchi abitabili più grandi e tradizionali: le dimensioni esterne ridotte si traducono in spazi abitabili limitati, occorre accettare qualche compromesso. Chi cerca caravan come queste sa cosa vuole e perché lo vuole. Sicuramente vuole viaggiare e non vuole avere problemi con il traino. E il peso ridotto che caratterizza molti dei modelli Mini Freestyle diventa un’arma vincente oggi che le auto elettriche o ibride a benzina hanno una capacità di traino inferiore rispetto alle grandi vetture diesel.

Mini Freestyle è un brand ancora poco conosciuto in Italia e i numeri di produzione non sono certo elevati, ma alle spalle di questa azienda c’è tutta l’esperienza e l’organizzazione di un colosso del settore come il gruppo Trigano, che costruisce questi modelli nei suoi stabilimenti francesi. Sono diversi anni che questi prodotti sono sul mercato (prima anche con il marchio Silver) e con il passare degli anni si sono sempre più perfezionati. La gamma, composta da sei modelli, è divisa in due serie: Mini (anche con la variante Sport Edition) ed Exclusive Line.

 

 

Le Exclusive Line si caratterizzano per le maggiori dimensioni, quindi per gli spazi abitativi più abbondanti, ma anche per la dotazione più completa e le pareti laterali del tetto sollevabile rigide, anziché in tela come sulle Mini. Tutti i modelli Mini Freestyle, anche quelli di maggiore lunghezza, possono vantare una larghezza ridotta a 202 cm e un’altezza che si ferma sotto i 2 metri. Sono due dati fondamentali, che sottintendono facilità di guida, penetrazione aerodinamica, maggiore stabilità di marcia e consumi ridotti rispetto ad una caravan tradizionale (una classica caravan di taglia media si attesta normalmente sui 230-235 cm di larghezza e supera i 2 metri e mezzo di altezza).

Le versioni Mini e la 300 Sport Edition hanno una lunghezza estremamente limitata, i modelli più compatti come la Mini 270 riescono a stare sotto i 4 metri compreso il timone. Calcolando anche altezza e larghezza, è possibile ricoverare queste caravan in molti normali box per auto. E’ estremamente basso anche il valore del peso, a tutto vantaggio della facilità di traino anche con vetture dalla limitata massa rimorchiabile.

Tutti i modelli Mini hanno la dinette trasversale nella parte anteriore, trasformabile in letto matrimoniale. Le Mini 270, 300 e 300 Sport Edition, che non sono dotate di bagno, si caratterizzano anche per la porta d’accesso sulla parete di coda, che facilita anche il carico di attrezzature ingombranti, come possono essere le biciclette.

La Sport Edition sfrutta al massimo questa caratteristica per ospitare una motocicletta: è dotata di rampa d’accesso abbassabile, sistema di fissaggio nell’abitacolo e si può anche avere un argano per facilitare il carico delle motociclette più pesanti.

 

Diversa la Mini 290, più simile concettualmente ad una caravan tradizionale, pur conservando dimensioni ridottissime. Ha infatti la porta d’accesso laterale e non posteriore. Ma la Mini 290 è anche dotata di bagno, piccolo, essenziale, ma completo di lavabo e wc. In sostanza la Mini 290, che ha una lunghezza fuori tutto (timone compreso) di soli 442 cm, mette a disposizione un living con almeno quattro posti a sedere, trasformabile in letto matrimoniale, a cui si aggiunge una cucina ben sviluppata, un bagno completo e diversi vani di stivaggio tra cui l’armadio per i capi appesi.

La serie Exclusive Line (perfezionamento della serie Silver Trend della stagione 2023) comprende due modelli, entrambi con porta sulla fiancata e dotati di bagno. Si fa notare per l’accattivane look esterno, con pareti colorate, ruote in lega e piacevole fanaleria posteriore.

La Exclusive Line 380 ha una lunghezza totale di 533 cm (timone compreso) e all’interno offre un letto matrimoniale sempre pronto anteriore e una dinette a due posti nella parte posteriore (trasformabile in letto singolo). Al centro dell’abitacolo troviamo il bagno, completo di tutto, il blocco cucina e un valido armadio.

La Exclusive Line 442 è la più grande della gamma Mini Freestyle e raggiunge i 591 cm di lunghezza (compreso il timone), pur conservando altezza e larghezza limitate.

Offre spazi interni più ampi e confortevoli, caratterizzati dalla presenza dei letti singoli longitudinali anteriori. In coda troviamo una dinette a due posti trasformabile in letto singolo. Anche in questo caso al centro dell’abitacolo abbiamo il bagno, la cucina e l’armadio.

 

Fotogallery

 

Renato Antonini

Comments are closed.